Scivolano le ore...

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

PASSA IL TEMPO INESORABILE LENTO
IN SILENZIO NON UN LAMENTO
NON FA' RUMORE
SCIVOLANO LE ORE
ECCOTI CANUTO VECCHIO
A STENTO PORTI IL SECCHIO
BRIVIDI PERVADONO LA MENTE
LA FINE RESTA SOLAMENTE
NON SAI IL DOPO
SON NATO A CHE SCOPO?
CHI HA VOLUTO IO NASCESSI?
MEGLIO IL MIO PARTO UN ECLISSI
IL CUOR MI DUOLE
E CIO' CHI LO VUOLE?
ECCO LA FINE DEL MIO VIAGGIO
DOVE PORRO' IL MIO ANCORAGGIO?
NON SO' NIENTE DEL DOPO
SOLTANTO FIABE DI ESOPO
COSI' ALACREMENTE
SPOLVERANDO NELLA MENTE
UN RICORDO CON RABBIA
IN SOFFITTO UNA BIBBIA
TROVERO' LI' LA SOLUZIONE
ECCO: GESU' LA MIA REDENZIONE

 

Ecco, tu hai ridotto i miei giorni alla lunghezza di un palmo, e la durata della mia vita è come niente davanti a te; sì, ogni uomo nel suo stato migliore non è che vapore. (Sela)  Sì, l'uomo va attorno come un'ombra; sì, invano si affaticano tutti e accumulano beni senza sapere chi li raccoglierà! Ma ora, o Signore, che aspetto? La mia speranza è in te. 8 Liberami da tutte le mie colpe; non farmi essere l'oggetto di scherno dello stolto. Sto in silenzio, non aprirò bocca, perché sei tu che operi...

Dal salmo 39

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Cielo grigio e asfalto bagnato malinconia che repiro nell'aria.
    Tristezza nei colori invernali?
    Nulla è più triste di ciò che si può celare nell'animo umano.
    Ho sentito parole di rabbia da gente senza pace,
    e nominano Dio solo per loro errori.

    Mondo cieco, affamato e si sazia di niente; ha sete e rifiuta acqua pura.

    Menti nutrite di spazzatura televisiva,
    credenti di dei immaginari. Seguaci del dio web
    e di giochi elettronici che annebbiano
    coscienze innocenti.

  • Nei momenti di solitudine
    Che martellami come incudine
    Mi stringi fortemente
    Accarezzando la mia mente

    Mi proteggi dal tempo
    Che passa come un lampo
    Ogni mio lamento appagando
    Ogni mia lacrima asciugando

    Guidi il mio cammino
    Difendendomi da infausto destino
    Il Tuo amore quanto ti è costato
    Per me Sei stato inchiodato

  • Viviamo come non avessimo
    Bisogno di Dio
    Come Lui non esistesse
    Nessun interesse
    Un Dio morto
    Di cenere ricoperto
    Fumo che emana Satana
    Ci acceca ci allontana
    Per distoglie il nostro spirito
    Di illusioni nutrito
    Finezze sottigliezze
    Dionisiache ebbrezze
    Cicerone metaforico
    Ciarlatano euforico
    Inculca l'inesistenza
    Di Dio la presenza
    Mietendo vittime
    Ridotte a spirito esamine
    Come gobbo suggeritore :
    Non esiste il Signore

  • Satollatevi gente mescio
    Nettar della vigna
    Su comodi letti triclini
    Carpendo i vostri destini
    Fuochi fatui accendo
    Addolcendo lo sgomento
    Rendendovi color Bacco
    Più facile sarà lo scacco
    Ironico subdolo il sogghigno
    Del genio maligno
    Essenze di loto
    Devoti al vuoto
    Immagini diafane
    Sgretolarsi come cenere
    Sottil dolce il sussurrare
    La mente incantare
    Lentamente scivola il mondo
    Nell'abisso senza fondo

    SdP

  • IO CHI SONO ?
    VAPOR CHE PAR SI EVOLVE
    FUMO IN BREVE SI DISSOLVE

    IO CHI SONO ?
    UN FIOR NARCISO
    D' IMPROVVISO RECISO
    SI CROGIOLAVA AL SOLE
    UN GUIZZO...APPASSITO...MUORE

    IO CHI SONO ?
    UNA FIGURA CHE APPARE
    UNA LUCE BALENARE
    UNO SPRIZZO SCOMPARE
    SENZA AVVISO...SENZA AVVISARE

    IO CHI SONO ?
    UNA FARTFALLA COLORATA
    DI VARIOPINTI TONI ABBELLITA
    LEGGIADRA DI FIORE IN FIORE
    DIMENTICATA...MUORE

    IO CHI SONO ?
    NULLA...
    SE A DIO NON CHIEDO PERDONO
    SdP

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri