Genesi 2:18-24 - Il matrimonio: la pennellata finale del capolavoro creazionale di Dio

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Genesi 2:8-18-24 - Il racconto della creazione ci presenta Dio come un artista che, passo dopo passo, completa il suo capolavoro. Il brano di oggi sembra quasi una battuta d’arresto, in cui l’artista si ferma e riflette sul fatto che manchi ancora qualcosa per rendere perfetta la sua opera. Così prende il pennello e dà un’ultima pennellata. Cos’è quest’ultimo tocco che rende finalmente completa la creazione di Dio? La creazione della donna. O meglio, la creazione del rapporto tra l’uomo e la donna, che si realizza nell’unione matrimoniale.

Roma 31 Ottobre 2021
Nicola Berretta

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Genesi 2:21-24 - Il pastore Fantoni riflette in questa occasione sull’importanza della sessualità e delle emozioni all’interno della coppia nel contesto di una comprensione della fede non sempre fondata biblicamente.

  • Nel 1970, dopo un controverso iter parlamentare, veniva approvata la legge n. 898 che ha introdotto nell’ordinamento italiano la disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio. In altre parole, da trent’anni a questa parte anche in Italia è consentito separarsi dal coniuge e divorziare, con la successiva opportunità di convolare a nuove nozze.

  • Non mi proporrò nessuna cosa malvagia;
    detesto il comportamento dei perversi;
    non mi lascerò contagiare.
    Salmi 101:3 

    Custodisci il tuo cuore più di ogni altra cosa,
    poiché da esso provengono le sorgenti della vita.
    Proverbi 4:23

    Ed egli rispose loro: «Non avete letto che il Creatore, da principio, li creò maschio e femmina e che disse:
    "Perciò l'uomo lascerà il padre e la madre, e si unirà con sua moglie, e i due saranno una sola carne"?
    Così non sono più due, ma una sola carne; quello dunque che Dio ha unito, l'uomo non lo separi».

  •  
    Sentire il dovere di essere "guardiani" del proprio fratello - Predicazione che il pastore Vittorio Fantoni ha rivolto alla chiesa avventista di Firenze il 13-11-2010, basato sul testo biblico di Genesi 3,9 e 4,9-10
     
  • Una delle cose più importanti che dovresti imparare in questa Sfida dell'amore è che non devi semplicemente seguire il tuo cuore. Devi guidarlo.

    Non devi lasciare che siano sentimenti ed emozioni a controllarti. Lasciali nel sedile posteriore e digli dove stai andando.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri