La sfida dell'Amore

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Questo è un libro sull'amore. Ti insegna a osare vivere una vita colma di relazioni d'amore. E un viaggio che ha inizio dalla persona a te più vicina: la persona che hai sposato. Che Dio possa benedirti mentre inizi questa avventura.

Ma sii certo di una cosa: ci vuole coraggio. Se accetti la sfida devi assumerti l'impegno di non seguire più il tuo cuore, ma di scegliere di guidarlo.
Il mondo ti esorta a seguire il tuo cuore, ma se non sei tu a guidarlo, sarà qualcos'altro o qualcun altro a farlo. La Bibbia afferma che "il cuore è ingannevole più di ogni altra cosa" (Geremia 17:9) e seguirà sempre ciò che gli pare giusto al momento.

L'amore incondizionato viene promesso con entusiasmo il giorno delle nozze, ma raramente viene messo in pratica nella vita di ogni giorno. Di conseguenza, le speranze romantiche lasciano spesso il posto alla delusione. Ma chi ha detto che debba continuare così?

LA SFIDA DELL'AMORE è una sfida di quaranta giorni rivolta a mariti e mogli desiderosi di comprendere e sperimentare l'amore incondizionato.

Che il tuo matrimonio sia appeso a un filo o sia sano e forte, "La sfida dell 'amore" è un sentiero che hai bisogno di percorrere. È il momento di imparare quali sono le chiavi per trovare la vera intimità e sviluppare un matrimonio dinamico.

Accetta la sfida! "L'amore soffre ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa. L'amore non verrà mai meno". (1 Corinzi 13)

Qui il libro in pdf (i primi 10 giorni di 40)

Qui il film fireproof
_________________

Il testo è acquistabile presso vari rivenditori tra cui:

- Editrice Uomini Nuovi

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

"Dove andrai tu, andrò anch'io; e dove starai tu, io pure starò; il tuo popolo sarà il mio popolo, e il tuo Dio sarà il mio Dio" (Ruth:1:16).

Congratulazioni. Sei giunto alla fine della Sfida dell'amore, del libro. Ma l'esperienza e la sfida di amare la persona che hai sposato è qualcosa che non finisce mai. Continuerà per il resto della tua vita.
Questo libro finisce con il quarantesimo giorno, ma chi ha detto che la tua sfida debba finire?
Mentre consideri la tua relazione coniugale da questo punto in avanti ti sfidiamo a considerarla un patto invece di un contratto. Sono termini dal significato e dall'intento simili, ma in realtà sono molto differenti. Vedere il matrimonio come un contratto è come dire alla persona che hai sposato: "Ti prendo coo me e vediamo come andrà a finire". Ma considerarlo un patto ti fa dire: "Mi dono a te e mi impegno in questo matrimonio per tutta la vita".
Ci sono molte altre differenze tra patti e contratti.

Un contratto è solitamente un accordo scritto basato sulla sfiducia che contempla le condizioni e le conseguenze cui si andrà incontro se verranno violate.

Un patto è un impegno verbale fondato sulla fiducia che rassicura qualcuno che la tua promessa è incondizionata e vale per tutta la vita. Viene pronunciato davanti a Dio e scaturisce dall'amore reciproco. Un contratto è interessato e ha obblighi limitati. Stabilisce i tempi in cui certe condizioni vanno soddisfatte.

Un patto è a beneficio degli altri e le responsabi!ità che contempla sono illimitate. Non ha una data di scadenza. E "finché morte non ci separi".
Un contratto può essere rescisso con il mutuo consenso. Un patto è per natura irrevocabile.

La Bibbia presenta svariati patti importanti nella storia del popolo di Dio.

  • Dio fece un patto con Noè, promettendo che non avrebbe mai più distrutto ogni essere vivente con un diluvio universale (Genesi 9:12-17).
  • Fece un patto con Abramo, promettendogli che sarebbe diventato padre di una moltitudine di nazioni (Genesi 17: 1-8).
  • Fece un patto con Mosè, dichiarando che il popolo di Israele sarebbe stato il tesoro particolare di Dio (Esodo 19:3-6). 
  • Fece un patto con Davide, promettendogli che il suo trono sarebbe stato stabile per sempre (2 Samuele 7:7-16).
  • Infine fece un "nuovo patto" mediante il sangue di Cristo, stabilendò un retaggio senza fine e immutabile di peccati perdonati e vita eterna per coloro che credono in lui (Ebrei 9: 15).

E poi c'è il matrimonio: il patto più forte tra due persone sulla terra, l'impegno di un uomo e di una donna a stabilire un amore che è incondizionato e dura per tutta la vita.

Nel matrimonio il tuo anello rappresenta le promesse nuziali; non semplici impegni che speravi di onorare, ma precise promesse, dichiarate in pubblico di fronte a testimoni.

Come hai ripetutamente letto in queste pagine, rispettare il patto non. è qualcosa che puoi fare da solo. C'è una buona ragione per cui è stato Dio a iniziare a stringere patti con il suo popolo.
Soltanto lui è in grado di adempiere le condizioni delle sue promesse.
Soltanto lui è in grado di perdonare coloro che sottoscrivono il suo patto quando non si mostrano all'altezza dell'accordo.

Ma lo Spirito di Dio è in te in virtù della fede in suo Figlio e della grazia a te concessa alla salvezza. Significa che puoi esercitare il tuo ruolo e rispettare il patto, qualsiasi cosa possa attentare alla tua fedeltà a esso.

Soprattutto se la persona che hai sposato non è in grado al momento di accogliere il tuo amore, potrà sembrarti sempre più difficile riuscire a rispettare il patto. Ma il matrimonio non è un contratto con clausole per uscirne e eccezioni. Il matrimonio è un patto inteso a escludere ogni possibilità di fare marcia indietro.

Nulla al mondo potrà separare ciò che Dio ha unito. Il tuo amore si basa su un patto.
Centinaia di anni dopo che il profeta Malachia scrisse le parole che seguono, molti si chiedono ancora perché a volte Dio si rifiuti di benedire le loro famiglie e i loro matrimoni. "Dite: Perché? Perché il Signore è testimone fra te e la moglie della tua giovinezza, verso la quale agisci slealmente, sebbene essa sia la tua compagna, la moglie alla quale sei legato da un patto ... Poiché io odio il ripudio, dice il Signore, Dio d'Israele; chi ripudia copre di violenza la sua veste, dice il Signore degli eserciti. Badate dunque al vostro spirito e non siate sleali" (Malachia 2:14 e 16).

Ogni matrimonio è chiamato ad essere un'immagine terrena del patto celeste di Dio con la sua chiesa. Deve rivelare al mondo la gloria e la bellezza dell'amore incondizionato di Dio per noi. Gesù disse: "Come il Padre mi ha amato, così anch'io ho amato voi; dimorate nel mio amore" (Giovanni 15:9).

Che le parole di Gesù ti stimolino a essere un veicolo dell'amore di Dio per la persona che hai sposato.
E il momento adesso, uomo o donna di Dio, di rinnovare il tuo patto d'amore in tutta sincerità e abbandono. L'amore è un tesoro troppo sacro perché vi rinunci per qualcos'altro ed è un legame troppo potente per reciderlo senza subirne gravi conseguenze.
Rinnova fermamente questo amore che Dio ti ha chiamato a curare,
apprezzare e onorare.
La vostra vita insieme vi attende. Osa afferrarla e non lasciarla andare mai più. Ti sfidiamo.

LA SFIDA DI OGGI
RlSCRIVI EX NOVO LE TUE PROMESSE MATRIMONLI ED ESPONILE IN
CASA TUA. FORSE, SE È IL CASO, POTRESTI DECIDERE DI RINNOVARE
FORMALMENTE LE PROMESSE NUZIALI DI FRONTE A UN MINISTRO DI CULTO E IN PRESENZA DEI FAMILIARI. FANNE UN TESTAMENTO VIVENTE DEL VALORE DEL MATRIMONIO AGLI OCCHI DI DIO E DEL GRANDE

 

- Qui il libro in pdf
- Qui il film fireproof

Ritratto di alex

"L'amore non verrà mai meno" (1Corinzi13:8).
Tra tutte le cose che l'amore osa fare questa è la più grande.
  • Minacciato, prosegue per la sua strada.
  • Sfidato, va avanti. 
  • Maltrattato e respinto, non rinuncia.

L'amore non viene mai meno.
Molte volte, quando un matrimonio è in crisi, il coniuge che cerca di far funzionare le cose va dall'altro e dichiara senza mezzi termini che qualunque cosa sia accaduta, in passato, il suo impegno coniugale non è in discussione. Il loro amore non finirà mai.

Se lo sono promessi l'un laltro. Ma lei o lui non vuole saperne e si mantiene sulle proprie posizioni. Vuole farla finita comunque. Non vede un futuro per questo matrimonio. E non vuole neppure vederlo.

Il partner che ha appena aperto il suo cuore ha porto il ramoscello d'olivo non riesce a gestire la reazione. Perciò ritira quanto ha detto. "Bene. Se è questo che vuoi faremo così".
Ma se l'amore è davvero amore, non ciancia quando non viene accolto nel modo in cui vorrebbe. Se all'amore si può dire di smettere d'amare, allora non è vero amore. L'amore che viene da Dio è eterno, inarrestabile. Se l'oggetto del suo affetto sceglie di non accettarlo, l'amore continua comunque a dare.
L'amore non viene mai meno. Mai.

L'amore di Gesù è così. I suoi discepoli erano assolutamente imprevedibili.
Dopo l'ultima cena passata insieme, quando Gesù disse loro che tutti lo avrebbero abbandonato prima dell'alba, Pietro dichiarò: "Quand'anche tu fossi per tutti un'occasione di caduta, non lo sarai mai per me ... Quand'anche dovessi morire con te, non ti rinnegherò.
E lo stesso dissero pure tutti i discepoli." (Matteo 26:33 e 35).

Ma più tardi quella stessa sera, il circolo ristretto dei seguaci di Gesù - Pietro, Giacomo e Giovanni - dormì mentre Cristo agonizzava nel giardino. Mentre Gesù era avviato alla crocifissione Pietro lo rinnegò tre volte nel cortile. Ma la Bibbia ci dice che proprio in quel momento Gesù, "voltatosi, guardò Pietro" (Luca 22:61).

I suoi uomini lo ·avevano abbandonato - di nuovo - poco dopo avergli giurato fedeltà. Eppure egli non smise di amarli, perché lui e il suo amore sono gli stessi "ieri, oggi e in eterno" (Ebrei 13:8).

Quando hai fatto tutto ciò che è in tuo potere per ubbidire a Dio, la persona che hai sposato potrà comunque lasciarti e andarsene; proprio come fecero i seguaci di Gesù. Ma se il tuo matrimonio fallisce, se la persona che hai sposato ti abbandona, non sia mai perché hai rinunciato o hai smesso di amarla.
L'amore non viene mai meno.
Dei nove "frutti dello Spirito" elencati in Galati 5, il primo di tutti è l'amore. E poiché la sua fonte è l'immutabile Spirito Santo - lo stesso Spirito Santo che dimora nel cuore di ogni credente - allora anche lamore che egli crea in te è immutabile. Si fonda sulla volontà di Dio, sulla vocazione di Dio e sulla Parola di Dio - tutte cose immutabili. La Bibbia le definisce "irrevocabili"
(Romani 11 :29). "Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non paseranno" (Luca 21:33).

Appena qualche giorno fa sei stato sfidato a costruire il tuo matrimonio sulla Parola di Dio. Questo perché quando tutto il resto viene meno la Parola di Dio resta stabile. Lungo il percorso sei anche stato esortato a essere paziente, a essere altruista, a sacrificarti per le necessità della persona che hai sposato.
Non sono semplicemente delle belle idee da prendere isolatamente.
Ogni caratteristica dell'amore descritta in questo libro si basa sull'amore di Dio, catturato ed espresso nella Parola di Dio.

Nell'immutabile Parola di Dio. Nessuna sfida o circostanza potrà mai aver luogo che possa assegnare una data di scadenza a lui o al suo amore. Perciò il tuo amore - fatto della stessa sostanza - ha le stesse, immutabili caratteristiche.
L'amore non viene mai meno.
Perciò oggi ti si sfida a esprimere il tuo amore infallibile con le tue parole più potenti e personali. E la tua occasione di dichiarare che a fronte di qualsivoglia difetto - in te e nella persona che hai sposato - il tuo amore è ancora più grande. Non importa che cosa ti abbia fatto e quanto spesso l'abbia fatto, perché sceglie di amare l'altro comunque. Sebbene sia stato ben lungi dall'essere equilibrato nel tuo comportamento nei suoi confronti nel corso degli anni, i tuoi giorni di incoerenza in amore sono giunti al termine.

Accetti quest'uomo o questa donna come un dono speciale di Dio per te e
prometti di amarlo fino alla morte.
Dichiari alla persona che hai sposato: "Anche se non ti piace quello che stai leggendo - anche se io non ti piaccio - scelgo di amarti comunque. Per sempre".
Perché l'amore non viene mai meno.

LA SFIDA DI OGGI
DEDICA DEL TEMPO ALLA PREGHIERA PERSONALE E POI SCRIVI UNA LETTERA DI IMPEGNO E DI PROPOSITO ALLA PERSONA CHE HAI SPOSATO. SPIEGA PERCHÉ TI IMPEGNI IN QUESTO MATRIMONIO SINO ALLA MORTE E DICHIARA CHE HAI DECISO DI AMARLA QUALSIASI COSA SUCCEDA. LASCIA LA LETTERA IN UN POSTO IN CUI POSSA TROVARLA FACILMENTE.

- Qui il libro in pdf
- Qui il film fireproof

Ritratto di alex

"Trova la tua gioia nel Signore, ed egli appagherà i desideri del tuo cuore"
(Salmo 37:4).
C'è qualcosa che piacerebbe davvero tanto alla persona che hai sposato? E con che frequenza te lo chiedi?
Il buonsenso ci dice che non possiamo dare all'altro tutto ciò che potrebbe piacergli. Il nostro budget e il saldo del conto in banca ci informano che probabilmente non potremmo nemmno permettercelo.

Ma anche se potessimo, potrebbe non essere una cosa positiva
per noi. O per l'altro.
Ma forse hai detto "no" con troppa facilità. Forse hai lasciato che questa risposta negativa predefinita diventasse troppo ragionata
e razionale, troppo automatica. E se invece di respingere l'idea facessi del tuo meglio per realizzarla? Che cosa accadrebbe se decidessi di fare per l'altro proprio la cosa che avevi escluso di poter fare?

L'amore a volte dev'essere prodigo. Deve mettercela tutta.
A volte deve mettere da parte le difficoltà tecniche e semplicemente benedire l'altro perché vuole farlo.
E un ragionamento troppo adolescenziale? Un amore del genere non è più sul menu dopo tanti anni di matrimonio? Dopotutto, alla luce di come vanno le cose tra di voi ultimamente, non sarebbe men che sincero accontentare l'altro senza metterci il cuore?
Beh, allora che ne diresti di metterci il cuore? Che ne diresti di abbracciare un nuovo livello di amore che vuole davvero realizzare tutti i sogni e i desideri dell'altro che sei in grado di realizzare?

L'amore di Dio non ha forse soddisfatto bisogni del tuo cuore che un tempo sembravano fuori questione? Vivevi sotto un tale carico di peccato e di rimorso che pensavi che non saresti mai più riuscito a rientrare nelle sue grazie. Ma egli ti guardò con amore e disse che non dovevi temerlo. Ti voleva di nuovo con sé. Voleva che comprendessi il tuo bisogno di lui e che quando ti fossi pentito e rivolto a lui, egli ti verebbe amato e perdonato. "Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore con cui ci ha amati, anche quando eravamo morti nei peccati, ci ha vivificati con Cristo (è per grazia che siete stati salvati)" (Efesini 2:4-5).

Pensavi che fosse giunta la fine quando un certo imprevisto ti ha fatto perdere ogni speranza. Sei scoppiato a piangere e hai gridato a lui. Hai pregato come non avevi mai pregato prima. Non fu facile, ma riuscisti a tirarti su e ad andare avanti e in qualche modo sopravvivesti.

Egli ti venne incontro con la pace da lui promessa, "la pace di Dio, che supera ogni intelligenza" (Filippesi 4:7), e ti rimise in piedi.

Non fu quando ti comportavi come un angelo che Dio scelse di riversare su di te il suo amore. Non fu perché lo meritavi tanto che egli ti offrì la sua grazia. "Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi" (Romani 5:8).

Egl è il tuo modello. E lui che il tuo amore deve imitare. Sebbene non fossi un candidato probabile per il suo amore, egli te lo diede comunque. Egli pagò il prezzo.

Non tutto ciò che la persona che hai sposato vuole ha un prezzo esagerato. Non tutto ciò che desidera può essere acquistato.
Tua moglie potrebbe volere il tuo tempo. Potrebbe volere la tua attenzione. Potrebbe voler essere trattata da te come una signora, sapere che suo marito la considera il suo tesoro più grande. Potrebbe voler vedere nei tuoi occhi un amore che sceglie di esserci qualunque cosa succeda.

Tuo marito potrebbe volere il tuo rispetto. Potrebbe volere che tu lo riconoscessi come capo della casa di fronte ai figli. Potrebbe volere che gli mettessi le braccia intorno al collo senza una ragione apparente, sorprendendolo con un lungo bacio o con un messaggio d'amore quando non c'è nemmeno un compleanno o qualche altro anniversario a giustificarlo. Potrebbe aver bisogno di sapere che lo consideri ancora forte e attraente, come un tempo.

Sogni e desideri si presentano in ogni forma e dimensione.
Ma l'amore si prende amorevolmente cura di ognuno di essi.

  • L'amore ti chiama ad ascoltare ciò che l'altro dice e spera.
  • L'amore ti chiama a ricordare le caratteristiche uniche della vostra relazione, i piaceri e le gioie che suscitano un sorriso sul volto dell'altro.
  • L'amore ti chiama a dare quando sarebbe molto più comodo aspettare.
  • E l'amore ti chiama a sognare a occhi aperti queste opportunità con tale regolarità che i desideri dell'altro diverranno i tuoi. 

Ti sfidiamo a sorprendere la persona che hai sposato. A spiazzarla con la tua gentilezza andando oltre le sue più rosee aspettative. Può essere un sacrificio economico o no, ma in ogni caso deve riflettere un cuore disposto a esprimersi con generosità.

C'è qualcosa che piacerebbe davvero tanto alla persona che hai
spoglato?
E il momento di cercare una risposta concreta a questa domanda.

LA SFIDA DI OGGI CHIEDE CHE COSA LA PERSONA CHE HAI SPOSATO VORREBBE SE FOSSE REALIZZABILE.
FANNE UN SOGGETO DI PREGHIERA E COMINCIA A ELABORARE
UN PIANO PER SODDISFARE QUALCUNO, SE NON TUTTI, DEI SUOI DESIDERI, A QUALSIASI LIVELLO TI SIA POSSIBILE FARLO.

- Qui il libro in pdf
- Qui il film fireproof

Ritratto di alex

L'amore è concorde nella preghiera "Se due di voi sulla terra si accordano a domandare una cosa qualsiasi, quella sarà loro concessa dal Padre mio
che è nei cieli" (Matteo 18:19).

Se qualcuno ti dicesse che cambiando una cosa nel tuo matrimonio potresti avere la certezza quasi assoluta che la vostra vita insieme sperimenterà un notevole miglioramento, vorresti senz'altro sapere di che cosa si tratta.

Per molte coppie devote quella "cosa" è la pratica quotidiana della preghiera insieme.
A chi tende a sminuire le questioni spirituali questo sembrerà alquanto ridicolo. Se gli dicessi che pregare insieme è un elemento fondamentale della longevità del matrimonio e rende più intensa l'intimità sessuale, ti risponderebbero che hai davvvero passato il segno. Ma l'unità che si sviluppa tra un uomo e una donna che pregano regolarmente insieme crea una connessione intensa e potente.

Nel santuario del tuo matrimonio pregare insieme può operare prodigi a ogni livello della relazione.
Quando siete stati uniti come marito e moglie, Dio vi ha fatto un regalo di matrimonio: un compagno di preghiera per tutta la vita.

Quando hai bisogno di saggezza per prendere una determinata decisione tu e il tuo compagno di preghiera potete chiederla a Dio insieme.

Quando sei alle prese con le tue paure e insicurezze, il tuo compagno di preghiera può tenerti per mano e intercedere per te.
Quando non andate d'accordo e non riuscite a superare una determinata questione o un punto d'arresto, potete fare una pausa, deporre le armi ed elevare insieme una preghiera d'emergenza.

Dovrebbe diventare una cosa automatica quando non sapete che cos'altro fare.
È difficile restare a lungo incolleriti con qualcuno per cui stai pregando. E difficile non fare marcia indietro quando senti l'altro gridare umilmente a Dio implorando la sua misericordia nel bel mezzo di una crisi.

In preghiera due persone ricordano che Dio le ha rese una persona sola. E nella stretta della sua presenza unificante la disarmonia sfuma nella bellezza.

Pregare per la persona che hai sposato sprona il tuo cuore a prendersi cura di essa in modo più profondo. Ma la cosa più importante è che Dio gradisce vedervi entrambi umiliarvi e cercare il suo volto insieme. Quando siete concordi nella preghiera egli vi copre di benedizioni.

Il termine usato da Gesù in riferimento alla preghiera di comune accordo veicola l'idea di una sinfonia armonica. Due note separate, suonate una alla volta, suonano differenti. Sono opposte l'una all'altra. Ma suonale insieme - in accordo - e potranno creare un piacevole senso di armonia. Insieme producono un suono più pieno e completo di quanto siano in grado di fare singolarmente.
Concordare in preghiera è proprio questo, anche in mezzo ai disaccordi. Vi tira entrambi indietro verso il vero centro. Vi porta su un terreno comune, a faccia a faccia con il Padre. Ristabilisce l'armonia in mezzo ai contrasti.
La chiesa - che nella Bibbia ha una connotazione coniugale con Cristo - può a volte essere un luogo dove regna il conflitto.

La disarmonia che può svilupparsi in merito a varie questioni, può distogliere la chiesa dalla sua missione e interrompere il libero corso dell'adorazione e dell'unità. A volte i leader di chiese consacrate si rendono conto di quello che sta succedendo, pongono fine alle discussioni e esortano il popolo di Dio a pregare.

Invece di continuare ad essere in disaccordo e a permettere che altri sentimenti vengano feriti, i credenti cercheranno allora l'unità rivolgendo di nuovo il proprio cuore a Dio e facendo appello al suo aiuto.

La stessa cosa accade in casa nostra quando facciamo intervenire la preghiera, anche in mezzo alle discussioni più accese. L' emorragia si ferma. Il tono delle voci si abbassa. Vi fermate consapevoli della presenza dinanzi alla quale vi trovate.

Ma la preghiera fa molto di più che porre fine alle dispute.
La preghiera è un privilegio da godere su base costante, quotidiana.
Quando sai che prima di andare a letto ti attende una parentesi di preghiera, il modo in cui trascorri la serata cambierà. Anche se le vostre preghiere insieme sono caratteristicamente brevi e vanno dritte al sodo, diventeranno comunque un appuntamento fisso intorno al quale potrete far ruotare la vostra giornata, tenendo sempre

Dio al centro di tutto.
È vero che prendere un'abitudine come questa può sembrare difficile e imbarazzante. Qualcosa di così potente non può che sorprenderti con il suo peso e le sue responsabilità quando provi a dedicartici sul serio. Ma tieni a mente che Dio vuole che prendi questo impegno con lui - ti invita a farlo - e ti farà crescere quando considererai la cosa seriamente e supererai quei momenti in cui non
sai che cosa dire.
Poi guarderai indietro a quel filo comune che ha percorso ogni momento, dai lunedì qualunque alle decisioni ipiportanti, e sarai grato per questa "cosa" che ha cambiato tutto. E un'area in cui è imperativo essere concordi nel concordare.

LA SFIDA DI OGGI
CHIEDI ALLA PERSONA CHE HAI SPOSATO SE POTETE INIZIARE A PREGARE INSIEME. DISCUTI RIGUARDO AL MOMENTO MIGLIORE PER FARLO, SE AL MATTINO, ALL'ORA DI PRANZO O PRIMA DI ANDARE A LETTO. USATE QUEI MOMENTI PER AFFIDARE A DIO LE VOSTRE PREOCCUPAZIONI, I VOSTRI DISACCORDI E I VOSTRI BISOGNI.
NON DIMENTICATE DI RINGRAZIARLO PER
LA SUA PROVVIDENZA E PER LE SUE BENEDIZIONI. SE LA PERSONA CHE HAI SPOSATO NON VOLESSE SAPERNE, DECIDI DI PREGARE UGUALMENTE DA SOLO OGNI GIORNO.


- Qui il libro in pdf

- Qui il film fireproof

 

Ritratto di alex

L'amore è la Parola di Dio
"La tua Parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero" (Salmo 119:105)

Per alcune persone la Bibbia è semplicemente troppo difficile da comprendere. E come una sfida impossibile. Non sanno da dove iniziare, né come farlo. Ma come cristiano non sei lasciato solo a cercare di afferrare le tematiche principali e i profondi significati della Bibbia. Lo Spirito Santo, che adesso vive nel tuo cuore grazie alla salvezza, è colui che fa luce sulla verità. "Lo Spirito scruta ogni cosa, anche le profondità di Dio" (1 Corinzi 2: 10).
 
Grazie a questa luce interiore puoi leggere, assimilare, comprendere e mettere in pratica la Bibbia nella tua vita. Ma prima devi prendere l'impegno di farlo.

- Sii in essa.

Se non hai ancora labitudine di farlo, è il momento per te di iniziare a leggere un brano della Bibbia ogni giorno. Idealmente,
Potreste leggerla insieme come marito e moglie; al mattino, magari, o prima di andare a letto.
Imita il Salmista, che poteva dire: "Ti ho cercato con tutto il mio cuore; non lasciare che mi allontani dai tuoi comandamenti. Ho conservato la tua parola nel mio cuore per non peccare contro di te" (Salmo 119:10-11).

Coloro che leggono la Bibbia regolarmente scoprono presto che le parole in essa contenute: "sono più desiderabili dell'oro, anzi, più di molto oro finissimo; son più dolci del miele, anzi, di quello che stilla dai favi" (Salmo 19:10).

Sottomettiti a essa.

Hai ragione, la comprensione della Bibbia può richiedere un notevole impegno. Per questo è molto importante far parte di una chiesa dove la Parola di Dio viene insegnata e predicata fedelmente. Sentendola spiegata nei sermoni e negli studi biblici ottieni una visione più ampia ed equilibrata di ciò che Dio dice per mezzo di essa. Inoltre ti unisci con altri che fanno il tuo stesso cammino e che co~ te vogliono cibarsi delle verità contenute nella Bibbia. "Perse.vera nelle cose che hai imparate e di cui hai acquistato la certezza, sapendo da chi le hai imparate"
(2 Timoteo 3:14)
 

Vivila.

A differenza della maggior parte degli altri libri, che devono soltanto essere letti e assimilati, la Bibbia è un libro vivente.
Vive poiché lo Spirito Santo continua a echeggiare nelle sue parole. Vive perché, a differenza degli antichi scritti di altre religioni, il suo Autore è vivo. E vive perché diventa parte di chi tu sei, di quello che pensi e di quello che fai. "Mettete in pratica la parola e non ascoltatela soltanto, illudendo voi stessi" (Giacomo 1:22).

Gesù parlò di persone che costruiscono la loro vita sulla sabbia; sulla propria logica, sulle proprie intuizioni, sui propri ragionamenti. Ma quando le tempeste della vita cominciano a soffiare, cosa che accadrà sempre, le fondamenta di sabbia hanno come conseguenza la rov!na totale. Quelle case possono presentarsi bene per un po', ma la tragedia è inevitabile. Finiranno per crollare.

Ma Gesù disse: "Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica sarà paragonato a un uomo avveduto che ha costruito la sua casa sopra la roccia. La pioggia è caduta, sono venuti i torrenti, i venti hanno soffiato e hanno investito quella casa; ma essa non è caduta, perché era fondata sulla roccia" (Matteo 7:24-25).

Quando la tua casa è fondata sulla roccia dell'immutabile Parola di Dio, è assicurata contro la distruzione.
Questo perché Dio ha il piano giusto per ogni cosa e ha rivelato questi piani nella sua Parola. Sono lì per chiunque voglia leggerli e metterli in pratica.
  • Dio ha un piano per il modo in cui gestisci il denaro.
  • Un piano per il modo in cui educhi i figli.
  • Un piano per il modo in cui devi trattare il tuo corpo.
  • Un piano per il modo in cui devi usare il tuo tempo.
  • Un piano per il modo in cui devi affrontare i conflitti. 

Non credi che il tuo Creatore sappia esattamente ciò di cui hai bisogno?
Se leggere la Bibbia regolarmente è una novità per te, ti sorprenderà constatare con quale rapidità comincerai a pensare in modo differente e con una visione eterna. E se sei seriamente intenzionato a stabilire strategie di vita basate sul modo in cui Dio vuole che si facciano le cose, egli ti guiderà a mettere in collegamento ciò che leggi con la sua applicazione pratica. E un viaggio illuminante pieno di continue scoperte.

Con il passare del tempo i principi di Dio diventeranno sempre più stabili e persistenti in ogni aspetto della tua vita che gli sottometti.
Ma ogni parte di te che gli neghi, scegliendo invece di cercare di occupartene da solo, è destinata a indebolirsi e infine fallire quando le tempeste della vita ti colpiranno. Potrebbe di fatto trattarsi di un'area che accelera il crollo della tua casa e del tuo matrimonio.
 
Le coppie sagge costruiscono la propria casa sulla roccia della Parola di Dio. Sanno che cosa può fare la sabbia. Sanno come ci si sente quando le fondamenta cedono. Per questo devi decidere di costruire la tua vita e il tuo matrimonio sulla roccia solida della Bibbia. Allora potrai contare su un futuro più stabile, a prescindere dalla violenza delle tempeste.

LA SFIDA DI OGGI
IMPEGNATI A LEGGERE LA BIBBIA OGNI GIORNO. TROVA UN BUON LIBRO CHE TI INSEGNI A FARLO CON METODO. SE LA PERSONA CHE HAI SPOSATO È APERTA AL RIGUARDO, CONVINCILA A FARE LO STESSO. INIZIA A SOTTOMETTERE OGNI AREA DELLA TUA VITA ALLA SUA GUIDA E INIZIA A COSTRUIRE SULLA ROCCIA. 
 
- Qui il libro in pdf

 
Ritratto di alex

L'amore rende conto

"I disegni falliscono, dove mancano i consigli, a riescono, dove sono molti i consiglieri" (Proverbi 15:22).

Imponenti sequoie torreggiano a centinaia di metri nell'aria e sono in grado di resistere a intense pressioni ambientali. Un fulmine può colpirle, possono soffiare venti impetuosi e possono ritrovarsi circondate da un incendio boschivo. Ma le sequoie resistono, rimangono salde, diventando soltanto più forti dopo ogni prova.

Uno dei segreti della forza di questo albero gigante è ciò che accade sotto la superficie. A differenza di altri alberi, le sequoie spandono intorno le proprie radici mettendole in collegamento con quelle delle altre sequoie vicine. In questo modo ogni sequoia ottiene forza e vigore dalle altre.

Il segreto della sequoia è anche una chiave per conservare un matrimonio sano e forte. Una coppia che affronta i problemi da sola avrà più probabilità di disintegrarsi in tempo difficili. Tuttavia, chi inserisce la propria vita in una rete di matrimoni forti aumenta radicalmente le proprie possibilità di sopravvivere alle tempeste più violente. E di importanza cruciale che un marito e una moglie cerchino consigli ispirati, amicizie sane e mentori con esperienza.

Chiunque ha bisogno di consigli saggi nel corso della vita.
Le persone sagge li cercano in continuazione e li accolgono con favore. Gli stolti non li cercano e quando gli vengono dati li ignorano.

La Bibbia lo spiega chiaramente: "La via dello stolto è diritta ai suoi occhi, ma chi ascolta i consigli è saggio" (Proverbi 12:15).

Ottenere consigli saggi è come avere una mappa stradale dettagliata e una guida personale al fianco quando si affronta un viaggio lungo e impegnativo. Può fare la differe~a tra un successo costante e la distruzione di un altro matrimonio. E di vitale importanza che invitate altre coppie stabili a rendervi partecipi della saggezza acquisita attraverso i propri successi e fallimenti.

Perché sprecare la vostra vita a imparare dolorose lezioni quando potreste scoprire le stes.§e verità in poche ore di saggia consulenza?
Perché non attraversare ponti che altri hanno costruito?

La saggezza vale più dell'oro. Non accettarla è come lasciarsi sfuggire tra le dita monete di valore inestimabile I validi consulenti matrimoniali vi mettono in guardia prima che prendiate una decisione sbagliata. Vi incoraggiano quando siete pronti a rinunciare. E si complimentano con voi quando giungete a
nuovi livelli di intimità nella vostra relazione.

C'è qualche coppia più anziana o una persona amica dello stesso genere a cui potresti rivolgerti per avere consigli, sostegno in preghiera e a cui rendere conto su base regolare?
C'è qualcuno nella tua vita che sa colpire nel segno quando parla con te?

Tu e la persona che hai sposato avete bisogno di questo genere di amici e di mentori su base regolare. La Bibbia afferma: "Esortatevi a vicenda ogni giorno ... perché nessuno di voi s'indurisca per la seduzione del peccato" (Ebrei 3:13).

Troppo spesso ci isoliamo dagli altri. Se non stiamo attenti finiremo pèr allontanare le persone che più amiamo. Devi proteggerti dalle influenze negative.

Tutti hanno un'opinione e certe persone ti incoraggeranno ad agire da egoista e lasciare la persona che hai accanto per cercare la tua felicità.

Fa' attenzione ai consigli provenienti da persone che non vivono un buon matrimonio. Se il tuo matrimonio è appeso a un filo o è già sulla via del divorzio, allora devi fermare tutto e cercare una solida consulenza il più presto possibile.

Chiama un pastore, un consulente credente o un ministero per coniugi oggi stesso.

Per quanto sulle prime tu possa trovare difficile aprire il cuore a un estraneo, il tuo matrimonio merita ogni secondo speso e ogni sacrificio che farai per esso.

Anche se il tuo matrimonio è abbastanza stabile, hai ugualmente bisogno di mentori onesti e aperti; di persone che soffino vento nelle tue vele e rendano il tuo matrimonio ancora migliore. Come si sceglie un buon mentore? Devi cercare una persona che abbia il genere di matrimonio che tu vuoi. Devi cercare una persona che metta Cristo al di sopra di tutto il resto. Devi cercare una persona che non viva in base alle proprie opinioni, ma sulla base dell'immutabile Parola di Dio. E il più delle volte questa persona sarà probabilmente felice che tu le abbia chiesto aiuto.

Comincia a pregare Dio affinché mandi una persona del genere nella tua vita.
Poi scegli il momento per incontrarla e parlarle.

Se non ti sembra così importante non sarebbe male se ti chiedessi perché. Hai qualcosa da nascondere? Hai paura di provare imbarazzo?
Pensi che il tuo matrimonio sia esente dal bisogno di un aiuto esterno? Tuffarti in un fiume di influenze positive non ti attira? Non fare il capitano di un altro divorzio "titanico" ignorando i segnali d'avvertimento intorno a te quando qualcuno potrebbe ancora aiutarti.

Ecco un importante promemoria tratto dalla Bibbia: "Ciasçuno di noi renderà conto di sé stesso a Dio" (Romani 14:12). E un appuntamento irrevocabile. E sebbene siamo tutti considerati responsabili per il modo in cui lo affrontiamo, siamo certamente in grado di tollerare tutto l'aiuto che gli altri possono darci.

Potrebbe essere giusto l'influenza relazionale che trasformerà il nostro matrimonio da mediocre a meraviglioso.

LA SFIDA DI OGGI
TROVA UN CONSULENTE MATRIMONIALE, UN CREDENTE FORTE CHE SAPRÀ ESSERE ONESTO E AMOREVOLE CON TE. SE SENTI CHE LA CONSULENZA È NECESSARIA COMPI IL PRIMO PASSO E FISSA UN APPUNTAMENTO. DURANTE QUESTO PROCESSO CHIEDI A DIO DI GUIDARE LE TUE DECISIONI E IL TUO DISCERNIMENTO.

 

Ritratto di alex

"L'amore ... non gode dell'ingiustizia, ma gioisce con la verità"
(1 Corinzi 13:6).
 
Dal momento in cui chiudi la Bibbia al mattino, quasi tutto quello che incontrerai nel corso della giornata cercherà di allontanarti dalle sue verità. Le opinioni dei tuoi colleghi di lavoro, le notizie diffuse dalla televisione, i siti Web che frequenti, le varie tentazioni della giornata; tutte queste cose e altre ancora ci daranno dentro per modellare la tua percezione di ciò che è vero e più desiderabile nella vita.
 
Ti diranno che avere uno schianto di moglie che si veste per attirare l'attenzione degli uomini è una buona cosa. Ti diranno che il linguaggio scurrile e l'immoralità nei film non sono un problema per gli adulti. Ti diranno che la chiesa non ha importanza ipella vita di una persona. Ti diranno che dobbiamo tutti trovare Dio a mooo nostro.
 
Ti diranno una gran quantità di cose. E le diranno a voce così alta e così di frequente che se non facciamo attenzione, rischieremo di credere che le cose stanno proprio come dicono. Potremmo iniziare a dare valore alle stesse cose a cui gli altri danno valore e a pensare come tutti pensano.
 
Ma il significato di "vita vera" muta drammaticamente quando comprendiamo che la Parola di Dio è l'espressione definitiva di ciò che la vita vera è. Gli insegnamenti che contiene non sono semplicemente delle valide ipotesi su ciò che dovrebbe avere importanza.
 
Sono principi che riflettono il modo in cui le cose sono realmente, il modo in cui Dio voleva che la vita fosse quando la creò. I suoi ideali e le sue istruzioni sono i soli sentieri per giungere alla vera benedizione e quando vediamo qualcuno che li segue in ubbidienza al Signore, dovremmo rallegrarcene.
 
Qual è la cosa concernente tuo marito che ti rende più orgogliosa? Quando viene a casa con un trofeo del torneo di golf della ditta o quando riunisce la famiglia prima di andare a letto per pregare insieme e leggere la Bibbia?
 
Qual è la cosa concernente tua moglie che ti riempie maggiormente di gioia? Quando prova una nuova tecnica di tinteggiatura per la stanza dei bambini o quando la vedi perdonare il vicino il cui cane le ha sradicato le piante?
 
Sei la persona più influente nella vita di tua moglie o di tuo marito. Hai mai usato tale influenza per guidare laltro a onorare Dio o a disonorarlo?
 
L'amore gioisce di ciò che è gradito a Dio. Quando la persona che hai sposato sviluppa sempre più il carattere del credente, persevera nella fede, ricerca la purezza e abbraccia ruoli di donatore e di servitore - divenendo spiritualmente responsabile nella vostra casa - la Bibbia ci esorta a celebrare la cosa. La parola "gioisce" in 1 Corinzi 13:6 racchiude il concetto di entusiasmo assoluto, di un plauso fragoroso per ciò che quella persona sta permettendo a Dio di compiere nella propria vita.
 
L'apostolo Paolo, che contribuì a fondare e sviluppare molte chiese. del primo secolo, scrisse nelle sue lettere quanto lo rendesse felice essere informato della fedeltà e della crescita spirituale dei credenti. "Noi dobbiamo sempre ringraziare Dio per voi, fratelli, com'è giusto, perché la vostra fede cresce in modo eccellente, e l'amore di ciascuno di voi tutti per gli altri abbonda sempre di più; in modo che noi stessi ci gloriamo di voi nelle chiese di Dio, a motivo della vostra costanza e fede in tutte le vostre persecuzioni e nelle afflizioni che sopportate" (2 Tessalonicesi 1:3-4).
 
L'apostolo Giovanni, che era stato al fianco di Gesù e che era diventato uno dei leader principali della chiesa primitiva, scrisse una volta al suo gregge: "Non ho gioia più grande di questa: sapere che i miei figli camminano nella verità" (3 Giovanni 4).
 
Dovrebbe essere questo a stimolarci quando lo vediamo accadere nella persona che abbiamo sposato. Più di quando riesce a risparmiare sulla spesa. Più di quando ha successo sul lavoro. A volte, accettando il punto di vista della cultura moderna su ciò per cui dovremmo congratularci con la persona che abbiamo sposato, rischiamo di renderci colpevoli di incoraggiarla a peccare; magari alimentandone la vanità o lasciando che i maschi si comportino da maschi.
 
Ma l'amore "non gode dell'ingiustizia"; nostra o della persona che abbiamo sposato. Piuttosto, l'amore "gioisce con la verità", come fece l'apostolo Paolo quando scrisse ai Romani: "Quanto a voi, la vostra ubbidienza è nota a tutti. Io mi rallegro dunque per voi, ma desidero che siate saggi nel bene e incontaminati dal male" (Romani 16:19).

Sapeva che la ricerca della devozione, della purezza e della fedeltà era l'unico modo che avevamo per trovare gioia e appagamento autentici. Essere "saggi" riguardo alla santità e "incontaminati" riguardo al peccato - rimanendo infaticabili e intransigenti mentre affrontiamo la vita - è la tattica per vincere
agli occhi di Dio.
 
E che cosa potremmo augurare di più alla persona che abbiamo sposato che sperimentare il meglio di Dio nella sua vita?
Sii felice per ogni successo della persona che ti sta accanto. Ma conserva le tue più sentite congratulazioni per il momento in cui la vedrai onorare Dio con l'ubbidienza e l'adorazione.

LA SFIDA DI OGGI

PENSA AD UNA CIRCOSTANZA SPECIFICA E RECENTE IN CUI LA PERSONA CHE HAI SPOSATO HA DIMOSTRATO IN MODO EVIDENTE UN CARATTERE CRISTIANO. LODALA PER QUESTO AD UN CERTO PUNTO DELLA GIORNATA DI OGGI.
 
Ritratto di alex

"Se due dormono assieme, si riscaldano; ma chi è solo, come farà a riscaldarsi?" (Ecclesiaste 4: 11 ).

Dio creò il matrimonio prendendo un uomo e una donna e unendoli in una stessa carne. E sebbene l'amore debba essere disposto ad agire da solo, se necessario, è sempre meglio quando non si limita a un assolo.

L'amore può agire da solo quando non è possibile fare altrimenti, ma c'è "una via, che è la via per eccellenza" (1Corinzi12:31). E l'amore non osa smettere di amare prima di esservi arrivato.

La caratteristica di "completamento" dell'amore fu rivelata all'umanità sin dal principio. Dio diede origine alla razza umana con un maschio e una femmina, due modelli simili, ma complementari, concepiti per operare in armonia.
I nostri corpi sono fatti l'uno per l'altro. La nostra natura e il nostro temperamento conferiscono equilibrio e ci permettono di completare in modo più efficace il compito assegnato. Dalla nostra unione possono nascere dei figli e collaborando potremo educarli al meglio per farli giungere sani all'età matura.

Quando uno è debole, l'altro è forte. Quando uno ha bisogno di essere tirato su, l'altro è in grado di risollevarlo e di incoraggiarlo. Moltiplichiamo le reciproche gioie e dividiamo i reciproci dolori.

La Bibbia afferma: "Due valgono più di uno solo, perché sono ben ricompensati della loro fatica. Infatti, se l'uno cade, l'altro rialza il suo compagno; ma guai a chi è, solo e cade senz'avere un altro che lo rialzi!" (Ecclesiaste 4:9-10). E come le nostre mani, che non coesistono semplicemente, ma moltiplicano l'una l'efficacia dell'altra.

Per fare quello che fanno nessuna delle due è completa senza l'altra. Sebbene le nostre differenze possano spesso essere fonte di incomprensioni e di conflitti, sono state create da Dio e possono essere di costante benedizione, se le rispettiamo.

Uno dei due potrebbe essere più abile in cucina, per esempio, mentre l'altro sarà più portato a lavare i piatti. O magari uno è più mite e in grado di mantmere la pace tra i membri della famiglia, mentre l'altro sa gestire la disciplina in modo più diretto e efficace.

Uno potrebbe essere portato per gli affari, ma avrà bisogno che l'altro gli ricordi di essere generoso.

Quando impariamo ad accettare queste distinzioni nella persona che ci sta accanto, possiamo evitare le critiche e passare direttamente ad aiutarci e ad apprezzarci reciprocamente.

Ma alcuni non riescono proprio a passare sopra alle differenze e di conseguenza sprecano molte opportunità. Non approfittano dell'unicità che rende ognuno dei due più efficace includendo al contempo l'altro. Nella Bibbia troviamo un esempio di ciò in Ponzio Pilato, il governatore romano che presiedette al processo contro Gesù. Ignaro di chi Cristo fosse e andando contro il proprio avviso, si lasciò influenzare dalla folla che chiedeva la crocifissione di Gesù.

Ma la moglie di Pilato, più sensibile nei confronti di ciò che stava realmente accadendo, lo raggiunse all'apice del boato della folla e lo avvertì che stava commettendo uno sbaglio. "Mentre egli sedeva in tribunale, la moglie gli mandò a dire: Non aver nulla a che fare con quel giusto, perché oggi ho sofferto molto in sogno per causa sua" (Matteo 27:19).

Era evidentemente una donna di grande acume che aveva colto la portata di quegli eventi prima di suo marito. Certamente la sovranità di Dio era all'opera e nulla avrebbe impedito a suo Figlio di marciare ubbidiente verso la crocifissione per amor nostro.

Ma il fatto che Pilato non diede peso all'intuizione di sua moglie rivela un aspetto infelice della natura dell'uomo che viene spesso minimizzato. Dio creò le mogli affinché completassero i mariti e concede loro una comprensione delle cose che spesso agli uomini manca. Se il loro discernimento viene ignorato, è spesso a detrimento dell'uomo che prende la decisione.

L'efficacia del tuo matrimonio dipende dalla vostra collaborazione. Devi prendere delle decisioni importanti concernenti le vostre risorse finanziarie o il vostro piano di pensionamento? Hai un grosso problema con un collega di lavoro che diventa sempre più intrattabile e stai cercando il modo migliore per affrontarlo? Sei assolutamente convinto che le.tue scelte per I' educazione dei figli sono giuste, qualsiasi sia l'opinione dell'altro genitore?

Non cercare di compiere tutte le analisi da solo. Non impedire all'altro di esprimere la sua opinione su questioni che riguardano entrambi. L'amore è consapevole che Dio vi ha messi insieme di proposito. E sebbene tu possa finire per non essere d'accordo con il punto di vista dell'altro, dovresti comunque rispettare e prendere seriamente in considerazione le sue opinioni. Questo onora il piano di Dio per la vostra relazione e salvaguarda l'unità che egli ha stabilito.

Uniti insieme siete maggiori delle singole parti. Avete bisogno l'uno dell'altro, vi completate l'un l'altro.

LA SFIDA DI OGGI
RICONOSCI CHE LA PERSONA CHE HAI SPOSATO È ESSENZIALE PER IL TUO SUCCESSO FUTURO. FALLE SAPERE OGGI CHE DESIDERI COINVOLGERLA NELLE TUE PROSSIME DECISIONI E CHE HAI BISOGNO DEL SUO PUNTO DI VISTA E DEI SUOI CONSIGLI. SE IN PASSATO HAI IGNORATO LA SUA OPINIONE, AMMETTI IL TUO ERRORE E CHIEDILE PERDONO.

Ritratto di alex

"Il marito renda alla moglie ciò che le è dovuto; lo stesso faccia la moglie verso il marito" (1Corinzi7:3).
 
Alcune persone pensano che la Bibbia non abbia nulla di buono da dire riguardo al sesso, come se Dio fosse interessato soltanto a dirci quando non farlo e con chi non farlo.

In realtà, tuttavia, la Bibbia ha molto da dire sul sesso e sulla benedizione che esso può essere per marito e moglie. Persino i suoi limiti e le sue restrizioni sono il modo che Dio usa per mantenere le nostre esperienze sessuali a un livello bel superiore rispetto a quelle reclamizzate in televisione e nei film.

Nel matrimonio cristiano il romanticismo,è destinato a prosperare e fiorire. Dopotutto è stato creato da Dio. E un modo per celebrare ciò che Dio ha donato, diventando una cosa sola con la persona che abbiamo sposato e perseguendo allo stesso tempo la purità e la santità. Egli prova diletto quando questo accade.

Il Cantico dei Cantici, per esempio, sebbene spesso considerato soltanto un'allegoria della passione di Dio per il suo popolo, è in realtà una splendida storia d'amore. Descrive poeticamente l'unione sessuale tra marito e moglie, mostrando come ognuno dei due risponde all'altro. Esprime come l'onestà e la comprensione nelle questioni sessuali conducano a una vita di fiducioso amore insieme.

È vero che il sesso è soltanto un aspetto del matrimonio. Ma con il passare del tempo uno dei due lo considererà probabilmente molto più importante rispetto all'altro. Di conseguenza la natura della vostra unità come marito e moglie sarà minacciata e in pericolo.

Ricordiamo che le basi bibliche del matrimonio furono originariamente espresse con la creazione di Adamo e Eva. Lei fu creata per essere un aiuto adatto a lui (Genesi 2:18). L'unità della loro relazione e dei loro corpi fisici era così forte che fu loro detto di diventare "una stessa carne" (Genesi 2:24).

Questa stessa unità distingue ogni matrimonio. Nell'atto romantico uniamo i nostri cuori in un'espressione d'amore che nessun'altra forma di comunicazione può eguagliare. Per questo la Bibbia afferma: "Il letto coniugale non sia macchiato da infedeltà" (Ebrei 13:4).

Non dobbiamo condividere la stessa esperienza con nessun altro.
 
Ma siamo deboli. E quando questo bisogno legittimo non viene soddisfatto - quando l'altra persona lo considera egoistico e impegnativo - il nostro cuore si allontana dal matrimonio e siamo tentati di soddisfare il bisogno altrove e in altro modo.
 
Per contrastare questa tendenza Dio stabilì per il matrimonio la mentalità della "stessa carne".
"La moglie non ha potere sul proprio corpo, ma il marito; e nello stesso modo il marito non ha potere sul proprio corpo, ma la moglie" (1 Corinzi 7:4).
 
Il sesso non deve essere usato come un oggetto di scambio. Non è qualcosa che Dio ci permette di rifiutare senza conseguenze. Sebbene possano certamente verificarsi abusi in questa cornice concepita da Dio, il nocciolo del matrimonio consiste nel fare di tutto per soddisfare i bisogni dell'altra persona.

Il sesso è un'opportunità che Dio ci ha dato per farlo.
Perciò la Bibbia esorta: "Non privatevi l'uno dell'altro, se non di comune accordo, per un tempo, per dedicarvi alla preghiera; e poi ritornate insieme, perché satana non vi tenti a motivo della vostra incontinenza" (1 Corinzi 7:5).

Tu sei la persona chiamata e designata da Dio per soddisfare i bisogni sessuali della persona che hai sposato. Se lasci che si crei una distanza tra voi due in questo campo, se permetti alla noia di prendere piede, stai privando l'altro di qualcosa che gli appartiene di diritto e in modo esclusivo.

Se comunichi all'altro - con parole, azioni o inerzia - che il sesso non dovrebbe avere più spazio di quanto tu voglia concedergliene, lo privi di un senso di onore e di affettuosità che è stato introdotto nel matrimonio per mandato biblico. Violi l'unità del matrimonio in "una stessa carne".

Perciò, che tu sia il coniuge che viene privato o quello che priva l'altro, sappi che il piano di Dio per voi è che vi incontriate a metà strada e giungiate a un accordo. Ma sappi anche che non arriverai a quel punto mettendo il broncio, litigando o pretendendo.

L'amore è l'unico mezzo per ristabilire un'unione affettuosa tra di voi.
Tutto ciò che La sfida dell'amore implica: pazienza, benevolenza, altruismo, sollecitudine, protezione, onore, perdono, avrà un ruolo nel rinnovare la vostra intimità sessuale. Quando l'amore di Cristo è alla base del vostro matrimonio, potrete godere la forza della vostra amicizia e della vostra relazione sessuale ad un livello che questo mondo non potrà mai conoscere

Dio ha dichiarato: "Siete stati comprati a caro prezzo" (1 Corinzi 6:20a). Egli si è innamorato di te e ha fatto di tutto per indurti a desiderarlo. Adesso è il tuo turno di pagare il prezzo dell'affetto per conquistare il cuore dell'altro.

Facendolo godrai il puro diletto che sgorga quando l'unione sessuale avviene per le ragioni giuste. E come se non bastasse avrai anche lopportunità di
glorificare Dio nel tuo corpo (1Corinzi6:20b). Che meraviglia!

LA SFIDA DI OGGI
SE È POSSIBILE TENTA OGGI UN APPROCCIO SESSUALE CON LA PERSONA CHE HAI SPOSATO. FALLO IN UN MODO CHE ONORI QUEL CHE TI HA DETTO, O HA SOTTINTESO, RIGUARDO A CIÒ DI CUI HA BISOGNO DA TE IN CAMPO SESSUALE. CHIEDI A DIO DI RENDERLO PIACEVOLE PER ENTRAMBI E DI USARLO PER FARVI RAGGIUNGERE UNA MAGGIORE INTIMITÀ. .,
 
Ritratto di alex

Non è necessaria molta esperienza per scoprire che la persona che hai sposato non stimolerà sempre il tuo amore. Di fatto, molte volte ti demotiverà. Più spesso di quanto vorresti, ti sarà difficile trovare l'ispirazione giusta per manifestare il tuo amore. Un'altra persona potrebbe persino non accettarlo quando lo esprimi. E semplicemente la natura della vita, anche in matrimoni discretamente sani.

Sebbene l'umore e le emozioni possano creare ogni genere di impulsi motivazionali cangianti, ce n'è uno che resterà sempre stabile. Quando è Dio il motivo per cui ami, la tua capacità di amare è garantita.

È così perché l'amore viene da lui.
Vedila in questo modo. Quando eri piccolo i tuoi genitori ti avranno certamente dato delle regole da rispettare. Dovevi andare a letto ad una certa ora. Dovevi tenere la camera accettabilmente in ordine. Prima di poter andare a giocare dovevi aver finito i compiti per la scuola. Se non eri diverso dagli altri facevi uno strappo a queste regole con la stessa frequenza con cui le rispettavi. E se non vi fossi stato costretto dalle imposizioni e dalle conseguenze avresti disubbidito del tutto.

Ma se lungo il percorso hai incontrato Cristo o hai ricevuto una qualche sorta di insegnamento biblico, probabilmente sei venuto in contatto con questo concetto: "Figli, ubbidite ai vostri genitori in ogni cosa, poiché questo è gradito al Signore" (Colossesi 3:20).

Se hai preso a cuore questa esortazione, ti sei reso conto che non era più soltanto ai tuoi genitori che dovevi rispondere.
Non era più un conflitto di volontà tra te e una figura autoritaria in carne e ossa. Adesso era una questione tra te e Dio. Mamma e papà erano soltanto gli intermediari.

A conti fatti, però, la relazione tra genitori e figli non è la sola cosa che migliora quando. permetti a Dio di diventare la tua motivazione di base. .

Considera le seguenti aree in cui dovremmo perseguire l'obiettivo di essere graditi a Dio:

  • Lavoro. "Qualunque cosa facciate, fatela di buon animo, come per il Signore e non per gli uomini" (Colossesi 3:23).
  • Servizio. "Servi, ubbidite in ogni cosa ai vostri padroni secondo la carne; non servendoli soltanto quando vi vedono, come per piacere agli uomini, ma con semplicità di cuore, temendo il Signore" (Colossesi 3:22). Tutto. "Qualunque cosa facciate, fatela di buon animo, come per il Signore e non per gli uomini, sapendo che dal Signore riceverete per ricompensa l'eredità. Servite Cristo, il Signore!" (Colossesi 3:23-24).
  • Persino il matrimonio. "Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti, come si conviene nel Signore" (Colossesi 3:18). "Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato sé stesso per lei" (Efesini 5:25).

L'amore che si esige da te nel matrimonio non dipende dalla dolcezza o dall'adeguatezza della persona che hai sposato. L'amore tra marito e moglie dovrebbe avere un obiettivo primario: onorare il Signore con devozione e sincerità. Il fatto che in questo sia di benedizione per la persona amata, è semplicemente un meraviglioso beneficio aggiuntivo.

Questo mutamento di prospettiva è di importanza cruciale per un cristiano. Essere in grado di svegliarti sapendo che Dio è la tua fonte e Colui che provvede per te - non soltanto per i tuoi bisogni personali, ma anche per quelli della persona che hai sposato - cambia completamente la ragione per cui interagisci con l'altro.

Non è più questa persona imperfetta a decidere quanto amore manifesterai, ma è il tuo Dio perfetto che può usare anche una persona imperfetta come te per concedere amorevole favore a un'altra persona.
E diventato alquanto difficile vivere con tua moglie ultimamente?
La lentezza con cui supera un disaccordo ti fa perdere la pazienza?
Non potrebbe semplicemente piantarla? Non negarle il tuo amore solo perché la pensa diversamente da te. Amala come se lo facessi per il Signore.

Tuo marito non ti ascolta, non ti parla più di tanto e pare preso da qualcosa che non ha alcun interesse a condividere con te?
Ti ferisce la sua indisponibilità ad aprirsi con te? Sei stanca del fatto che sia così brusco con te e che non si occupi nemmeno dei figli come dovrebbe? Non ribattere con una doppia dose di silenzio e disattenzione. Amalo comunque. Come se lo facessi per il Signore.

L'amore motivato solo dal dovere, non può resistere a lungo. E l'amore che è motivato soltanto da condizioni favorevoli non avrà mai la certezza di avere sufficiente ossigeno per continuare a respirare. Soltanto lamore elevato come un'offerta a Dio - restituito a lui in segno di gratitudine per tutto ciò che ha fatto - è in grado di sostenersi quando tutte le altre ragioni hanno perduto la capacità di stimolarci.

Chi si accontenta di un matrimonio mediocre può lasciare il proprio amore al caso e sperare per il meglio. Ma se vuoi dare alla persona che hai sposato il miglior amore possibile, hai bisogno di mirare alla più elevata motivazione dell'amore. L'amore che ha Dio al centro è in grado di raggiungere picchi inimmaginabili.

LA SFIDA DI OGGI
PRIMA DI RIVEDERE OGGI LA PERSONA CHE HAI SPOSATO PREGA PER LEI E PER I SUOI BISOGNI CHIAMANDOLA PER NOME. CHE TI SIA FACILE O NO, DICHIARALE IL TUO AMORE E POI DIMOSTRAGLIELO CONCRETAMENTE.
TORNA QUINDI A DIO IN PREGHIERA, RINGRAZIANDOLO PER AVERTI DATO IL PRIVILEGIO DI AMARE QUELLA PERSONA SPECIALE; CIOÈ INCONDIZIONATAMENTE, NEL MODO IN CUI EGLI VI AMA ENTRAMBI.

- Qui il libro in pdf

- Qui il film fireproof

 

Ritratto di alex

"Da questo abbiamo conosciuto l'amore: egli ha dato la sua vita per noi; anche noi dobbiamo dare la nostra vita per i fratelli"
(1Giovanni3:16).
La vita può essere difficile. Ma di solito vogliamo dire che la nostra vita può essere difficile. Siamo i primi a sentirlo quando siamo noi quelli che vengono maltrattati o importunati. Facciamo in fretta ad imbronciarci quando siamo noi quelli che si sentono deprivati o incompresi. Quando la vita è difficile per noi, lo notiamo.

Ma troppo spesso l'unico modo in cui notiamo che la vita è difficile per la persona che abbiamo sposato è quando questa comincia a lamentarsene. Ma allora, invece di prenderci genuinamente cura di lei e di accorrere in suo aiuto, cominciamo a pensare che abbia un atteggiamento negativo. La sua sofferenza e la pressione che essa subisce non hanno su di noi lo stesso effetto della nostra sofferenza e delle pressioni che noi subiamo.

Quando vogliamo lamentarci ci aspettiamo che tutti comprendano e siano dispiaciuti per noi.
Questo non accade quando l'amore è all'opera. L'amore non ha bisogno di essere svegliato ali'improvviso dagli evidenti segni di sofferenza della persona che abbiamo sposato. Prima ancora che le preoccupazioni e i problemi comincino a seppellirla, l'amore si è già messo in azione. Vede il peso che comincia ad accumularsi e accorre in aiuto. Questo perché lamore vuole che tu sia sensibile alla persona che hai sposato.

L'amore compie sacrifici. Ti mantiene talmente in sintonia con le necessità di chi hai sposato che spesso agisci prima ancora che ti venga chiesto qualcosa. E quando non noti niente in anticipo e devi attendere di essere informato riguardo a ciò che succede, l'amore risponde affrontando il nocciolo del problema.

Anche quando l'altro verbalizza la sua situazione di stress con espressioni di accusa, l'amore mostra compassione piuttosto che ritirarsi sulla difensiva. L'amore ti ispira a dire "no" a ciò che tu vuoi affinché tu possa dire "sì" alle necessità del!' altro.

Gesù fece così. Diede  la sua vita per noi per mostrarci che anche noi dovremmo dare la nostra vita per gli altri. Ci insegnò che l'amore trova dimostrazione quando vede un bisogno altrui e fa di tutto per soddisfarlo.

"Perché ebbi fame e mi deste da mangiare; ebbi sete e mi deste da bere; fui straniero e mi accoglieste; fui nudo e mi vestiste; fui ammalato e mi visitaste; fui in prigione e veniste a trovarmi"
(Matteo 25:35-36).

Sono questi i generi di bisogno che dovresti cercare nella persona che hai sposato. Invece di startene in poltrona irritato perché l'altro non ti tratta come pensi che dovrebbe fare, lascia che l'amore ti tiri fuori dalla tua autocommiserazione e rivolga la tua attenzione ai suoi bisogni.

  • Ha fame? Ha bisogno di te sessualmente anche se tu non ti senti in vena?
  • Ha sete? Brama il tempo e le attenzioni che tu sembri in grado di concedere a chiunque altro? ,
  • Si sente come uno straniero? E insicuro sul lavoro e ha bisogno di ritrovare a casa un rifugio e un santuario?
  • E nuda? Prova paura o vergogna e ha un bisogno disperato della calda coperta delle tue amorevoli espressioni di affermazione?
  • E ammalato? E fisicamente spossato e ha bisogno che lo aiuti a proteggerlo dalle interruzioni?
  • Si sente in prigione? E timorosa e depressa e ha bisogno di un po' di sicurezza e di un tuo intervento?

L'amore è disposto a compiere sacrifici per soddisfare nel modo migliore possibile i bisogni dell'altra persona. Quando l'altro si sente oppresso e sotto tiro, l'amore ti esorta a mettere da parte ciò che ti pare essenziale per la tua vita e aiutarlo, anche se si tratta soltanto di prestargli ascolto.

Spesso ciò di cui la persona ha veramente bisogno è di risolvere la situazione parlandone. Ha bisogno di vedere nei tuoi occhi attenti che ti interessa davvero quello che sta passando e che vuoi sinceramente aiutarla a trovare delle soluzioni. Ha bisogno che preghi con lei riguardo al·da farsi e che poi continui a interessarti all'evolversi della situazione.

Le parole: "In che modo posso aiutarti?" devono essere sempre sulle tue labbra.
Le soluzioni potrebbero essere semplici e alla tua portata oppure complesse e costose e richiedere tempo, energie e grandi sforzi.
In ogni caso devi fare tutto il possibile per soddisfare i bisogni reali della persona che è parte di te. Dopotutto, quando la aiuti, aiuti anche te stesso. Questa è la componente meravigliosa del sacrificio in favore del coniuge. Gesù lo fece per noi. Ed egli ci estende la grazia per farlo per altri.

Quando i credenti del Nuovo Testamento cominciarono a vivere fondandosi sull'amore, la loro esistenza era contrassegnata da condivisione e sacrifici. Il loro desiderio più grande era di adorare il Signore e servire il suo popolo. "Tutti quelli che credevano stavano insieme e avevano ogni cosa in comune; vendevano le proprietà e i beni, e li distribuivano a tutti, secondo il bisogno di ciascuno"

(Atti 2:44-45). Come l'apostolo Paolo scrisse a una delle chiese di un decennio successivo: "E io molto volentieri spenderò e sacrificherò me stesso per voi" (2 Corinzi 12:15). Le vite risuscitate dalla morte grazie al sacrificio di Gesù dovrebbero essere pronte e disposte a compiere sacrifici quotidiani per soddisfare i bisogni degli altri.

LA SFIDA DI OGGI
QUAL È IN QUESTO MOMENTO UNO DEI MAGGIORI BISOGN! NELLA VITA
DELLA PERSONA CHE HAI SPOSATO? C'È UN BISOGNO CHE OGGI POTRESTI TOGLIERE DALLE SUE SPALLE CON UN CORAGGIOSO ATTO SACRIFICALE DA PARTE TUA? CHE IL BISOGNO SIA PICCOLO O GRANDE, PROPONITT DI FARE TUTTO OÒ CHE È IN TUO POTERE PER SODDISFARLO.

- Qui il libro in pdf

- Qui il film fireproof

Ritratto di alex

"Quello che ho perdonato, se ho perdonato qualcosa, l'ho fatto per amor vostro, davanti a Cristo" (2 Corinzi 2:10).
Questa è difficile, forse la sfida più difficile di tutto il libro. Ma se vuoi che ci sia qualche speranza per il tuo matrimonio, devi prendere questa sfida assolutamente sul serio. Consulenti e ministri di culto che hanno a che fare quotidianamente con coppie in crisi possono dirti che questo è il problema più complesso di tutti, una rottura che è spesso l'ultima a essere riparata. Non può essere semplicemente presa in considerazione e discussa, ma deve essere deliberatamente messa in pratica. Il perdono deve avvenire, o il matrimonio non avrà successo.
 
Gesù fornì una vivida illustrazione del perdono con la parabola del servo ingrato. Un uomo debitore di una somma considerevole fu sorpreso dalla decisione del suo signore di condonargli completamente il debito in seguito alle sue richieste di grazia. Ma dopo essere stato affrancato da quell'enorme peso, il servo fece una cosa inaspettata: si recò da un uomo che gli doveva una somma molto minore ed esigette il pagamento immediato del debito.
 
Quando il signore lo venne a sapere, la sua decisione nei confronti del primo servo ebbe una svolta drammatica. "E il suo signore, adirato, lo diede in mano degli aguzzini fino a quando non avesse pagato tutto quello che gli doveva" (Matteo 18:34). Un giorno iniziato con gioia e sollievo era finito nel dolore e nella disperazione.
 
Tortura. Prigione. Quando pensi alla mancanza di perdono è questo che dovrebbe venirti in mente, poiché Gesù disse: "Così vi farà anche il Padre mio celeste, se ognuno di voi non perdona di cuore al proprio fratello" (Matteo 18:35).
 
Immagina di trovarti in un carcere. Ti guardi intorno e vedi una serie di celle. Lì dentro sono incarcerate persone del tuo passato, persone che ti hanno ferito quando eri un bambino. Vedi individui che un tempo consideravi amici, ma che a un certo punto della vita ti hanno fatto un torto. Forse vedi anche uno o entrambi i tuoi genitori, un fratello, una sorella o qualche altro familiare.
 
C'è persino la persona che hai sposato.lì vicino, chiusa come tutti gli altri in
questa prigione che tu hai e.reato. Perché, vedi, questa prigione si trova nel tuo cuore. Questo luogo oscuro, pieno di spifferi e deprimente continua ad esistere ogni giorno dentro di te. Ma poco distante c'è Gesù che ti porge una
chiave per aprire le celle e liberare ogni prigioniero.
 
No. Non vuoi proprio saperne. Quelle persone ti hanno fatto troppo del male. Sapevano che cosa stavano facendo e lo hanno fatto ugualmente: persino la persona che hai sposato, quella su cui dovresti poter contare più di chiunque altro. Perciò respingi l' offerta e ti volti. Non sei disposto a stare ancora lì e vedere, Gesù, la chiave nella sua mano, consapevole della sua richiesta. E troppo per te.
 
Ma mentre cerchi di andare via fai una scoperta sconcertante.
Non c'è modo di uscire. Sei intrappolato lì dentro insieme con tutti gli altri prigionieri. La tua mancanza di perdono, la tua collera e la tua amare;i;za hanno reso prigioniero anche te. Come il servo nella parabola di Gesù, al quale fu condonato un debito enorme, hai scelto di non perdonare e sei stato consegnato ai carcerieri e agli aguzzini. La tua libertà dipende adesso dalla tua disponibilità a perdonare.
 
Per giungere a questa conclusione di solito ci vuole un po' di tempo. Vediamo ogni genere di rischi e di pericoli legati alla concessione del perdono. Per esempio, ciò che hanno fatto è stato veramente grave, che lo ammettano o no. Magari non ne sono nemmeno dispiaciuti. Magari si sentono perfettamente giustificati per ciò che hanno fatto, al punto di accusare te per ciò che è successo.
 
Ma il perdono non assolve nessuno dalla colpa. Non mette l'altro in regola con Dio. Semplicemente ti esonera dal doverti preoccupare di come punire la persona che ti ha fatto un torto.
 
Quando perdoni qualcuno, non lo liberi. Ne affidi semplicemente il destino a Dio, che se ne occuperà a modo suo. Ti eviti il tormento di elaborare nuove discussioni o di cercare di avere la meglio sulla situazione. Non si tratta più di vincere o di perdere. Si tratta di essere liberi. Si tratta di lasciare la presa. Per questo· senti spesso persone che hanno genuinamente perdonato dire: "È stato come se ,mi fosse stato tolto un peso dalle spalle''.
 
Sì, è esattamente così. E come una boccata d'aria fresca che ti arriva nel cuore. L'aria viziata del carcere viene inondata di luce e freschezza. Per la prima volta da tanto tempo ti senti in pace.
Ti senti libero.
 
Ma come si fa? Cedi la tua collera e la responsabilità del giudizio nei confronti di quella persona al Signore.
"Non fate le vostre vendette, miei cari, ma cedete il posto all'ira di Dio; poiché sta scritto: A me la vendetta; io darò la retribuzione, dice il Signore" (Romani 12:19).
 
Come fai a sapere che lo hai fatto? Lo sai quando il pensiero del loro nome o del loro volto, anziché farti ribollire il sangue, ti fa sentire dispiaciuto per loro, ti fa sperare sinceramente che invertano la rotta.
 
Ci sarebbe ancora molto da dire e molte sono le questioni emotive che potresti aver bisogno di affrontare per arrivare a quel punto.
Ma i grandi matrimoni non sono creati da persone che non si feriscono mai, ma soltanto da persone che scelgono di non addebitare il male (1 Corinzi 13:5).

LA SFIDA DI OGGI
QUALUNQUE COSA TU NON ABBIA PERDONATO ALLA PERSONA CHE HAI SPOSATO, PERDONALA OGGI. LASCIALA ANDARE. COME OGNI GIORNO CHIEDIAMO A GESÙ DI RIMETTERE I NOSTRI DEBITI, COSÌ DOBBIAMO CHIEDERGLI OGNI GIORNO DI AIUTARCI A RIMETTERLI AI NOST~ DEBITORI.
LA MANCANZA DI PERDONO HA TENUTO PRIGIONIERI TE E LA PERSONA CHE HAI SPOSATO PER TROPPO TEMPO. DICHIARA CON TUTTO IL CUORE; "SCELGO DI PERDONARE''.


Qui il libro in pdf

Qui il film fireproof

Ritratto di alex

"E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno" (1 Giovanni 2: 17)

Adamo e Eva avevano tutto ciò di cui necessitavano nel giardino di Eden. Avevano comunione con Dio e intimità l'uno con l'altro.
Ma dopo essere stata ingannata dal serpente, Eva vide il frutto proibito e lo desiderò. Poco dopo Adamo condivise il desiderio di Eva ed entrambi mangiarono il frutto trasgredendo il comandamento di Dio.

Le cose accaddero in quest'ordine. Dagli occhi, al cuore, ali' azione. E vergogna e rimorso come conseguenza.
Anche a noi è stato dato tutto ciò di cui abbiamo bisogno per una vita piena, produttiva e completa. "Non abbiamo portato nulla nel mondo, e neppure possiamo portarne via nulla" (1 Timoteo 6:7).

Ma la Bibbia prosegue e afferma che: "avendo di che nutrirci e di che coprirci, saremo di questo contenti" (1 Timoteo 6:8). E Gesù promise che entrambe le cose non sarebbero mai mancate ai figli di Dio (Matteo 6:25-33).

Le benedizioni di Dio, tuttavia, vanno tanto oltre questi bisogni fondamentali che potremmo dire a ragion veduta che non ci manca nulla. Eppure, come Adamo e Eva, anche noi vogliamo di più.

Allora volgiamo il nostro sguardo e il nostro cuore verso i piaceri del mondo. Cerchiamo di soddisfare bisogni legittimi in modi illegittimi. Per molti si tratta di cercare l'appagamento sessuale con un'altra persona o con immagini pornografiche concepite per farti credere di avere a che fare con un'altra persona.

Guardiamo, fissiamo e fantastichiamo. Cerchiamo di essere discreti, ma distogliamo lo sguardo a fatica. E una volta che il nostro sguardo viene catturato dalla curiosità il nostro cuore è in trappola. Allora agiamo sulla
base della nostra concupiscenza.

Possiamo concupire anche possedimenti materiali o potere o ambizioni sfrenate. Vediamo ciò che altri hanno e lo vogliamo. Inganniamo noi stessi dicendo: "Sarei felice se avessi quella tal cosa".

E a quel punto prendiamo la decisione di cercare di ottenerla. "Invece quelli che vogliqno arricchire cadono vittime di tentazioni, di inganni e di molti desideri insensati e funesti, che affondano gli uomini nella rovina e nella perdizione" (1Timoteo 6:9).

La concupiscenza in opposizione all'amore. Significa desiderare ardentemente qualcosa di proibito. E per il credente è il primo passo per allontanarsi dalla comunione con Dio e con gli altri. Questo perché ogni oggetto della tua concupiscenza - che si tratti di una giovane collega di lavoro o di un'attrice o del desiderio ardente di una casa da mezzo milione o di un'auto sportiva - rappresenta linizio di una menzogna. La persona o la cosa che pare promettere puro appagamento è piuttosto un pozzo senza fine di
voglie insoddisfatte.

La concupiscenza genera sempre altra concupiscenza. "Da dove vengono le guerre e le contese tra di voi? Non derivano forse dalle passioni che si agitano nelle vostre membra?" (Giacomo 4:1).

La concupiscenza ti renderà insoddisfatto della persona che hai sposato. Genera ira, inebetisce il cuore e distrugge i matrimoni. Invece che alla pienezza conduce al vuoto.

E il momento di denunciare la concupiscenza per ciò che è davvero:
un maldestro tentativo di trovare una soddisfazione che soltanto
Dio può dare.

La concupiscenza è come una spia sul cruscotto del tuo cuore che ti avverte del fatto che non stai permettendo all'amore di Dio di saziarti. Quando il tuo cuore e il tuo sguardo sono rivolti a lui, le tue azioni produrranno gioia duratura, non cicli interminabili di rimorso e di condanna.


"La sua potenza divina ci ha donato tutto ciò che riguarda la vita e la pietà mediante la conoscenza di colui che ci ha chiamati con la propria gloria e virtù. Attraverso queste ci sono state elargite le sue preziose e grandissime promesse perché per mezzo di esse voi diventaste partecipi della natura divina dopo essere sfuggiti alla corruzione che è nel mondo a causa della concupiscenza" (2 Pietro 1:3-4).

Sei stanco delle menzogne della concupiscenza? Sei stufo di credere che i piaceri proibiti siano in grado di mantenerti felice e contento? Atlora comincia a fissare lo sguardo sulla Parola di Dio.

Lascia che le sue promesse di pace e di libertà si facciano strada nel tuo cuore. Accogli quotidianamente l'amore incondizionato che ti ha già dimostrato mediante la croce. Concentrati su tutto ciò che Dio ti ha già dato e sii grato, invece di scegliere l'insoddisfazione.

Ti ritroverai così sazio di ciò che egli provvede, che non avrai più voglia del cibo spazzatura della concupiscenza.

E mentre lo fai, desidera di nuovo intensamente la persona che hai sposato.

"Sia benedetta la tua fonte, e vivi lieto con la sposa della tua gioventù ... sii sempre rapito nell'affetto suo. Perché, figlio mio, ti innamoreresti di un'estranea, e abbracceresti il seno della donna altrui? Infatti le vie dell'uomo stanno davanti agli occhi del Signore, egli osserva tutti i suoi sentieri" (Proverbi 5:18-21).

"Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui" (1 Giovanni 2:15).

La concupiscenza è il meglio che il mondo abbia da offrire, ma l'amore ti offre la miglior vita del mondo.

LA SFIDA DI OGGI
FALLA FINITA ADESSO. SCOVA OGNI OGGETTO DI CONCUPISCENZA NELLA TUA VITA E RIMUOVILO. STANA OGNI MENZOGNA CHE HAI BEVUTO ANDANDO ALLA RICERCA DI PIACERI PROIBID E RESPINGILA. LA CONCUPISCENZA NON PUÒ AVERE IL PERMESSO DI VIVERE IN UNA STANZA DI CASA TUA. DEVE ESSERE UCCISA E DISTRUTTA - OGGI - E SOSTITUITA CON LE PROMESSE ERTE DI DIO E CON UN CUORE RIPIENO DEL SUO AMORE PERFETTO


Qui il libro in pdf

Leggi anche il libro:
- Peccati segreti, ecco come liberartene

Ritratto di alex

"L'amore ... protegge sempre"
(1 Corinzi 13:7, versione New Intemational).

Il matrimonio è costituito da parecchi elementi, tra cui gioie, dolori, successi e fallimenti. Ma quando pensi a come vorresti che il matrimonio fosse, l'ultima cosa che ti viene in mente è un campo di battaglia. Tuttavia ci sono certe battaglie che dovresti essere più che disposto a combattere. Sono battaglie volte a proteggere la persona che hai sposato.

Purtroppo lì fuori ci sono in agguato i nemici del tuo matrimonio. Si presentano in forme differenti e usano strategie differenti, ma il loro scopo è di distruggere la tua relazione e lo faranno a meno che tu non sappia come allontanarli.

Alcuni sono astuti e paiono affascinanti, ma il loro, intento è di minare l'amore e l'apprezzamento che avete l'uno per \'altro. Altri cercano di allettarti ad abbandonare la persona che hai sposato alimentando le tue fantasie malsane e i tuoi paragoni irrealistici.

È una battaglia che devi ingaggiare per proteggere il tuo matrimonio;
è l'amore che indossa larmatura e brandisce la spada per difendere ciò che è suo.

La persona che hai sposato e il tuo matrimonio hanno bisogno della tua costante protezione da cose come:
Influenze nocive. Stai permettendo a certe abitudini di avvelenare il tuo focolare? Internet e la televisione possono essere aggiunte produttive e godibili alla tua vita, ma possono anche veicolare contenuti distruttivi e sottrarre ore preziose alla famiglia.

Lo stesso vale per orari di lavoro che vi tengono separati per periodi di tempo
eccessivi.
Non puoi proteggere la tua casa se sei raramente presente e nemmeno se non coltivi la relazione. Devi combattere per mantenere il giusto equilibrio.

Relazioni malsane. Non tutti hanno ciò che serve per essere buoni amici. Non tutti gli uomini con cui vai a caccia o a pescare parlano saggiamente quando si tratta di matrimonio. Non tutte le donne del gruppo con cui vai a pranzo hanno una corretta visione dell'impegno e delle priorità. Di fatto chiunque mina il tuo matrimonio non merita di ricevere il titolo di "amico". E certamente
devi stare costantemente attento a non. permettere che le relazioni con individui dell'altro sesso al lavoro, in palestra e persino in chiesa ti allontanino emotivamente dalla persona a cui hai già dato il tuo cuore.

Vergogna. Chiunque ha a che fare con un certo livello di inferiorità e di debolezza. E poiché nel matrimonio tutto viene a galla tra i coniugi, devi proteggere la vulnerabilità della persona che hai sposato non parlandone mai negativamente in pubblico. I suoi segreti sono i tuoi segreti, a meno che, ovviamente, non si tratti di comportamenti distruttivi che mettono in grave pericolo voi e i vostri figli.

In generàle, comunque, lamore copre le colpe dell'altro. Copre la sua vergogna.
Parassiti. Attento ai parassiti. Un parassita è qualsiasi cosa che si attacca a te o al tuo partner e sugge la vita del tuo matrimonio.
Si presentano solitamente in forma di dipendenze come gioco d' azzardo, droghe o pornografia. Promettono piacere, ma si sviluppano come una malattia e consumano pensieri, tempo e denaro. Ti portano via la fedeltà e l'affetto verso le persone care. I matrimoni sopravvivono di rado in presenza di parassiti.

Se ami tua moglie devi distruggere ogni dipendenza che hai nel cuore. Se non lo fai, ne verrai distrutto.

La Bibbia parla chiaramente di questo ruolo protettivo, spesso ricorrendo all'immagine del pastore. Dio avvertì: "Le mie pecore ... servono di pasto a tutte le bestie dei campi". Come mai? Perché "sono senza pastore". Non perché quegli uomini fossero troppo deboli per svolgere il proprio compito, ma perché non prestavano attenzione. Invece di custodire le pecore per assicurarsi che non finissero vittime dei predatori, i pastori pascevano sé stessi e non pascevano le sue pecore (Ezechiele 34:8). Si occupavano benissimo dei propri bisogni e dei propri appetiti, ma pensavano poco alla
sicurezza di chi era stato loro affidato.

Mogli. Voi avete un ruolo protettivo nel matrimonio. Dovete impedire che il vostro cuore sia sviato da romanzi, riviste e altre forme di intrattenimento che offuscano la vostra percezione della realtà e creano aspettative ingiuste nei confronti del partner.

Dovete invece fare la vostra parte nel farlo sentire forte, evitando al contempo le chiacchiere da talk-show che distolgono la vostra attenzione dalla famiglia. "La donna saggia costruisce la sua casa, ma la stolta
l'abbatte con le proprie mani" (Proverbi 14: 1 ).

Mariti. Il marito è il capo della casa. Avete la responsabilità davanti a Dio di stare in guardia e difendere il vostro territorio da qualsiasi cosa possa minacciare la vostra moglie o il vostro matrimonio.

Non è un compito facile. Richiede coraggio e labilità di svolgere azioni preventive. Gesù disse: "Ma sappiate questo, che se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte il ladro deve venire, veglierebbe e non lascerebbe scassinare la sua casa" (Matteo 24:43). È il vostro ruolo. Prendetelo seriamente.


LA SFIDA DI OGGI
RIMUOVI OGNI COSA CHE SIA DI OSTACOLO ALLA VOSTR.\ RELAZIONE,
QUALSIASI DIPENDENZA O INFLUENZA CHE DANNEGGI IL VOSTRO AFFETTO E ALLONTANI IL TUO CUORE DALLA PERSONA CHE HAI SPOSATO.

Qui il libro in pdf

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri