Liberazione dalle maledizioni - Derek Prince

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Liberazione dalle maledizioni - Derek Prince - L'argomento è particolare e dibattuto, riportiamo qui un punto di vista, per molti versi condivisibile, di Derek Prince. Resta valida l'esortazione paolina "Esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono".

Ecco un quadro di modi più comuni in cui le parole operano nelle vite delle persone. Questo messaggio spiega IL PESO DELLE PAROLE, quanto ciò che diciamo ha il potere di influenzare le vite di altri e anche le nostre stesse vite, sia nel bene che nel male. Le MALEDIZIONI, il dire male, le parole negative hanno un effetto prima o poi. In questo messaggio vengono esposti diversi esempi dove ciò è avvenuto, sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento.

Le parole prendono vita, quindi anche le maledizioni prendono vita! Avvengono! Dunque attenzione alle parole che diciamo e non solo agli altri ma anche a noi stessi. Ad esempio non diciamo mai "quanto vorrei morire!" Anzi SOSTITUIAMO quella maledizione con la Parola di Dio, quindi diciamo come nel Salmo 118 versetto 17 "Io non morirò, anzi vivrò e racconterò le opere del Signore".

 

Traduzione: Erika

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Giuseppe Martelli è uno degli anziani della Chiesa Cristiana Evangelici Assemblea dei fratelli di Finocchio (Roma).

    questo il contatto:
    Via Cassaro 80-84
    - B.ta Finocchio - Roma 00132
    gm1964.gm1964---chiocciolina---gmail.com

  • Era un periodo nero per Neil Pasricha: a trent'anni, improvvisamente, si trovava ad affrontare un divorzio, vivere problemi sul posto di lavoro, scoprire un amico seriamente malato.

    Le disgrazie non vengono mai da sole, e sembravano addensarsi sulla sua testa con una intensità pericolosa. E poi si sa: i fatti condizionano la nostra percezione, e rischiano di portarci in un circolo vizioso di pessimismo e autocommiserazione.
    Per salvarsi da una imminente depressione, Neil decide di reagire e riscoprire, anche in mezzo alle disgrazie, la
  • Sin da bambina ho frequentato la chiesa e la scuola domenicale, ma andando avanti con l'età il mio interesse per il Signore invece di aumentare andava sempre più diminuendo.

    Oggi ringrazio Dio perché mi ha fatto nascere in una famiglia cristiana. Sono sempre stata una brava bambina, ma all'età di quattordici anni circa ho cominciato a voler fare un pò di testa mia. Volevo sentirmi come le mie amiche, libera di poter fare tutto e di andare dove volevo.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri