Quello che voglio non faccio

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

O mio Signore
Se avessi lo stesso ardore
Di come sparlo sul prossimo
In modo abilissimo
Avresti già sulla terra
Una chiesa quasi perfetta
O mio Signore
Se predicassi con lo stesso fervore
Di come rotea la lingua
E di piacevoli frasi essa si intinga
Avresti più anime convertite
Che anime perdute
Signore ti chiedo perdono
A volte sono asincrono
Prometto questo prometto quello
Poi abbandono il duello
Divengo di volontà apatica
Signore la mia fede fortifica
Con preghiere e devozione
A te vero unico Signore

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri