Per cattolici

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Un Mediatore
Visto il fatto che Dio è santo e noi siamo peccatori, non possiamo avvicinarci a lui da soli. Abbiamo bisogno di un mediatore che ci purifichi dal peccato e ci presenti a Dio. Il mediatore è Gesù Cristo: "Poichè vi è un unico Dio ed un unico mediatore fra Dio e gli uomini, Gesù Cristo l'uomo, il quale diede se stesso come prezzo di riscatto per tutti" (1Timoteo 2:5).

Purtroppo la tradizione ha oscurato il chiaro insegnamento della bibbia. Non volendo confidare nella parola di Dio, la gente si è inventata altri 'mediatori'.

Maria, la madre del Signore

Maria è altamente favorita fra le donne perchè fu scelta per essere la madre del nostro Signore secondo la carne, e I cristiani giustamente la chiamarono benedetta per questo unico privilegio. Comunque, Maria non è il Salvatore nè il mediatore.

La chiesa cattolica insegna che Maria fu concepita senza peccato, che per la sua sofferenza contribui' alla nostra salvezza, che ascese al cielo e che fu costituita nostra mediatrice. Si dice di lei inoltre che è nostra vita e la porta del cielo. Niente di ciò è insegnato nella bibbia. Al contrario la parola di Dio insegna che Gesù fu concepito senza peccato, che egli mori per I nosrti peccati, ascese al cielo e che è l'unico mediatore. Lui solo è nostra vita e la porta del cielo. Dovremmo perciò guardare a Gesù Cristo.

Maria disse: "La mia anima magnifica il Signore, e il mio spirito gioisce in Dio mio salvatore." (Luca 1:46). Maria desidera magnificare il Signore e non prendere la sua Gloria per se stessa. In più ella ci insegna chiaramente a guardare a Dio per la salvezza e non a lei o a chiunque altro. Dio è "Il mio Salvatore", lei confessa. Dovremmo proclamare il nome di Gesù e non quello di Maria inquanto l'apostolo Pietro dice di Gesù il Signore, "Non c`è salvezza in nessun altro, poichè non c`è nessun altro nome sotto il cielo che sia stato dato agli uomini per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati" (Atti 4:12).

Il sacerdote cattolico

Ci sono dei conduttori nella chiesa del nuovo testamento, chiamati pastori, anziani e vescovi. Ma non sono mai chiamati sacerdoti, e per una buona ragione. I sacerdoti dell'antico testamento vennero rimpiazzati da Gesù Cristo il quale viene chiamato "Il sommo sacerdote della fede che professiamo" (Ebrei 3:1).

I sacerdoti dell'antico testamento erano dei peccatori, offrivano solo il sangue di animali e entrarono solo in un tempio costruito da mano d'uomo. Gesù è certo migliore inquanto è senza peccato, offri' il suo proprio sangue ed entrò egli stesso in cielo. "A noi era necessario un sommo sacerdote così, santo, innocente, immacolato, separato dai peccatori ed elevato al disopra dei cieli; il quale non ha ogni giorno bisogno di offrire sacrifici, come gli altri sommi sacerdoti, prima per I propri peccati e poi per quelli del popolo; poichè egli ha fatto questo una volta per sempre quando ha offerto se stesso" (Ebrei 7:26-27).

Che bisogno c`è che un sacerdote cattolico offra dei sacrifici per il peccato se hai Gesù Cristo? "Egli può salvare perfettamente quelli che per mezzo di Lui si avvicinano a Dio, dal momento che vive sempre per intercedere per loro" (Ebrei 7:25).

Vuoi conoscere la via del cielo? Il Signore Gesu' ci da una chiara risposta: "Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno va al padre se non per mezzo di me" (Giovanni 14:6). Va al padre, grazie a Gesù Cristo, l'unico mediatore.

Il Perdono dei Peccati

Da quando il peccato è stato la rottura della legge di Dio, solo Dio può perdonare il peccato. Dopo che Davide commise un grave peccato egli trovò la pace dopo aver confessato a Dio, "confesserò le mie trasgressioni al Signore, e tu hai perdonato l'iniquità del mio peccato" (Salmo 32:5).

La tradizione umana ha distorto l'insegnamento della Bibbia. I sacerdoti cattolici pretendono di avere il potere di giudicare I peccatori e di dare assoluzione (una sentenza giuridica di perdono). Molti cattolici hanno imparato che Gesù stesso insegnò il sacramento della penitenza, quando disse agli apostoli: "A chi perdonerete I peccati, saranno perdonati; a chi li riterrete, saranno ritenuti" (Giovanni 20:23).

È chiaro che Gesù diede loro il potere di perdonare ma dovremmo porci questa domanda: che tipo di potere diede a loro Gesù? Li costituì forse giudici? Oppure gli diede il compito di perdonare I peccati in un altro modo? La risposta è chiara se leggiamo gli atti degli apostoli e il resto del nuovo testamento. Non esiste nessuna evidenza nella bibbia che gli apostoli ascoltassero confessioni o dessero assoluzioni. Piuttosto essi predicarono il vangelo e spinsero la gente a pentirsi e a credere in Gesù per ottenere il perdono. L'apostolo Pietro predicò: "Vi sia noto, fratelli, che per mezzo di lui vi è annunziato il perdono dei peccati, per mezzo di Lui chiunque crede è giustificato" (Atti 13:38-39).

I cristiani dovrebbero confessare I loro peccati. Ma di certo non ad un sacerdote cattolico. La confessione ad un sacerdote è un' invenzione umana non conosciuta se non centinaia di anni dopo Cristo. Gesù ci insegnò semplicemente a pregare il Padre: "Padre nostro che sei nei cieli, perdona I nostri debiti come noi li perdoniamo ai nostri debitori" (Matteo 6:9,12).

C`è un altro grave errore nella religione cattolica riguardo il perdono. La chiesa insegna che il perdono di Dio non è perfetto. Dopo che una persona è perdonata essa dovrebbe ancora attenersi a degli atti di penitenza per compensare ai suoi peccati. Anche dopo la morte, molti cattolici pensano di doversi sottoporre alla purificazione nel fuoco del purgatorio.

La bibbia assicura ai credenti che "I vostri peccati sono perdonati in virtù del Suo nome" e "il sangue di Gesù suo figlio, ci purifica da ogni peccato." (1Giovanni 2:12; 1:7). Non hanno bisogno di crearsi delle soluzioni per I peccati che Cristo prese su di se, e non hanno necessità di andare in purgatorio per quei peccati che vennero lavati dal Suo sangue.

I cristiani confidano nel Signore Gesù Cristo per il perdono. Sapendo di essere perdonati essi vivono in riconoscenza, alla Gloria di colui che mostrò loro tanta misericordia.

La Chiesa

Quando Gesù chiese ai suoi discepoli la loro opinione su di se, l'apostolo Pietro rispose: "Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente". Gesù replicando disse a Pietro "Tu sei beato, Simone, figlio di Giona, perché non la carne ed il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. E anch` io ti dico che tu sei Pietro, e su questa roccia io costruirò la mia chiesa, e le porte dell'inferno non la potranno vincere" (Matteo 16:16-18).

Qual'è la roccia sulla quale la chiesa è costruita? Alcuni dicono Pietro; altri pensano che sia la confessione di Pietro: Tu sei il Cristo.

La chiesa è costruita su Pietro, gli altri apostoli ed I profeti (come Paolo insegna in Efesini 2:20). Essi furono dei messaggeri di Dio, e il suo popolo è edificato su quanto loro insegnano di Cristo. Purtroppo la chiesa cattolica pretende che la chiesa sia costruita su Pietro in quanto proclamato rappresentante universale della chiesa ma è semplicemente falso. Pietro non pretese mai di essere il capo dell' intera chiesa, nonostante egli fosse un apostolo.

La roccia potrebbe riferirsi alla confessione di Pietro su Cristo, il figlio di Dio, secondo il pensiero di Sant' Agostino. Perfino il catechismo cattolico ammette che questo significato sia corretto. "Mosso dalla grazia dello Spirito Santo e guidato dal Padre, noi crediamo in Gesù e confessiamo: "Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivente". Sulla roccia di questa confessione di fede di Pietro, Cristo costruì la Sua Chiesa" (paragrafo 424).

Non dobbiamo essere in dubbio sulle domande di base della chiesa in quanto la bibbia dona delle risposte chiare.

Chi è il capo della Chiesa?"
Cristo è il capo della Chiesa" (Efesini 5:23)

Qual'è il fondamento della Chiesa?
"Nessuno può porre altro fondamento oltre a quello già posto, cioè Gesù Cristo" (1Corinzi 3:11).

Non c`è nessun' altra roccia oltre al Signore?
"C`è forse un Dio fuori di Me? Non c`è altra roccia; io non ne conosco nessuna." (Isaia 44:8).

La Chiesa di Gesù Cristo è il suo intero popolo riunito che egli si acquistò con il suo sangue. Essa è una Chiesa cattolica (universale) perché I suoi membri non sono limitati a nessuna denominazione o nazione particolare. Essa è santa perché I suoi membri sono santificati dal sangue di Cristo e hanno il medesimo Spirito Santo. E’ apostolica in quanto essa segue l'insegnamento degli apostoli per come registrato nella bibbia.

Qualsiasi chiesa locale di credenti che sia santa e apostolica è parte di quella Chiesa cattolica, o sia universale di Gesù Cristo.

Fonte: http://www.chiesabattistaitalia.org/Solo_per_Cattolici.html

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri