Esperienza o rivelazione - Oswald Chambers

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Ora noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che viene da Dio, per conoscere le cose che Dio ci ha donate - 1 Corinzi 2:12 - La realtà è la redenzione, e non la mia esperienza della redenzione; ma la redenzione non ha nessun significato per me se non parla il linguaggio della mia vita reale. Quando sono nato di nuovo, lo Spirito di Dio mi fa uscire da me stesso e dalle mie esperienze, ciò significa che esse non provengono dalla redenzione. Le esperienze scaturite dalla redenzione non mi fanno restar chiuso in me stesso né si impongono alla mia attenzione come il fondamento della realtà, ma la dirigono invece alla realtà che le ha prodotte. Le mie esperienze non valgono nulla, se non mi uniscono alla Sorgente, a Gesù Cristo.

Se tenti di rinchiudere in te lo Spirito Santo per avere delle esperienze soggettive, Egli sfonderà tutte le barriere per riportarti al Cristo storico. Respingi ogni esperienza che non abbia Dio come sorgente ed il cui risultato non sia la fede in Dio, perché essa non avrebbe nulla, di cristiano, anche nel caso che ti avesse dato delle visioni. E Gesù Cristo il Signore della tua esperienza, oppure tu cerchi di signoreggiare su di Lui? C'è qualche esperienza alla quale tu sia più affezionato che al Signore? Ma è Lui che deve essere il tuo unico Signore nessuna esperienza che non Lo abbia come Signore deve interessarti. Verrà allora un momento in cui Dio non ti farà più sopportare le tue esperienze e tu non vorrai più baarti su di esse: dirai invece: "Non mi importa di quello che sento, la mia sicurezza è in Dio"'. . . .

Sii spietato con te stesso se ti senti spinto a parlare delle esperienze che hai fatte. Non è fede quella che confida in se stessa. La sola vera fede è quella che si sente sicura in Dio soltanto.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri