Il numero 7 nella Bibbia

Sovente, nei diversi studi biblici o anche nelle argomentazioni spicciole tra cristiani, si sente dire che il numero 7 è il numero che "simboleggia la somma perfezione". Ma perchè si è arrivati a questa conclusione? Ora queste brevi considerazioni, più che altro citazioni della Parola, vogliono dare una spiegazione a questo senza però voler scivolare nella numerologia, cioè in quella tradizione mistica antica che assegna al calcolo numerico poteri magici oppure significati arcani svelati tramite, appunto, lo studio dei numeri.

Per quante volte lo ritroviamo il numero 7 (sette) è decisamente importante nelle Sacre Scritture, per questo è ritenuto il simbolo di DIO e della Sua perfezione e completezza, cioè non solo per la quantità ma anche per la "qualità", cioè per i punti dove esso è riportato.

Rami Khader Ayyad, martire cristiano a Gaza

QUANDO A GAZA SPENSERO LA LUCE

Venerdì passato durante l'incontro settimanale ci è arrivata una lettera dalla Società Biblica Italiana, ci veniva chiesto sostegno spirituale ed economico per la famiglia Rami Khader Ayyad. Ucciso il 6 ottobre (2007) scorso a Gaza. Non conoscevamo la storia, in Italia fa più clamore e la notizia diviene ridondante quando la persecuzione riguarda dei cattolici piuttosto che persone di altre confessioni. Nessuna nota polemica, le morti sono tutte uguali, solo una constatazione.

Non lasciarti vincere - Veritas

Vedo ancora quel tuo sguardo e quell'aria spensierata
Di chi vive con Gesù i suoi giovani vent'anni
Era poi tutto perfetto ma quel male dentro te
Come un fulmine improvviso strappa tutti i sogni tuoi
Ecco qui come funziona un dottore e un altro ancora
Quella luce nei tuoi occhi lentamente si scolora
Poi iniziano i perché e le notti senza fine
Quasi non ti sembra vero sia successo proprio a te