Bambini e ragazzi

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Carissimi, vi allego una copia dell'ultimo studio che il Signore mi ha permesso di completare proprio in questi giorni. Si tratta di una ricerca biblica su quanto la Parola di Dio afferma in merito ai bambini e ai ragazzi: non è un trattato sociologico o pedagogico, quanto piuttosto un esame dei passi scritturali in cui compaiono riferimenti alla prima e alla seconda infanzia.

Spero vivamente nel Signore che questo studio possa essere per voi motivo di edificazione come lo è stato per me, e sarò ben felice se vorrete farmi conoscere le vostre riflessioni e osservazioni, comprese eventuali critiche costruttive.

Vi chiedo anche stavolta di farmi sapere se doveste eventualmente ritenere di usare questo studio in ambiti diversi da quello della meditazione personale (es. per studi biblici con la chiesa) e soprattutto se doveste ritenere di citarlo in tutto o in parte in pubblicazioni di qualunque genere, anche su supporto informatico. Ciò soprattutto per evitare eventuali noiose sovrapposizioni.
Per ora vi saluto con tanto affetto nel Signore e vi lascio il Salmo 18, che in questo periodo è stato per me di particolare ispirazione.
Un abbraccio a tutti, in Cristo Gesù,

 

Giuseppe Martelli è uno degli anziani dell'Assemblea dei fratelli di Finocchio, questo il contatto:

Giuseppe Martelli
Via Cassaro 80-84 - Borgatata Finocchio - Roma 00132
gm1964chiocciolinafastwebnet.it

AllegatoDimensione
PDF icon bambini_e_ragazzi.pdf618.8 KB

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • I bambini litigano e poi vanno a giocare insieme, hanno capito che la felicità vale più dell'orgoglio...

  • Lavoratori nella vigna del Signore, vorrei richiamare la vostra attenzione sul più istruttivo miracolo operato dal profeta Eliseo, nel modo in cui ci viene descritto nel quarto capitolo del Secondo Libro dei Re.

    L'ospitalità della Shunamita fu ricompensata dal dono di un figliolo; ma, ahimè, tutti i doni materiali sono di breve durata ed avvenne che, dopo qualche tempo, il bambino si ammalò e morì.

  • Chi non si è mai lasciato catturare dal fascino di una dolce melodia? E a chi almeno una volta non sarà capitato di canticchiare distrattamente il ritornello di una canzone, che pur senza volerlo, si continua a ripetere per giorni? Dalle semplici ninna nanne al suono rassicurante della voce della mamma, ciascuno di noi entra a contatto con le prime forme musicali, già dal grembo materno.

  • Gesù prese a dire: "lo ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perchè" hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli".
    "Se non cambiate e non diventate come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli". Matteo 11:25; 18:3

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri