Matteo 7:21-27 - La scelta radicale - Rod Jones

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Matteo 7:21-27 - Il fratello Rod Jones, meditando sulla famosa parabola delle due case fondate su basi diversi, ci porta ad una importante riflessione su ciò che siamo veramente. Quello che dichiariamo lo viviamo veramente? E' il tempo di scelte radicali fatte non solo di accettazione della Parola, ma della pratica della stessa.
Recuperiamo il tempo perduto, riconquistiamo il terreno perso. Torniamo alla fonte.

Bacoli 30 gennaio 2022
Rod Jones

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Romani 12 - Le viscere di Dio si sono mosse a compassione per te, cosa darai in cambio? Lasciamoci rinnovare la mente dal Signore - Cosa ascolterai? Cosa leggerai? Cosa farai? - Rm 12:1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale. 2 Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà.

  • Osservare i comandamenti di Cristo è la prova più grande del nostro amore per Lui. Non sono gli occhi bagnati o un cuore triste che comprovano il nostro sentimento nei Suoi confronti ma è l'ubbidienza che Egli riconosce come tale. Non è tanto il nostro parlare di Gesù, per quanto bene sappiamo farlo, ma il fatto di compiere costantemente la volontà di Cristo camminando nelle Sue vie, a dimostrare che siamo credenti.

  • Allora il cieco, gettato via il mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. E Gesù, rivolgendosi a lui, gli disse: «Che cosa vuoi che ti faccia?» Il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io ricuperi la vista». Gesù gli disse: «Va', la tua fede ti ha salvato». In quell'istante egli ricuperò la vista e seguiva Gesù per la via.
  • Una vita che si abbandona al Signore Gesù ha la sua grande ricompensa. La gioia e il piacere nel seguire Cristo danno alla vita il suo vero senso. Il Salvatore ha ripetute volte pronunciato l'espressione: "Chi avrà perduto la prorpia vita per me, la salverà"..

    Il vero discepolo è schiavo di Gesù e constata che il suo servizio offre la perfettà libertà.. Può essere uno sconosciuto ma è ben conosciuto. Benchè muoia continuamente, vive continuamente.

  • Predicazione del fratello Bernardo su una visione del profeta Zaccaria

     

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta