Amos - note

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Autore: Amos, pastore e intagliatore di sicomori (i frutti dei sicomori, per diventare commestibili, dovevano essere tagliati in un preciso momento della loro crescita).
Data di composizione: 760-755 a.C.
Parola chiave: punizione, castigo.
Versetto chiave: “Preparati, o Israele, a incontrare il tuo Dio” (4:12).
Messaggio centrale: Il peccato del popolo porta al giudizio del popolo.
Note varie:

  1. “Amos” significa “peso, carico” e “portatore di pesi”.
  2. In Amos:8:9 si dice che il Sole tramontò a mezzogiorno, nel giorno del terremoto. La spiegazione è nello spostamento dell’asse terrestre (vedi “Tre interventi di Dio nell’universo”).
  3. Amos era di Giuda ma predicò in Israele.
  4. Amos mostra di essere umile, attivo, saggio, fedele, chiaro, onesto.
  5. “Così parla l’Eterno: Cercatemi e vivrete” (5:4). “Cercate l’Eterno e vivrete” (5:6).

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri