Dolcemente avvinto

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

LA GRANDE MENZOGNA
Il mio spirito ha un vizio
E' entrato in ozio
Con ironico sorriso
Ha detto: Non v'è paradiso
Eccoti dell'oro fulvo
E dai peccati sarai scalvo

Se a me ti prostrerai
Molto di pià avrai
Fama ricchezza gloria
Di questa vita transitoria

Dopo... il nulla
Tutto si annulla
Mordi di più il frutto
Avrai la saggezza di tutto
Non rinunciar a tal invito
E dolcemente sarai avvinto

Chi più di me potrà offrirti
Chi più di me puo esaudirti
Ecco soddisfa il tuo desiderio
Pian piano cadi nel vituperio
Io sono fine sottile
Abile nel servire
Non rinunciar a tal leccornia

Eccoti nella mia via
Dolcementi hai incamminato
Ai piaceri del peccato

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • ECCOLO ECCOLO IL PECCATO
    ESSO E' TORNATO
    A SFIDAR LA MIA QUIETE
    QUANDO AVRO' PACE?

    ALLE VOLTE DIVIEN
    GOCCIA CONTINUA ALLA MENTE
    SPADA DI DAMOCLE SUL CAPO PENDE
    TARLO CHE MI TRAPASSA LE MENINGI

    A PECCAR NON MI COSTRINGI
    CONFIDO NEL SIGNORE
    IMMUTABILE E' IL SUO AMORE
    PERCHE' NON FUGGE AL MIO PIANTO
    NEL PREGAR NON MI STANCO

    L'ARMA CHE L'ASTUTO FUGGE
    IL SUO TITILLARE DISTRUGGE
    ...NEL PREGARE?
    BISOGNA PERSEVERARE

  • Basta! Fuggirò al peccato
    In altro loco ho dimorato
    Illuso mi ha ritrovato
    Dio mio cos'hai creato
    Un essere devoto al peccato?

    Potessi aver egemonia sui pensieri
    Non avrei peccato neppur ieri
    Mi sento fetido insano
    Adoro cadute come un pagano

    I debiti umani non fann paura
    Ma dei peccati la mistura
    Gli oneri con L' Eterno
    Incutono terrore e scherno

  • NON ESSER DI COLLO DURO
    ABBATTI QUEL MURO
    NON IMPORTA QUEL CHE E' STATO
    SE IL SUO NOME E' : PECCATO

    CHIEDI A DIO IL PERDONO
    NON SENTIRAI MAI IL SUO ABBANDONO
    AL TUO FIANCO RESTERA'
    MAI SI ALLONTANERA'

    PASSO DOPO PASSO
    COSI' NON CADRAI NELL' ABISSO

    SdP

  • ECCO IL PECCATO
    SPINA NEL COSTATO
    LE ASPERITA' DI VITA INDUCONO
    A PENSIERI CHE CEDONO

  • Il peccato, quello "geneticamente" ereditato oppure quello prodotto dai nostri pensieri e dalle nostre azioni è, insieme ad altri "attori" che scopriremo, l'origine delle sofferenze.
    --- Alvaro Pietrageli ---
    Roma 10 novembre 2002

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri