La nostra volontà influenza quella di Dio?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Gesù dice: "Quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli come la gallina raccoglie i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! Ecco, la vostra casa vi è lasciata deserta"  Matteo 23.37

Si è scritto molto, molto si scriverà, sulla dottrina della predestinazione ma anche sul fatto che quello che accade è sempre la volontà di Dio.

Questo passo chiarisce, almeno a mio avviso, una volta per tutte che quello che accade è un misto tra la volontà di Dio e la nostra risposta a questa volontà. In un certo senso con il nostro atteggiamento possiamo fare in modo che accadano cose che altrimenti il Padre celeste non avrebbe voluto che accadesserò. Questa è la Sua volontà. Sorriso

Certamente non possiamo decidere le conseguenze delle nostre scelte, quelle se le riserva solo Lui. Tuttavia possiamo scegliere quale strada percorrere, davanti ad ogni bivio della nostra vita.
Per ogni sceltà si può: fare la Sua volontà oppure no.
Per ogni decisione è possibile: servire Dio oppure il nemico.
Davanti ad ogni scelta, dalla più insignificante alla più complicata.

Cerchiamo la Sua faccia, torniamo al primo amore.
Facciamo la Sua volontà. Proviamoci, ricominciamo, tentiamo, sforziamoci. Supplichiamolo di concederci questa grazia. Imploriamolo di sciogliere i legami che arrivano fino agli abissi tenendoci al palo.

Lui ne gioirà e questa gioià entrerà in noi.

In questo modo, rispondendo con amore al Suo amore, anche annichilendo i personalissimi desideri reconditi e bramosi di manifestarsi nel loro esercizio, in questo modo, arrendendoci al Suo amore, la Sua gioià entrerà nella nostra e sarà completa.

L'appagamento perfetto, nessun orgasmo lecito o illecito potrà paragonarsi, nessuna farfallina nello stomaco lo raggiungerà. Questo appagamento è da Dio è quello che cerchiamo da una vita.
Quel senso dell'Eterno che solo nella gioia dell'Eterno troviamo.
Grazie Signore!

Come il Padre ha amato me, così io ho amato voi; dimorate nel mio amore. Se osservate i miei comandamenti, dimorerete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e dimoro nel suo amore. Vi ho detto queste cose, affinché la mia gioia dimori in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi. Nessuno ha amore più grande di questo: dare la propria vita per i suoi amici. Voi siete miei amici, se fate le cose che io vi comando - da Giovanni 15

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri