Felice notte Israele

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Le piazze della città saranno affollate di ragazzi e ragazze che giocheranno nelle sue piazze - Così dice l'Eterno degli eserciti: "Se questo sembra impossibile agli occhi del resto di questo popolo in questi giorni, sarà pure impossibile ai miei occhi?", dice l'Eterno degli eserciti - Zaccaria 8

Felice notte a Santa Gerusalemme, Israele: non temere

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Davvero in quella parte del pianeta la gente più simile a noi occidentali.

Ritratto di alex

Le piazze della città saranno affollate di ragazzi e ragazze che giocheranno nelle sue piazze».

Così dice l'Eterno degli eserciti: «Se questo sembra troppo difficile agli occhi del resto di questo popolo in questi giorni, sarà pure troppo difficile ai miei occhi?», dice l'Eterno degli eserciti.

Così dice l'Eterno degli eserciti: «Ecco, io salverò il mio popolo dal paese dell'est e dal paese dell'ovest. Io li farò venire ed essi abiteranno in Gerusalemme; essi saranno il mio popolo e io sarò il loro DIO con fedeltà e giustizia». Così dice l'Eterno degli eserciti: «Le vostre mani siano forti, voi che udite in questi giorni queste parole dalla bocca dei profeti che c'erano al tempo in cui si gettavano le fondamenta della casa dell'Eterno, affinché si possa ricostruire il tempio.

Prima di quel tempo non c'era salario per uomo né salario per le bestie; non c'era alcuna sicurezza per chi andava e veniva a motivo del nemico; io stesso infatti mettevo tutti gli uomini gli uni contro gli altri. Ma ora non sarò più con il residuo di questo popolo come sono stato nei tempi passati», dice l'Eterno degli eserciti. «Poiché vi sarà un seme di pace; la vite darà il suo frutto, il suolo darà i suoi prodotti e i cieli daranno la loro rugiada. Farò entrare il residuo di questo popolo in possesso di tutte queste cose.

E avverrà che, come foste una maledizione fra le nazioni, o casa di Giuda e casa d'Israele, così quando vi salverò sarete una benedizione. Non temete, le vostre mani siano forti!».

Poiché così dice l'Eterno degli eserciti: «Come decisi di farvi del male quando i vostri padri mi provocarono ad ira», dice l'Eterno degli eserciti, «e non mi pentii, 15 così in questi giorni ho nuovamente deciso di fare del bene a Gerusalemme e alla casa di Giuda. Non temete!

Zaccaria 8.5-15

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri