Spina nel costato

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

ECCO IL PECCATO
SPINA NEL COSTATO
LE ASPERITA' DI VITA INDUCONO
A PENSIERI CHE CEDONO

E' VILE LA MIA CODARDIA
SON PRESO DA FELLONIA
IL PECCATO A VOLTE HA EGEMONIA
POTESSI ESTERNARE IL PENTIMENTO
MA DIATRIBA DI PENSIERI
MI RENDON MUTO
VIRANDO IN CATATONIA

DA TE MI SON DISTRATTO
AL SUO GIOGO ASSUEFATTO
IL BUIO AVVOLGE L' ANIMO
IL FREDDO AVVILUPPA LO SPIRITO

RIVOLGENDOMI A TE SIGNORE
DAI AL MIO SPIRITO CALORE
SOLO TU FONTE D' ACQUA VIVA
LIMPIDA SORGENTE
CHE RISTORA LA VITA

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Quante volte mi sono trovato afflitto a causa dei miei pensieri sfociati in  azioni peccaminose! Quante benedizioni perse, quanta luce spenta, quale cattiva testimonianza!

Ringraziamo il Signore che ci ha dato un arma.
Tornare alla Sua presenza.

Esercitiamoci in questo:

- ascoltiamo musica cristiana, piuttosto che altra musica che, seppur affascinante, ci sublima sentimenti non buoni;

- spengiamo la tv, usiamo il pc e il cellulare con moderazione (sforzandoci)

- accendiamo la Bibbia, sforzandoci! (una leggero sforzo che porta un grande beneficio).

- Confessiamogli i nostri peccati, le nostre paure,

- Lodiamolo, dedichiamo un tempo, ogni giorno, solo per adorarlo, restando alla sua presenza ricordandoci e ringraziandolo per le sue qualità, le sue misericordie, le sue compassioni, la sua pazienza..

Restando alla sua presenza siamo inondati della sua luce, tutto il resto diventa ombra. Restando alla sua presenza c'è pace, cura, carezza.

SFORZIAMOCI, ESERCITIAMOCI COME UNA PALESTRA!

-------------

Come si addice ai santi, né fornicazione, né impurità, né avarizia, sia neppure nominata tra di voi; né oscenità, né parole sciocche o volgari, che sono cose sconvenienti; ma piuttosto abbondi il ringraziamento.

Perché, sappiatelo bene, nessun fornicatore o impuro o avaro (che è un idolatra) ha eredità nel regno di Cristo e di Dio.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti; infatti è per queste cose che l'ira di Dio viene sugli uomini ribelli.

Non siate dunque loro compagni; perché in passato eravate tenebre, ma ora siete luce nel Signore. Comportatevi come figli di luce
 - poiché il frutto della luce consiste in tutto ciò che è bontà, giustizia e verità -
esaminando che cosa sia gradito al Signore.

Non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; piuttosto denunciatele; perché è vergognoso perfino il parlare delle cose che costoro fanno di nascosto.

Ma tutte le cose, quando sono denunciate dalla luce, diventano manifeste; poiché tutto ciò che è manifesto, è luce. Per questo è detto:

«Risvègliati, o tu che dormi,
e risorgi dai morti,
e Cristo ti inonderà di luce».

Efesini 5

Potrebbe interessarti..

  • ECCOLO ECCOLO IL PECCATO
    ESSO E' TORNATO
    A SFIDAR LA MIA QUIETE
    QUANDO AVRO' PACE?

    ALLE VOLTE DIVIEN
    GOCCIA CONTINUA ALLA MENTE
    SPADA DI DAMOCLE SUL CAPO PENDE
    TARLO CHE MI TRAPASSA LE MENINGI

    A PECCAR NON MI COSTRINGI
    CONFIDO NEL SIGNORE
    IMMUTABILE E' IL SUO AMORE
    PERCHE' NON FUGGE AL MIO PIANTO
    NEL PREGAR NON MI STANCO

    L'ARMA CHE L'ASTUTO FUGGE
    IL SUO TITILLARE DISTRUGGE
    ...NEL PREGARE?
    BISOGNA PERSEVERARE

  • Basta! Fuggirò al peccato
    In altro loco ho dimorato
    Illuso mi ha ritrovato
    Dio mio cos'hai creato
    Un essere devoto al peccato?

    Potessi aver egemonia sui pensieri
    Non avrei peccato neppur ieri
    Mi sento fetido insano
    Adoro cadute come un pagano

    I debiti umani non fann paura
    Ma dei peccati la mistura
    Gli oneri con L' Eterno
    Incutono terrore e scherno

  • NON ESSER DI COLLO DURO
    ABBATTI QUEL MURO
    NON IMPORTA QUEL CHE E' STATO
    SE IL SUO NOME E' : PECCATO

    CHIEDI A DIO IL PERDONO
    NON SENTIRAI MAI IL SUO ABBANDONO
    AL TUO FIANCO RESTERA'
    MAI SI ALLONTANERA'

    PASSO DOPO PASSO
    COSI' NON CADRAI NELL' ABISSO

    SdP

  • LA GRANDE MENZOGNA
    Il mio spirito ha un vizio
    E' entrato in ozio
    Con ironico sorriso
    Ha detto: Non v'è paradiso
    Eccoti dell'oro fulvo
    E dai peccati sarai scalvo

    Se a me ti prostrerai
    Molto di pià avrai
    Fama ricchezza gloria
    Di questa vita transitoria

  • Il peccato, quello "geneticamente" ereditato oppure quello prodotto dai nostri pensieri e dalle nostre azioni è, insieme ad altri "attori" che scopriremo, l'origine delle sofferenze.
    --- Alvaro Pietrageli ---
    Roma 10 novembre 2002

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri