Stanze segrete - L'amore ... crede ogni cosa, spera ogni cosa

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
"L'amore ... crede ogni cosa, spera ogni cosa" (1 Corinzi 13:7). Negli anfratti intimi e privati del tuo cuore c'è una stanza. Si chiama "stanza dell'apprezzamento". E lì che vanno i tuoi pensieri quando si imbattono in aspetti positivi e incoraggianti della persona che hai sposato. E di tanto in tanto ti fa piacere ritornare in quel luogo speciale.

La Stanza dell'Apprezzamento

Sulle pareti di quella stanza ci sono scritte parole e frasi gentili che descrivono le caratteristiche positive della persona che hai sposato.
Troverai parole come "onesto" e "intelligente" o espressioni come "lavoratore diligente", "cuoca sopraffina" o "occhi stupendi".
 
Sono cose che hai scoperto nell'altro e che si sono incastonate nei tuoi ricordi. Quando pensi a quelle cose, il tuo apprezzamento nei confronti della persona che hai sposato inizia a crescere.
 
In effetti, più tempo passi a riflettere su quelle caratteristiche positive, più sei riconoscente per la persona che ti è accanto.
La maggior parte delle cose che leggi nella "stanza dell' apprezzamento" sono state probabilmente scritte negli stadi iniziali della relazione.
 
Potresti riassumerle come cose che ti piacevano e che rispettavi nella persona da te amata. Erano vere, onorevoli e buone. E tu trascorrevi una gran quantità di tempo a soffermarti su di esse in quella stanza... prima di sposarti.
 
Ma in seguito potresti esserti reso conto che le, tue capatine in quella stanza speciale si sono fatte meno frequenti. E successo perché vicino a quella c'è un'altra stanza che richiama la tua attenzione.
 

La Stanza del Deprezzamento

In fondo a un corridoio più buio del tuo cuore c'è la "stanza del deprezzamento" e purtroppo vai a visitare anche quella.
Sulle sue pareti ci sono scritte le cose che ti infastidiscono e ti irritano nella persona che hai sposato. Sono cose che hai messo lì spinto dalla frustrazione, dai sentimenti feriti e dalle aspettative deluse.
 
Le pareti di questa stanza sono rivestite delle debolezze e dei fallimenti della persona che hai sposato. Le sue cattive abitudini, le parole offensive e le decisioni sbagliate sono scritte a lettere cubitali che coprono interamente le pareti. Se indugi in questa stanza abbastanza
a lungo ti deprimi e cominci a esprimere cose come: "Mia moglie è così egoista", o: "Mio marito sa essere talmente stupido". O anche: "Penso di aver sposato la persona sbagliata".

Alcune persone scrivono cose estremamente odiose in questa stanza, dove espressioni di rimprovero vengono provate in vista del prossimo litigio. Le ferite emotjve suppurano qui, aggiungendo altre aspre osservazioni alle pareti. E qui che si conservano le munizioni per la prossima grossa litigata ed è sempre qui che si permette all' amarezza di diffondersi come una malattia. Qui la gente si disamora.
 
Ma sappi questo. Il tempo trascorso nella "stanza del deprezzamento" uccide i matrimoni. In questa stanza si tramano divorzi e vengono concepiti piani violenti. Più tempo trascorri in questa stanza, più il tuo cuore svaluta la persona che hai sposato. Inizia nel momento in cui ne valichi la soglia e il tuo interesse per l'altra persona diminuisce ad ogni secondo che passa.
Potresti ribattere: "Ma si tratta di cose vere!" Sì, ma sono vere anche le cose nella "stanza dell'apprezzamento". Tutti sbagliano e hanno aree in cui hanno bisogno, di crescere. Tutti hanno problemi irrisolti, ferite e fardelli personali. E un aspetto triste degli esseri umani.
 
Abbiamo peccato tutti. Ma abbiamo questa infelice tendenza a minimizzare le nostre caratteristiche negative e a mettere invece sotto la lente d'ingrandimento i difetti della persona che ci sta accanto.
 

La scelta

 
Occupiamoci adesso del vero problema. L'amore è consapevole della "stanza del deprezzamento" e non vive negandone l'esistenza.
 Ma lamore sceglie di non vivere lì.
Devi decidere di smettere di precipitarti in quella stanza e indugiare lì dopo ogni evento frustrante verificatosi nella tua relazione.
 
Non ti fa bene e sottrae gioia al tuo matrimonio.
L'amore sceglie di credere il meglio riguardo alle persone. Offre agli altri il beneficio del dubbio. Rifiuta di riempire gli spazi vuoti con assunti negativi. E quando i nostri peggiori timori si dimostrano
veri, l'amore compie ogni sforzo per affrontare la situazione e
andare avanti.
Per quanto è possibile, l'amore si concentra sul positivo.
 
È il momento di iniziare a pensare in modo differente. L'unico motivo per cui dovresti gettare un'occhiata oltre la soglia della "stanza del deprezzamento" è quello di sapere come pregare per la persona che hai sposato. E la sola ragione per cui dovresti mai mettere piede in quella stanza è quella di scrivere: "Coperto dall'amore" in lettere cubitali lungo le pareti.
 
E ora di spostarsi nella "stanza dell'apprezzamento" e di stabilirvisi. Scegliendo di riflettere sulle cose positive, ti renderai conto di avere sempre più caratteristiche meravigliose da scrivere sulle sue pareti.

La persona che hai sposato è un libro da leggere che vive, respira e non ha mai fine. Sogni e speranze devono ancora realizzarsi. Talenti e abilità verranno scoperti come tesori nascosti.
 
Ma la scelta di partire alla loro esplorazione dipende da una tua
decisione.

Devi sviluppare lìabitudine di tenere a freno i pensieri negativi e concentrarti sugli attributi positivi della persona che hai accanto.
 
È un passo fondamentale nell'imparare a guidare il tuo cuore ad amare autenticamente la persona che hai sposato. E una decisione che prendi, che l'altra persona lo meriti o no.

Dal libro: la sfida dell'Amore

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri