Il popolo di Dio non deve sentirsi confuso in tempo di calamità

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Quando ho iniziato a scrivere questo messaggio, il Wall Street Journal ha riportato che tutto il mondo era sotto una grande nube di paura.
Persone in ogni nazione sono ora paralizzate dagli eventi mondiali.
Immediatamente i miei pensieri si sono volti verso i membri della nostra comunità di Times Square. Essi non mostravano tale paura, al contrario, tutti abbiamo una grande tranquillità verso questi tempi, inoltre abbiamo anche una profonda, stabile, gioia.

Sono stato guidato a leggere il Salmo 37, scritto da Davide: "L'Eterno
conosce i giorni degli uomini integri; e la loro eredità durerà in perpetuo. Essi non saran confusi nel tempo dell'avversità, e saranno
saziati nel tempo della fame." (Salmi 37:18-19)
questa è una sorprendente profezia per il popolo di Dio che si compie
davanti ai nostri occhi.

In parole povere, il salmo 37 ci dice che il Signore si erge per colpire questa società il cui peccato è arrivato fino al cielo. Davide profetizza: "Perché le braccia degli empi saranno rotte..." (Salmi 37:17). Eppure questo stesso salmo è di grande speranza, contiene un'incredibile promessa verso coloro che mettono tutta la loro fiducia nel Signore.

Per cominciare sta per venire un tempo nel quale Dio non potrà più tollerare la cupidigia, l'avarizia e la frode perversa che gli uomini malvagi perpetrano verso i poveri ed i bisognosi. La profezia di Davide parla di una subitanea perdita di potere finanziario: "Ma gli empi periranno; e i nemici dell'Eterno come grasso d'agnelli, saran consumati e andranno in fumo." (Salmi 37:20). La deduzione è che il fuoco improvvisamente consumerà la ricchezza dei potenti. I ricchi saranno rapidamente tramutati in fumo come grasso dentro le fiamme.

Parliamo di quanto è accaduto all'economia americana: in due settimane più di quattromila miliardi di dollari della ricchezza americana è svanita; ci viene ancora detto che altre migliaia di miliardi se ne andranno in fumo. I mercati azionari in tutto il mondo sono andati in crisi a seguito di tali notizie, lasciando gli agenti di borsa a piangere e lamentarsi.

Non voglio entrare nei motivi per cui io credo che Dio stia per agire, ma posso dire questo: sappiamo che il nostro Dio non sonnecchia. Ci sarà un tempo che Isaia descrive come "... il giorno della vendetta dell'Eterno, l'anno della retribuzione per la causa di Sion." (Isaia
34:8). "Ho stese tutto il giorno le mani verso un popolo ribelle che cammina per una via non buona, seguendo i propri pensieri; verso un popolo che del continuo mi provoca sfacciatamente ad ira, ... io non mi tacerò, anzi vi darò la retribuzione..." (Isaia 65:2-3,6).

Ciò che vediamo accadere alla nostra economia non è soltanto la vendetta di Dio, ha a che fare con l'onore e la gloria propria dell'Onnipotente Dio. Egli non se ne sta da una parte mentre le Sue vie vengono diffamate dai malvagi. Ezechiele scrive: "Giunge il tempo, il giorno s'avvicina! Chi compra non si rallegri, chi vende non si dolga, perché un'ira ardente sovrasta a tutta la loro moltitudine...Suona la tromba, tutto è pronto, ma nessuno va alla battaglia; poiché l'ardore della mia ira sovrasta a tutta la loro moltitudine." "Ezechiele 7:12,14". In mezzo a tale malvagità Dio ha suonato una tromba d'allarme, ma l'avvertimento è stato ignorato.

Paolo descrive i nostri tempi quando scrive: "Or sappi questo, che negli ultimi giorni verranno dei tempi difficili; ...mentre i malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, seducendo ed essendo sedotti." (2Timoteo 3:1,13). Pensate alle grandi aziende di prestiti che hanno sedotto ed ingannato i poveri, gli analfabeti ed i disoccupati. Queste persone inconsapevoli sono state attratte a firmare dei prestiti che essi non avrebbero mai potuto pagare e quando la scadenza dei prestiti è arrivata, sono rimasti senza casa. Banche rispettabili sono fallite a causa di truffe, ma i loro amministratori ne sono usciti fuori con dei "paracadute d'oro" di parecchi milioni.

Ho letto di uno di questi amministratori che aveva dato una festa molto dispendiosa, danzando tutta la notte con i liquori che scorrevano a fiumi anche se sapeva bene che la sua società era fallita. Lui ed altri avevano partecipato alla festa nonostante sapessero che centinaia di migliaia di persone avrebbero perso la loro casa. È un chiaro adempimento della profezia di Sofonia 1:9 "In quel giorno, punirò tutti quelli che saltano sopra la soglia [dei poveri], che riempion di violenza e di frode le case dei loro signori.". In parole povere: "li farò vergognare" "La loro spada entrerà loro nel cuore, e gli archi [le ricchezze] loro saranno rotti." (Salmi 37:15).
Proprio ora, mentre sto scrivendo questo messaggio, due miliardari sono stati buttati fuori perché la loro ricchezza è svanita in una notte.

[CONTINUA...]

PER LEGGERE IL MESSSAGGIO COMPLETO CLICCA SUL SEGUENTE COLLEGAMENTO:
http://www.worldchallenge.org/it/node/6393

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri