Che ha a che fare??

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

ROMA - Una delle più prestigiose riviste scientifiche del mondo, l'inglese The Lancet, critica duramente le affermazioni che Papa Benedetto XVI ha fatto durante il viaggio in Africa sull'suo del preservativo per fermare l'Aids.

 "Il Papa, dice la rivista in un editoriale, riportato da Bbc, "ha pubblicamente distorto le prove scientifiche per promuovere la dottrina cattolica sul tema". Non è chiaro se l'errore del Papa sia dovuto ad ignoranza o se sia un deliberato tentativo di manipolare la scienza per appoggiare l'ideologia cattolica".

 "Ma quando quasiasi personaggio influente, sia una figura religiosa, sia politica, fa una falsa affermazione scientifica che potrebbe avere conseguenze devastanti per la salute di milioni di persone, questi dovrebbe ritrattare o correggere la linea".


 

Ma, io mi chiedo, " Che ha a che fare il papa con i preservativi?Sorpresa 

Lui pero` ha scelto la strada dove figli non ne deve fare,e allora? perche`distorcere la scienza con le sue assurde crittiche? e` evidente dal punto cattolico che il papa sta facendo il tentativo di manipolare la scienza  per appoggiare l`ideologia cattolica.

L`articolo e` esplicito. buona giornata and God bless you  Salvezza

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Pur apprezzando gli intenti, il tentativo di un esame di coscienza sulla sessualità, non posso concordare con il papa per le affermazioni rilasciate nel paese più colpito dall' HIV.

Commentavo già qui: https://www.evangelici.info/node/1957

Ciao, Alex

 

Ritratto di Salvezza

Sono d`accordo con te al 100%.  Ho fatto copia incolla appunto per mettere luce su certi aspetti cattolici che non possono reggere.  Il papa dovrebbe solo predicare in chiesa e lasciare al resto del mondo le decisioni applicabili alle situazioni che  infliggono la loro nazione,lasciando  il suo  parere a chi glielo chiede.  grazie del link. saluti cristiani Salvezza
Ritratto di R_Francesco

Pace "salvezza"

Il Signore ci esorta a diffondere l'evangelo... non solo a chi ci chede di Dio... non solo a chi sa chiedere ma spratutto, a chi non sa a chi chiedere... pertanto, pur essendo contrario all'ingerenza del papa nelle faccende di ordine nazionali ed internazionali, in materia di sanità e/o di costume,  non posso condividere il commento che conclude il tuo post cioè, "lasciando il suo parere a chi glielo chiede"... noi tutti, dobbiamo essere propositivi e non a richiesta come al teatro.  In questo, il papa, è fedele al comandamento di Gesù...solo in questo però, per poi, fallire nel contenuto del messaggio!...

Pace

Francesco.

Ritratto di Salvezza

  Salve Francesco, lasciamo perdere ,tanto credimi non ho nessuna intenzione di controbattere inutilmente su questo tema.  La chiesa cattolica l`ho lasciata cosi` tanto tempo fa che nemmeno mi ricordo quando.   La Bibbia ci insegna di uscire da babilonia la grande, io ci sono uscita. Saluti cristiani salvezza

Ritratto di Salvezza

Pace Francesco,io stessa ho predicato l`Evangelo per anni,e l`ho fatto  con scupolosita` e amore verso il prossimo,in buon e cattivo tempo.   Non mi aspetto di essere condivisa nelle mie oppinioni personali ,ma che si riferiscono  alla vita di Gesu` fuori dalla politica e guerra.   Nella maggior parte delle volte Gesu` predicava in pubblico ,e quindi non cercava ,ma lasciava la decisione all`uditorio.  Mi piace il tuo comento alquanto contradditorio ed e`" In questo, il papa e`fedele al comando di Gesu`....solo  in questo pero`,per poi ,fallire nel contenuto del messaggio ! ". Se e` un comando di Gesu` come puo` fallire?  il contenuto del Vangelo e` sempre quello e ci si deve attenere strettamente ,allora dove fallisce se  e` fedele al comandamento di Gesu`?   Il tema era ben diverso caro Francesco,non ti capisco ,Ciao e saluti cristiani Salvezza.

Ritratto di R_Francesco

Pace "salvezza"

Ho letto nel tuo commento che il tema da te posto, era ben diverso da come io lo ho percepito... e che poi, non mi capisci... certo, se sono andato fuori tema.

Io ho capito che tu dici al papa, di non interessarsi di certe cose e che si tenga per se stesso i suoi pareri o quantomeno, se glieli chiedono!..

Io ho commentato che proprio questo, il papa non può farlo, non può aspettare che gli altri lo interroghino ma, deve  porgere l'Evangelo e il rispettivo messaggio!... Dove fallisce il papa?... Il papa fallisce quando  non  rispetta lo Spirito della parola e si ferma solo alla apparenza... è molto visibile l'operato della chiesa cattolica... essa è diffusa in tutto il mondo... ma purtroppo, solo questo comandamento è stato messo ad effetto!... Non potranno gloriarsene al cospetto di Dio.

Ma noi, non possiamo dire al papa, di starsene a casa sua!.. Di non interessarsi di "questioni" che hanno a che vedere con la salute fisica ed anche spirituale... ma altrettanto noi, possiamo dire al papa che il suo mandato, lo deve portare a termine, con le sue gambe e non per via politica Italiana... e non imponendo il crocifisso nelle scuole o l'uso o meno di tale cosa o tal'altra cosa.

Gesù, non ci ha tramandato un comandamento solo... pertanto, se si è nel pieno dello Spirito della Parola, ecco che la vita si tramanda alle future generazioni... ma quando invece, della parola, si prende solo una piccola parte( questo fa il papa)... si fallisce clamorosamente il messaggio di Gesù!... Questo ha fatto la chiesa cattolica.

Spero di essermi spiegato meglio... se no, pazienza... ci riproveremo con l'aiuto di Dio.

Pace 

Francesco

Ritratto di Salvezza

Salve Francesco, non credo che si possa venire ad un accordo su questo tema,proprio perche` non vedo nella stessa tua dimensione  il compito del papa nell`incarico dato da Gesu`ai suoi discepoli. Percio` la risposta piu` chiara ci viene dal Vangelo stesso. Tu pensi che il papa e` nella direzione giusta  e che il suo compito di predicare il Vangelo sia adeguato alle scritture? certamente no, ti  mando al post di Alex,che e` ben spiegato ,e che sono pienamente d`accordo con lui. Saluti cristiani SalvezzaSorriso
Ritratto di R_Francesco

Pace "salvezza"

dal tuo post di oggi Domenica 16 Agosto, son riuscito ad intravedere dov'è "l'inghippo"...  Io non mi riferisco al papa come se fosse legittima la sua posizione cioè, non lo sto legittimando come se fosse il successore di Pietro e quindi, a capo della chiesa fondata da Gesù! Nooo....dico solamente una cosa molto semplice... nessuno di noi, può dire ad un'altro (in questo caso al signor Ratzingher) di astenersi dal promuovere l'Evangelo... ma, gli si può dire, non puoi avere ingerenze nel campo politico. Pertanto, carissima "salvezza", ne io, ne tu o chicchessia, possiamo proibire ad un'altro di diffondere il pensiero evangelico a titolo personale;  certamente, non come portavoce di popolo...(come purtroppo fa il papa in modo arbitrario)

ci ho riprovato. 

Francesco

Ritratto di alex

Molto realtà, dottrine, istituzioni sono nate ed a volte morte, altre si sono trasformate da ciò che ha fatto, detto costruito Gesù.

Ora senza voler relegare una categoria a salvati ed altri a perduti, sappiamo che non è l'etichetta, l'appartenenza a questo o a quel gruppo che ci fa guadagnare la salvezza, se non il sangue di Gesù e l'aver ricevuto quel sangue.

Ecco senza scendere quindi nella faziosità nel litigio fine a se steso ritengo, tuttavia, che la figura papale non sia un istituzione voluta e istituita da Gesù. Sappiamo quale importanza gli è riservata, vicario di Cristo, infallibile, capo della chiesa, inercessore. Queste ed altre sono tutte qualità che nella realtà cattolica gli sono riconosciute. Non così in altre realtà cristiane, infatti tali qualità sono riservate esclusivamente a Gesù.

Ed è proprio ricordandomi di questo che, quindi, non presto molto attenzione alle parole del Papa. Ma muove masse, pensieri, voti. Certamente la politica si interessa accarezza la chiesa cattolica, sopratutto in Italia. Ed è così che in questo connubbio di errore dottrinale e ruffianaggine elettorale si da il via ad uno dei più grandi balletti d'ipocrisia. Grandi discorsi teologici, mass media, riflettori, masse, crocifissi, ora di religione, concordati, patti, etc, etc. Abborto, divorzio, eutanasia, Stati, ambasciatori, uniformi, viaggi, banche, beni, tesori, etc,etc.... ora non voglio condannare tutto questo o esprimere giudizi la materia è talmente vasta e chi sono io per farlo. Ma un interrogativo non può non sorgere in chi si definisce cristiano: dov'è Cristo in tutto questo? Al primo posto?
Alle coscienze la risposta.
Alex

Suggerisco la lettura di questo post:

https://www.evangelici.info/qual-la-pietra-su-cui-fondata-la-chiesa-cristiana

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri