Sensazionale scoperta archeologica: manoscritti biblici di 2mila anni trovati in una grotta

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Per la prima volta dal ritrovamento dei Rotoli del Mar Morto, archeologi israeliani hanno rinvenuto un manoscritto biblico risalente a 2mila anni fa. I frammenti sarebbero stati nascosti nella cosiddetta "grotta dell'orrore" durante la Rivolta di Bar Kochba contro Roma ai tempi dell'imperatore Adriano.

La sensazionale scoperta, come riporta il Jerusalem Post, la prima dai tempi del ritrovamento dei Rotoli del Mar Morto, è il risultato di un'operazione in corso da diversi anni con lo scopo di sorvegliare tutte le grotte della zona per prevenire possibili saccheggi, effettuata dall'IAA in collaborazione con il personale del Dipartimento di Archeologia dell'Amministrazione Civile in Giudea e Samaria.

Gli archeologi israeliani ritengono che i rotoli in questione siano stati nascosti durante una rivolta ebraica contro Roma quasi 1.900 anni fa. I frammenti di pergamena recano linee di testo in greco dai libri di Zaccaria e Naum e sono stati datati con il metodo del carbonio-14.

Si ritiene che i nuovi pezzi appartengano a un insieme di frammenti di pergamena trovati in un sito noto come "la grotta dell'orrore" - chiamato così per i 40 scheletri umani trovati durante gli scavi negli anni '60 - che recano anche una rappresentazione greca dei dodici profeti minori. La grotta si trova in un canyon remoto nel deserto della Giudea Giudea a sud di Gerusalemme.

Uno dei frammenti riporta chiaramente:

Zaccaria 8:16 “Queste sono le cose che dovete fare: parlate in verità ciascuno al suo prossimo. Alle vostre porte date giudizi secondo verità, giustizia e pace”.

Un ritrovamento importante e un messaggio ancora più importante per i tempi che viviamo.

VERITA', GIUSTIZIA E PACE!

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • E' una domanda alla quale si cerca di rispondere in maniera soddisfacente da secoli. Non ci illudiamo, nessuno può essere dogmatico su una questione che riguarda dei documenti così antichi, scritti in un periodo storico molto particolare e diffusi senza una regia centralizzata, all'interno delle variegate ed indipendenti comunità cristiane del primo e secondo secolo.

    Ma qualcosa possiamo dirla.
  • Ho finito la prima stesura di un libricino sull'antichità dei vangeli. Lo ritengo un argomento molto interessante e spero il mio lavoro darà delle risposte ad alcuni.

    Qui lo studio

    Fonte:
    link alla pagina libri
    http://www.studibiblici.eu/libri.htm

    Giuseppe Guarino

  • E' interessante che in questo periodo (dicembre 2017) in cui viene discussa la storicità del diritto di Israele ad avere Gerusalemme come propria capitale sia stata fatta la scoperta archeologica che vi segnaliamo di seguito.

  • Rivestendoci dei panni di improvvisati Indiana Jones, sorvoleremo idealmente la Scrittura per scoprire cosa essa ci dica circa l’Arca dell’alleanza, il suo contenuto e il suo significato, per seguire poi i suoi percorsi avventurosi, dal tempo dell’Esodo alla conquista di Canaan, fino al Regno di Salomone, dopodiché le sue tracce sembrano scomparire. Ma, è davvero così importante ricercare quell’Arca del passato? In realtà, al tempo presente c’è un’altra Arca ben disponibile a chiunque la vuole ricercare e, al pari di quella scomparsa, ci lancia delle sfide per poterne godere i benefici.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri