Povera Israele .....

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Ancora martoriata quella terra. O meglio sono molti anni dal 14 maggio 1948, da quando cioè si compì il miracolo della ricostruzione dello Stato di Israele, che quella terra è martoriata.

Un lembo di terra così piccolo eppure sempre al centro del mondo. Sempre circondata da nemici che vogliono distruggerla. Quando ripenso a quello che ha vissuto, passato e superato quel popolo, massacrato, disperso, senza mai perdere l'identità nazionale, a come dopo 2.000 anni è ritornato nella terra che era stata sua, bhe lo considero un segno vivente, uno dei molti, dell'esistenza di Dio, e della fedeltà della Sua parola.

E mi turba accendere il telegiornale e vedere scene terribili di guerra, sempre deprecabile. Ma netta sale l'impressione che l'odio sempre latente antisemita salga e, oltre alle manifestazioni contro Israele in tutto il mondo, anche il modo di proporre le notizie sia ambiguo.

Certo l'ambiguità, la scorretteza dell'informazione mondiale, e sopratutto italiana, credo sia purtroppo probabilmente un dato di fatto, in ogni campo. Isole felici nella quale ci si limita a dare l'informazione e lasciare il giudizio al lettore sono sempre meno.... ma divago troppo....

 In merito ad Israele mi chiedo cosa avranno detto, se si saranno pronunciati, tutti quelli che oggi la condannano, per tutti gli attentati che ha subito, e gli attacchi militari che subisce, con il lancio di missili nel suo territorio, da quando, in segno di distensione, si ritirò dalla striscia di Gaza?

Certo la guerra è terribile e prego perchè cessi, ma in questi  giorni, e anche negli altri, dove si brucia e si è bruciata la bandiera d'Israele perchè cerca di difendersi e sopravvivere, nel mio piccolo ... preferisco innalzarla.


Infatti così parla il SIGNORE degli eserciti: È per rivendicare la sua gloria che egli mi ha mandato verso le nazioni che hanno fatto di voi la loro preda; perché chi tocca voi, tocca la pupilla dell'occhio suo.
Zaccaria 2:8 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Premessa Ringraziato sia il Signore che ha voluto mandare a noi, gli ultimi, i più miseri, la Sua Parola, la Verità. La Sacra Scrittura dice che soltanto la verità ci rende liberi e chi vuole essere liberato dalle catene del peccato e della morte ha bisogno della Verità, Gesù: la Parola di Dio.

  • E' di questi giorni la notizia, molto discussa, di voler trasferire l'ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme. Si parla di Stati Uniti, come ampiamente risaputo, e in particolare delle disposizioni del presidente Trump. La curiosità è che nella disinformazione in cui viviamo, sembra un paradosso per i nostri tempi, molti credono che gli USA abbiano deciso, in questo modo, di fare di Gerusalemme la capitale d'Israele. Non è così. Gerusalemme è la capitale d'Israele, li vi si riunisce il parlamento nell'unica democrazia di quei luoghi.

  • Secondo un nuovo rapporto di ricerca che ho pubblicato questa settimana, nel corso dell'ultimo anno il numero degli ebrei nel mondo è aumentato di 80.000 persone e ha raggiunto un totale stimato a 13.428.000. L'incremento è interamente dovuto alla crescita di Israele la cui popolazione ebraica è giunta a 5.704.000, su un totale di 7.552.000 abitanti.
     
    Di questi, 313.000 sono membri non ebrei di famiglie ebraiche immigrate, e oltre un milione e mezzo sono arabi. Nel resto del mondo,
  • Si celebra a partire da sabato sera. storia di un mancato sterminio
    Purim è una festa molto particolare per il calendario ebraico. Si distingue da tutte le altre per il suo carattere conferitogli dalle generazioni successive, ma sopratutto per la sua fonte principale, la Meghillà di Ester stessa.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri