Davide e Gionatan, un rapporto omosessuale?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

L'omosessualità consentita nella Bibbia
Malizia nella lettura?
O un'amicizia, "genuina e profonda, che ha caratteristiche di purezza e di liceità?"


Giuseppe Martelli
è uno degli anziani della
Chiesa Cristiana Evangelicia "Assemblea dei fratelli".
Borgata Finocchio (Roma)
Via Cassaro 80-84
Roma - 00132

Email: gm1964|chiocciolina|fastwebnet.it

lo studio è allegato

AllegatoDimensione
PDF icon Davide_Gionatan.pdf416.53 KB

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di R_Francesco

Questo brano bibblico che tratta di Davide e Gionatan, mi fu presentato a conferma che Dio abbia accettato un'amore omosessuale... questa "rivelazione", mi è stata ostentata, a proposito di una discussione in merito all'omosessualità e la possibilità di continuare in tale pratica, pur vivendo la cristianità... ma quel che appariva stridente, era che siccome Dio ama, tutto ciò che è "amore", Gli è gradito... ecco che viene fuori Davide e Gionatan....

 In quell'occasione, riportai i vesetti che in  I°Corinzi 6:9-11tratta l'argomento, e che porge pure una possibilità di salvezza,  -- "e tali eravate alcuni " --

 non sto a riproporre i commenti verso di me... "omofobo" fu il più pacato.

 Io replicai che se vado dal fruttivendolo, solo frutta posso comprare, mentre se vado dal ferramenta, solo chiodi e simili posso comprare... alla stessa maniera, se vado in bibbia, solo Dio posso trovare e non l'uomo con le sue bassezze.... ho aggiunto che, se guardiamo un pavimento in marmo, in esso, possiamo veder fiorire le immagini chevogliamo che fioriscano... posiamo vedere ciò che vogliamo, alla stessa maniera di quando si guarda il cielo con le nuvole... animali, alberi, case e a volte, strane forme come di volti umani... basta un po di fantasia... ed ecco che per noi(solo per noi),diviene realtà.

 Francesco

 

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri