Cristo ha sofferto nella carne

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

«Poiché dunque Cristo ha sofferto nella carne, anche voi armatevi dello stesso pensiero, che, cioè, colui che ha sofferto nella carne rinuncia al peccato» (1 Pietro 4:1)

Lorenzo stava facendo un’intervista per una famosa rivista.

Egli da poco aveva accettato Gesù nel cuore ed, essendo un giovane famoso ed acclamato dai teenager, voleva condividere ed essere un canale per tanti giovani.

Il giornalista gli fece tantissime domande e nonostante la sua giovane età, 20 anni, Lorenzo diede risposte pronte e decise. Ma quando il giornalista gli chiese: “Cosa faresti per Gesù, rinunceresti al tuo successo, alla tua carriera, ai tuoi divertimenti che non sarebbero compatibili con la tua fede, rinunceresti ad alcuni amori, sapendo che questi ti allontanerebbero da Dio invece di edificarti?”.

Lorenzo rimase senza parole, non ci aveva mai pensato prima d’ora.

Col passare del tempo Lorenzo era cresciuto, molte realtà entrarono a far parte della sua vita, ma la più grande scelta la fece anni prima durante quell’intervista: rinunciare a quello che non era buono per la sua vita.

Forse molti penseranno che Lorenzo dovette rinunciare alla sua carriera, ma lui, seppe rinunciare esclusivamente al marcio! La sua carriera continua ancora oggi, e ad ogni intervista, lui ripete sempre: “Il successo più grande della mia vita, l’ho ottenuto rinunciando a camminare nelle tenebre, nonostante mi trovo in un ambiente che ti spinge a camminare verso di esse!”.

Per somigliare a Dio, il cristiano deve saper rinunciare.

Gesù, pur essendo il Figlio di Dio, seppe rinunciare intenzionalmente a quelli che erano i Suoi pensieri e con grande umiltà, portò la croce sulla quale andava a morire. Per redimere il genere umano, scelse di rinunciare alla sua stessa vita, versò il Suo Prezioso Sangue e fu deriso ed oltraggiato per me e per te!

Tratto dal sito: http://www.chiesaemmanuel.com/

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Nella vecchia sala evangelica in Via Campo Bruno (Borgata Finocchio) il fratello Californiano Alan Scott illustra quali sono i conflitti interiori che sorgono nella mente del credente. Con l'aiuto della Bibbia scopriamo come risolverli.
    Alcuni dei temi affrontati:

  • Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate alcun'altra cosa, fate tutte le cose alla gloria di Dio. Non date motivo di scandalo né ai Giudei, né ai Greci, né alla chiesa di Dio; come io stesso mi sforzo di essere gradito a tutti in ogni cosa, non cercando il mio proprio vantaggio ma quello di molti, affinché siano salvati. - 1° Corinzi

  • Dio ha determinato di portare a termine i Suoi obiettivi sulla terra attraverso uomini che hanno delle debolezze. Isaia, il grande guerriero della preghiera, fu un uomo sottoposto alle nostre stesse passioni - proprio come tutti noi - misero e debole.
     
    Davide, l'uomo che Dio aveva nel cuore, fu un assassino adultero che non aveva nessun diritto morale ad avere alcuna benedizione da parte di Dio.
  • Un richiamo forte alla coerenza della fede come via per comunicare l'evangelo. Giuseppe RIZZA alla conferenza "Comunciare Gesù" 2009.

    Qui il video

     

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri