In carcere la mia conversione a Gesù Cristo

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Il Signore riscatta la vita dei suoi servi, nessuno di quelli che confidono in lui sarà considerato colpevole - Salmo 34

 

Un saluto a tutti, Mi chiamo Alessandro, sono un cristiano evangelico.
La mia esperienza religiosa nasce nel cattolicesimo come per gran parte di noi, ma ero fondamentalmente ateo fino a quando nel 1999 in carcere, a Piacenza, ho trovato un vangelo (distribuito dai gedeoni).

la mia conversione:
-----------------------
....... si è proprio così qualcuno mi ha parlato, qualcuno mi ha toccato.
No, non ti scriverò di esperienze mistiche, apparizioni particolari, non ti chiederò di rendere quel luogo, il carcere, un santuario da andare a visitare. Ma di certo mi sento miracolato. Non ti dirò di rituali particolari, celebrazioni appariscenti, nulla di tutto questo.

,,, ma cominciamo con ordine, con la mia vita, sarò breve, seguimi per favore....

Lavoro in carcere, un lavoro ben remunerato, rispetto a quello che facevo prima, il barista.
Lontano da casa, Piacenza (sono di Roma).

Da giovane, chissà perchè, avevo deciso di bestemmiare almeno 100 volte al giorno, le contavo. Se la sera non avevo raggiunto quel numero lo facevo di seguito potevo così addormentarmi "tranquillo".
Mai cattivo completamente, agli occhi degli uomini.
Sesso la prima volta a 24 anni.
Appassionato di PC, Commodore e star trek ....

Vinco il concorso in Polizia Penitenziaria, vado a Piacenza. Conosco sesso, droga e discoteca., "quanto mi sono perso" pensavo.

Nato da una famiglia modesta, sopratutto economicamente. Mia madre catechista, mi "imponeva" la Chiesa Cattolica, catechesi, corale, devo dire mi sono divertito, di Dio, ben inteso, non me ne fregava niente, più delle ragazze.

Quante battaglie con lei, e con la mamma della mia fidanzatina. "Il big bang", dicevo, "la scienza", ribadivo. Tutto sommato avevo la mia divinità e la "mia" fede.

"Mia madre, a seguito di una forte depressione dopo il parto dell'ultima amata sorellina, la terza, si impicca, si uccide, per molti versi me ne sono sempre fatto una colpa anch'io, potessi oggi potergli rispondere a quegli inviti pressanti che mi faceva sulla necessità di cercare Dio!!!!

"Ok all'ora divertiamoci, sesso droga e discoteca."

Arrivo a Piacenza e l'Emilia è certamente generosa per certi vizi.

Mi impegno nel sindacato, faccio rumore, manifestazioni davanti al carcere per la mensa e altre cose simili.
Mi rendo antipatico al Comandante, non ai miei amici.
Bene la mia vita prosegue, il punto più basso, probabilmente, una notte al Block House (quello che nei moderni carceri è il primo blocco, il primo controllo). Freddo, stufetta ed M12 in mano (la piccola mitraglietta). Scrivevo poesie, pensavo a mia madre, a stento ho vinto la morte quella sera pensavo, "ora ti raggiungo"...

Continua la mia vita, droga sesso e discoteca, il lavoro diventa più difficile, ho bisogno di valium la mattina per essere tranquilo e lavorare bene con i detenuti, la pressione è sempre alta, e i modi le maniere devono essere sempre misurate, nei limiti del possibilie.

La notte in carcere avvolte mi addormento, magari brevemente, ogni 2 ore un giro per vedere se i "camosci" (i detenuti nel nostro gergo) stanno bene, se qualcuno di loro muore e il dottore lo trova freddo, sono guai.
Un detenuto mi denuncia per percosse, 2 anni di indagini.

...... QUELLA NOTTE non potevo essere tranquillo, il comandante era in giro. Mi cercava, non potevo correre il rischio di appisolarmi. Cerco il modo di restare sveglio. Il banco è pieno di giornali, di quelli che parlano di droga sesso e discoteca, non mi sono mai piaciuti, cerco altro, non c'è, cammino per la "sezione", fa freddo, il russare dei detenuti è fastidioso come sempre, l'odore del loro sudore ancor di più. Vado al bagno mi sciacquo la faccia, ricomincio il giro.

AD UN TRATTO mi ricordo di quei colleghi con in bocca sempre Gesù e Dio. Lasciavano vangeli e calendari ai detenuti, "stupidi" pensavo, "i detenuti vanno picchiati più che accarezzati". "ahhh.... so io a cosa porta la religione"......

Eppure era un pò che ringraziavo Dio, in maniera blanda non chiara, ma ero lieto di esserci ancora, in particolare di quella luna meravigliosa, nonostante l'aria gelida e le sbarre che mi separavano da lei. Le sbarre, non quelle di ferro, piuttosto quelle nel cuore.
Ma la vedevo, tra le sbarre del corridoio, ed ero li, ed ero contento.

Bene ecco un vangelo (etichettato con uno "strano" nome Gedeoni), ora lo leggo e gliene dico quattro, "a sti saccenti che parlano sempre con versetti". Il Comandante viene mi trova sveglio mi sorride, so che tornerà.
"Tutto apposto?" "Certo comandante, tutto apposto".

Comincio a leggere, le genealogie, che pizza.
No, voglio continuare , domattina mi da il cambio quell"evangelico" che piace chimarsi cristiano, no voglio proprio rispondergli a modo.
Vado avanti, leggo di Gesù.

Un uomo, Dio, fa miracoli, cambia la materia, resuscita. Bella la storia non l'avevo mai letta con così attenzione e dovizia. Continuo.
Gesù è il maestro, insegna, aiuta, ..... bello questo Gesù... mi piace.
POI.... gli schiaffi, gli sputi, i calci, la croce. PERCHE' !!!!!!!!!!!!!!!!!

"ah ! Gesù se io avessi avuto i tuoi poteri avrei fatto polvere dei miei nemici, altro che schiaffi, altro che sputi, io vi distruggo"........

Continuo a leggere e a questo punto il terrore, "sono io che sto prendendo a calci Gesù" la consapevolezza "io merito quella fine" ed infine il sollievo e la pace "è per me che l'ha fatto", comincio a piangere a dirotto, prego Lo ringrazio.... il giorno dopo abbraccio i colleghi, fratelli, distribuisco vangeli ai detenuti che, titubanti, mi dicono "possiamo prenderlo, davvero?"......

Pochi giorni dopo sorprendono i miei compagni di avventura, alcuni li sospendono. Io da non molto avevo rinunciato a quel modo di vivere, compagni e amici a cui ero molto legato e a cui voglio un mondo di bene e per i quali continuo a pregare, io che prendevo in giro Dio e deridevo chi mi parlava di Lui. .

Poi il distacco sindacale a Roma ed ora qui.... con te......

Ecco perchè, caro lettore, posso dire che lo Spirito mi ha parlato, convincendomi di peccato, e Gesù mi ha toccato, guarendomi dalla lebbra del peccato.

Ora non sono un "santone", ne un grande uomo, ne un "cristiano modello", solo un piccolo servo, inutile, consapevole che tutto deve al Suo Signore Gesù che è il Cristo....

A LUI LA GLORIA A LUI LA NOSTRA ATTENZIONE A LUI LA NOSTRA RICONOSCENZA A LUI CHE VUOLE ANCORA PARLARE CHE PARLA ANCORA, CHE SALVA ANCORA, OGNI CUORE OGNI GINOCCHIO SI INCHINI DI FRONTE ALLA MAESTA' CHE E' NEI CIELI E CHE INTERCEDE, SALVA... CHI LO RICEVE..... RICEVIAMOLO TUTTI !!!!!!!

------------------------
Ora frequento la
Chiesa Cristiana Evangelica dei fratelli
in zona Borgata Finocchio (Roma)
Via Cassaro, 80/82
00132 - Roma
sarò lieto di dialogare anche in privato, qui i miei contatti:

alex [chiocciolina] laparola.info

Cell. 340.884.8467

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Commenti

Carissimo Alessandro, complimenti per il modo in cui hai condiviso per iscritto la tua bellissima testimonianza di conversione e di fede. L'ho inoltrata ad un mio amico ateo (fino alle midolla), con la speranza che quest'altro seme possa percuotere la sua coscienza. Un abbraccio fraterno dal Belgio. Ho 40 anni, sposato con due figli e sono pastore della chiesa cristiana evangelica di La Louvière. Ti lascio con Proverbi 4:23. Pace!

Ritratto di alex

Ciao Calogero, certamente complimenti, ma al nostro Signore che non disdegna neanche me, grazie Signore!
Per quanto riguarda il tuo amico ateo... be si dice che quando un aereo sia sul punto di precipitare anche gli atei iniziano a pregare. Nessuno nasce ateo, al contrario viene educato a rinnegare Dio. Gli atei sono il risultato di ideologie, di false ideologie. L'ateo dice: Non c'è Dio, punto e basta". La Bibbia ribatte "Chi parla così è uno stolto" - Rinnegare Dio è la cosa più stolta che si possa fare. Negare una realtà non la priva dell'esistenza...

Fagli un regalo, il libro: Gesù è la via di Wilfried Plock, da cui ho tratto le righe precedenti.
https://clcitaly.com/product/gesu-via-wilfried-plock-clv-9783866991705

ftp://bitimage.dyndns.org/italian/WilfriedPlock/Italian-Gesu_E_La_Via_20...

Preghiamo per lui...
Dio ti benedica nel ministerio e, prima di ogni cosa, nella relazione personale con Lui.

Alex

ps grazie per il "proverbio" è verità!

Caro Alex, sapessi quanti riferimenti, libri, video-testimonianze gli ho già condiviso... ma fin quando un cuore è chiuso a chiave... qualche anno fa venne adirittura a trovarci in chiesa, dall'Italia figurati, prese un aereo una domenica mattina solo per assistere ad un nostro culto battesimale, incuriosito dalla conversione di una nostra sorella marocchina ex-mussulmana. Per lui era impossibile. Fu talmente sconvolto da quello che vide e dalle testimonianze da confessarmi cose che non mi sarei mai aspettato da un accanito ateo militante come lui... Non si è convertito, e tutt'ora continua a lottare con la sua coscienza, ma prego e spero che un giorno, prima che muoia, egli apra finalmente gli occhi della fede e si arrenda al Signore. Gli voglio tanto bene, e credo anche lui nei miei confronti. Ci sentiamo e ci rispettiamo sinceramente, a volte i nostri dibattiti sono ardui ma continuo a sperare che Dio percuota in pieno la sua coscienza come Egli vorrà, e per la Sua Gloria. Pregate anche voi per lui, che attraverso la sua conversione, tanti altri esponenti dell'ateismo militante siano sconvolti e vengano anche loro a Cristo. Un saluto fraterno a tutta la vostra comunità!

Ritratto di alex

Molto bene,  continuiamo a fare il nostro lavoro, chiedendo al Signore discernimento, condiamo il tutto con preghiere e suppliche. Come sai, caro fratello, lo Spirito Santo convince, la cosa molto buona in tutto questo è che il tuo amico è amato, più di quanto lo ami tu ed io, dal Creatore!
Grazie per i saluti. Quelli dell'Italia vi salutano :-)

Ebrei 13:24-25

E una storia di fede bellissima tocca molto che siii d esempio x tutti noi x un risveglio nella fede mi fa  la figura della mamma come mio padre 9 anni fa si tolse la vita.Questo  da  l esempio che chi passa quueste cose nella famiglia e incontra il signore nella tempesta bisogna guardare solo lui x superare questi traumi solo Gesù salva

by Carmen

Davvero premuroso! Ho riflettuto molto sulla mia vita. Ho davvero capito cosa significa la presenza del Signore Gesù Cristo nella nostra vita. Spesso tendiamo a disprezzare le profezie. Bene! Questa è una cattiva pratica.

Ritratto di Yana

Bellissima storia di chi ha scoperto la vita! Complimenti alex
Ritratto di alex

Ciao Floriana....grazie dei complimenti anche se, e senza falsa modestia, sono immeritati.... ha fatto tutto Gesù e vuole trasformare ogni cuore di pietra in cuori di carne, e meno male che ha compiuto ogni cosa Lui stesso!, sai noi uomini roviniamo tutto....

Gesù ti benedica, ci benedica.
_____________

Siate sempre gioiosi; non cessate mai di pregare; in ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi.
Non spegnete lo Spirito. Non disprezzate le profezie; ma esaminate ogni cosa e ritenete il bene; astenetevi da ogni specie di male.
Or il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l'intero essere vostro, lo spirito, l'anima e il corpo, sia conservato irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. Fedele è colui che vi chiama, ed egli farà anche questo.

1° Tessalonicesi 5

Ritratto di Christ Eva

Alex...non avevo ancora letto questa tua testimonianza. Meravigliosa nella sua seppur profondissima sofferenza.

Grazie per averlo condiviso con noi.

Grazie

ciao mi ha colpito molto la tua testimonianza sopratutto perche anchio sono uscito dal carcere 4 giorni fa e mentre ero dentro ho riflettuto molto alla mia vita .io ho acettato il signore ancora  8 anni fa nel mio cuore ma non ho dato mai molta importanza pensavo che era tutto semplice fino che un giorno mi anno arestato per un furto e veramente ho   capito cosa vuol dire la presenza del signore gesu cristo ..ciao alessandro da treviso che dio ti benedica te e la tua famiglia 
Ritratto di alex

CIao Alessandro,

bhe il nostro Dio è veramente grande, chiama in diversi modi persone diverse, ma tutte bisognose della Sua preenza, del Suo sangue, della Sua pace.

DIo ti benedica caro Alessandro, spero tu abbia la possibilità di frequentare un gruppo di persone che, come me e te, hanno fatto questa esperienza. Sarebbe molto utile per crescere.

Qui alcuni indirizzi

Osea 11

Alex

Dio ti Benedica Fratello Ti da pace e gioia e felicità dal mio sito trovi la mia testimonianza video ed altri film video che aiuteranno chiunque alla ricerca di Dio A dio sia la Gloria Amen

http://www.webalice.it/angelo.picone.0/film.htm

Ho trovato la tua eperienza di fede molto interessante e vorrei usarla in qualche modo...Per il momento, Dio ti benedica. Anch'io frequento una chiesa "dei fratelli" (Siniscola - NU) e conosco il Signore da tanti anni. Fraterni saluti. Tonino Mele
Ritratto di alex

Ti saluto in Cristo Tonino.
Certamente puoi utilizzare il materiale del sito, nel Signore, come riterrai opportuo.

Sarei lieto di conoscere anche l'opera che il Signore ha compiuto per te in questi anni di cammino, e che certamente compie ancora.

Un abbraccio a tutti i fratelli in Cristo, Dio vi benedica, benedica la Sua Chiesa, benedica la Sua opera, benedica te.

ps se ti registri potrai scrivere senza esser moderato, ovvero senza bisogno che l'amministratore pubblichi il tuo post, verrà pubblicato immediatamente.

Ciao, Alex

Caro Alex, grazie per la tua disponibilità. In effetti ritengo il tuo sito, oltre che interessante anche abbastanza ricco. E ritengo che la rete internet, per quanto pericolosa per certi versi, perchè ricicla e globalizza tante falsità, anche “spirituali”, d'altro canto è una grande opportunità per l'evangelo.
E se è vero che Obama ha vinto le elezioni americane grazie a questo, speriamo di poter vincere anche qualche anima a Cristo tramite questo mezzo. Per quanto riguarda la mia esperienza di fede, dico anzitutto che sono nato in una famiglia cattolica non praticante. Quindi sono stato battezzato nella chiesa cattolica e quando mi sono rotto la testa per l'ennesima volta, mia madre ha fatto il pranzo di “Sant'Antonio”, una festa patronale, per ottenere in cambio la grazia di preservare quel figlio scalmanato, quale io ero da piccolo.
Intanto, il Signore ci ha fatto la vera grazia di farci pervenire il Vangelo, attraverso un mio zio, che, a seguito di una rocambolesca conversione in Germania, dove era emigrato, poi è tornato in patria come missionario insieme alla moglie, mandato dalle assemblee tedesche. Così, quando avevo nove anni, qualcosa di molto importante ha segnato il destino spirituale di tutta la mia famiglia: la conversione di mia madre.
Lì ho iniziato a frequentare una chiesa dove si predicava il Vangelo e dove si dava ampio spazio alla lettura ed alla spiegazione della sola Bibbia. Nel mio immaginario fanciullesco ero poi particolarmente attratto dalle storie di Mosè, Giosuè, Gedeone, Sansone, Davide, Gesù, ecc. Ma una vera “scelta di fede” è avvenuta verso i quindici anni, dopo essermi parecchio calmato caratterialmente ed essere diventato molto più riflessivo ed introverso. L'educazione ricevuta, l'ascolto della Parola di Dio nella chiesa e le conversazioni con fratelli maturi, aiutarono molto, ma fu sopratutto l'approfondimento personale della Parola di Dio che incise in modo indelebile nella mia vita i caratteri ed il carattere stesso di Dio: così avvenne il miracolo della mia “nuova nascita”. Quell'esperienza segnò così fortemente la mia esistenza, non solo perché Dio operò, ma anche per il modo in cui operò: attraverso il mio “forte” attaccamento alla Scrittura. Passavo letteralmente giornate intere, dall'alba al tramonto, a studiare la Bibbia, tanto era forte il piacere interiore che provavo. Man mano che studiavo la Parola il mio cuore si “riscaldava”, “bruciava” di passione per la bellezza e la grandezza dei pensieri di Dio.
Senza voler apparire megalomane, mi chiedo se Colombo, quando scoprì l'America, provò gli stessi sentimenti che io provavo nel fare le “mie scoperte” sulla Parola di Dio. Sta di fatto che questa forte passione per la bellezza della Parola di Dio è rimasta e, pur avendo anch'io avuto i miei alti e bassi, devo dire che tutt'ora il mio servizio nella chiesa è legato soprattutto all'insegnamento ed alla predicazione della Parola. In verità, da subito, i missionari della mia chiesa notarono questa mia inclinazione verso la Parola, tanto che, già a 16 anni mi venne data la possibilità di esporre in chiesa le “mie scoperte”, tenedo così dei veri studi biblici. Intanto, per quanto riguarda la mia famiglia Dio ha continuato a far grazia: non solo mio padre iniziò a frequentare la chiesa, ma anche mia sorella ed il mio fratello più piccolo col tempo hanno conosciuto il Signore.
Eppure non è stata una grazia priva di sofferenza. Anzitutto quella del nostro Signore Gesù, il quale ha dato la sua vita per farci avere questa grazia. E poi quella sofferenza che abbiamo provato, quando mio padre è morto per un incidente sul lavoro, lasciando moglie e cinque figli, di cui io ero l'unico maggiorenne. Quindi, una grazia nata nella sofferenza (quella di Gesù) e che non ti mette al riparo dalle sofferenze di tutti gli uomini, ma che ti da la forza di farvi fronte, mostrandoti proprio nel dolore, quanto grande è il nostro Dio. Ora son passati oltre vent'anni, e dopo altre vicende di cui è costellata la vita, io, mia mamma, il mio fratello più piccolo ed un altro fratello che ancora non ha fatto una scelta per Cristo, frequentiamo la chiesa che Dio si è compiaciuto di far sorgere qui a Siniscola.
Ivi, io sono uno dei responsabili, ma ho anche un ministero di predicazione itinerante. In questo ho il forte e saggio appoggio della moglie che Dio ha voluto donarmi quando frequentavo la scuola biblica di Roma (l'IBEI), la quale condivide pienamente il mio impegno e mi ha donato anche due bellissimi bambini (Gionatan e Jessica). Il mio fratello più piccolo serve il Signore come diacono, ma anche come uno che porta la Parola.
Mia sorella si è sposata con un uomo che ama il Signore ed è uno degli anziani della sua comunità locale. Questo è solo un assaggio della grazia che Dio ha voluto operare nella mia vita e di quello che ancora vuol fare.
Ma conviene che mi fermo qui, per non rischiare di dilungarmi. Io sono famoso per le lunghe lettere.
Che il Signore ti benedica insieme ai santi che fanno parte della tua chiesa locale e benedica l'opera che vi da di fare nel luogo che vi ha posti. Con stima fraterna.
Tonino Mele.
Ritratto di alex

Caro fratello, sono ripassato in questa pagina e ho ritrovato questo tuo post....
Mi auguro che la tua fede sia ancora meravigliata dall'esperienza con il nostro buon Dio...

TI capisco, anche nella mia vita da credente bufere e tempeste...
Ma quale gaudio, più che la scoperta dell'America, che gioia poter dire, in spirito e verità: Abba Padre!

Grazie Gesù che ci hai permesso questo legame e questo rapporto con Dio altrimenti impossibile. Grazie Dio per lo SPirito Santo che ci consola, istruisce e gioisce insieme a noi guando guardiamo per fede il volto di Gesù dove rifulge la Tua gloria.. che ci sazia... Grazia Padre!

-----------

ps ho il piacere di aver conosciuto tua sorella e il marito frequentando da circa due anni l'assemblea che citavi.... non è fantasioso e buono il nostro Dio! :-)
Ritratto di R_Francesco

E lo Spirito che ci accomuna.

Pace... alex, pace Tonino...

Oggi ho letto le vostre testimonianze e mi si sono inumiditi gli occhi per la "visione" di come Lo Spirito di Dio ha operato nelle vostre vite, sta facendo e per come sicuramente farà ancòra in avvenire... In Matteo 5:28, Nostro Signore Gesù, ci mette in guardia dai nostri pensieri... poiché, possiamo peccare anche con i nostri pensieri... ma altrettanto, con i nostri pensieri, possiamo "compiere" delle azioni che ci fanno essere graditi a Dio... questo per dire che, il corpo mistico della chiesa di Gesù, lo si realizza anche nella comunione in Spirito, senza che sia necessario incontrarci di presenza... questo sta accadendo ora che, per un verso o per l'altro, siamo confluiti in un'unica esaltazione e condivisione della parola che nella Bibbia è Parola di Dio! Amen

R. Francesco

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta