Cronache I e II - note

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Erano un solo libro nella Bibbia ebraica.
Il titolo ebraico è “Parole (o Fatti) dei giorni”.
Autore: la tradizione talmudica pensa sia stato redatto da Esdra;
vi sono evidenti somiglianze tra i due libri di Cronache e quelli di Esdra e Nehemia.
Data di composizione: probabilmente durante o poco dopo l’esilio babilonese (586-539 a.C.).
Versetti centrali: 2 Cr. 7:14; 20:20.
Messaggio:

  1. L’ubbidienza porta alla benedizione, la disubbidienza porta alla punizione.
  2. Seguire e servire il Signore è il segreto per una vita di vittoria.
  3. La potenza della preghiera conduce al successo e alla vittoria.

Scopo: presentare la storia del popolo di Dio dalle origini all’esilio babilonese, fino all’editto di Ciro. Dopo l’esilio, era necessario che la comunità sapesse come era venuta all’esistenza e che essa costituiva la continuazione del regno anteriore all’esilio e qual era lo scopo del tempio e dei suoi riti, ecc.

Potrebbe interessarti..

  • qui il file

    Uno studio del fratello Andrea Belli (ricordo con piace l'occasione in cui ho potuto conoscerlo personalmente in un campo evangelico).

    Tratto, con permesso, dal suo sito web:  http://salvezzapergrazia.wikispaces.com/

    ____________

  • Autore: Gioele. Il suo nome significa “L’Eterno è Dio”.
    Data di composizione: la profezia di Gioele è senza data: non c’è alcun riferimento al tempo perchè essa guarda avanti, verso il tempo della fine.
    Parola chiave: “Il giorno dell’Eterno”.
    Messaggio centrale: Ravvedetevi, perchè il giorno dell’Eterno è vicino.
    Note varie:

  • Autore: l’apostolo Paolo.
    Data di composizione: 65/67 d.C.
    Messaggio centrale: l’ideale divino per la chiesa e per l’operaio del Signore.
    Note varie:

  • La lettera di Giacomo - Conferenza di Rinaldo Diprose c/o l'Istituto Biblico Evangelico Italiano - IBEI- con la chiesa di Palombara Sabina (RM) 2014

  • Autore: Isaia, profeta. Era sposato e aveva almeno due figli. Il suo nome significa “L’Eterno salva”.

    Data di composizione: tra il 740 e il 690 a.C.

    Parola chiave: salvezza.

    Concetti centrali:

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri