La Bibbia torna a Cuba dopo cinquant'anni

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Una buona notizia: I cristiani di Cuba hanno ricevuto più di 83.mila Bibbie nel mese di giugno dal Missions International Board. Le Bibbie arrivano in un momento di crescita della chiesa evangelica a Cuba.

La Convenzione battista di Cuba sta distribuendo le Bibbie ai credenti in più di mille chiese disseminate nell'isola. Per più di cinquant'anni nelle librerie cubane è stato impossibile reperire copie della Bibbia; l'unico luogo dove era possibile trovarne rimanevano le chiese che tuttavia, dovendo contare sulle donazioni, hanno faticato in questi ultimi anni a tenere il passo delle richieste, vista anche la crescita numerica dei credenti.

Questa libera distribuzione delle Sacre Scritture si può inquadrare nel disgelo tra Usa e Cuba che ora riaprono le rispettive ambasciate e non solo: il presidente americano, Barack Obama, ha parlato di «passo storico», aggiungendo che «non è un passo simbolico» e ha inoltre dichiarato che il segretario di Stato americano, John Kerry, visiterà Cuba questa estate. «Ora il Congresso deve agire sull'embargo su Cuba», ha rilevato poi Obama, spiegando che «l'embargo non ha funzionato per cinquanta anni». L'annuncio di Obama segue quello dell'Avana, che ha annunciato la riapertura delle ambasciate di Cuba e Stati Uniti con la ripresa delle relazioni diplomatiche «a partire dal 20 luglio». Il ministero degli Esteri cubano in una nota ha riferito che la data è contenuta nella lettera di Barack Obama a Raul Castro.

Il riallacciamento dei rapporti diplomatici corona un negoziato di due anni tra Washington e L'Avana che avevano interrotto le relazioni nel 1961, e si tratta del passo più importante nel processo di riavvicinamento iniziato il 17 dicembre scorso. [gp] -

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Riceviamo e voletnieri divulghiamo questa informazione da Porte Aperte: 13.000 chiese hanno cessato di esistere nel nord-est della Nigeria a causa della persecuzione anticristiana. Parte la "Campagna Nigeria", una petizione basata sull’invio di lettere al Presidente nigeriano e all'Ambasciatore nigeriano in Italia per dare voce ai cristiani perseguitati nigeriani.

  • A Teheran ed altre città dell'Iran nuova ondata di arresti di cristiani convertitisi dall'Islam. Le persone arrestate (25) hanno subito violenza fisica e verbale e sono state sottoposte ad interrogatorio. Tra loro cinque coppie con bambini molto piccoli. Undici persone sono  tornate in libertà ma solo dopo aver firmato un documento con il quale hanno dichiarato di non partecipare mai più ad attività cristiane. Le altre quattordici sono ancora in carcere.

  • Riceviamo e volentieri condividiamo: La Scuola a Distanza viene incontro a chiunque desidera studiare ma non ha la possibilità di seguire le lezioni in aula in una Scuola Succursale o nella Scuola Residenziale. Direttamente da casa, lo studente può intraprendere il percorso del Certificato di teologia.

  • Molto curiosa questa notizia a cui allego anche un video scovato su You Tube. Ci sarebbe da ridere, sembra un film stile Bud Spencer & Terence Hill, se non fosse che invece i pugni e gli schiaffi erano veri. Greco ortodossi e armeni, ambedue "cristiani" che si danno botte da orbi e la polizia israeliana che cerca di sedarli! Si sarebbe stata proprio una bella comica...

    _____________________

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri