Commissione Segre: Ebrei di Roma commentano: "astensione pericolosa"

I parlamentari di destra si astengono dal voto sull'istituzione della Commissione oggetto dell'articolo. La semplice riflessione è che la destra stringe l'occhiolino a certi risentimenti di odio ed intolleranza che, talvolta in maniera incalzante, fomenta.

Con questo non si vuole "santificare" l'altra parte politica che ha fatto di alcuni argomenti considerati peccato nella Bibbia, delle bandiere di apparente libertà.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Quando il dolore è la tua prigione

Cosa potrebbe mai venir fuori di buono dalla sofferenza cronica?

Nel film “The Princess Bride”, il terribile pirata Roberts confronta la romantica sensibilità dell’eroina, la principessa Buttercup. Lei soffre per la perdita del suo unico grande amore, mentre lui la sgrida per la sua autocommiserazione. “La vita è dolore, Principessa, e chiunque le dica il contrario sta cercando di venderle qualcosa”.

Hai mai pensato che la vita fosse dolore? Che il futuro sarà più o meno una lunga sofferenza emotiva, fisica o relazionale?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

L’albero del Ténéré

Salmo 1:1-3; Geremia 17:13

Soprannominato “il deserto nel deserto”, il Ténéré è una delle zone più ingrate della terra. Si tratta di un territorio di 400.000 km quadrati situato nel deserto del Sahara, che ha una superficie di 8 milioni di km quadrati.

Circa quarant’anni fa, nel deserto del Ténéré c’era una sola pianta: un albero di acacia. Purtroppo, nel 1973, un camionista maldestro ha cozzato contro di essa abbattendola. Recuperato con cura, l’albero è stato collocato nel Museo Nazionale di Niamey, in Niger. Per capire come sia stato possibile che quell’acacia fosse cresciuta in un territorio così arido, si è scavato fin dove arrivava la sua radice più pro fonda.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Non ve basta?

non ve basta?
vedé i corpi freddi dei vostri nonni
le malattie deturpanti dei vostri corpi
la morte che v'aspetta impaziente
i genitori seppelliti in bei vestiti
non ve basta?
ma si giocatece pure
ma non ve servirà
Ho decretato: polvere siete e polvere tornerete...
ma v'aspetto, come n'padre
daje che qui c'è la luce
annamo arigiocamo come quanno eravate bambini
cercame la mano, è tesa
ma fa piano che li chiodi ancora se fanno sentì

alx

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Uscite, guardate il sole

"Uscite, guardate il sole o il volto di un bambino: non perdete tempo a scrivere messaggi di odio sui social".
Liliana Segre

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Prima o poi

Specchio il mio viso
Solcato da smunto sorriso
Tempo fa chioma fluente
Di aspetto avvenente
Passa il tempo
Logora ogni momento
Tutto si sgretola tutto invecchia
Alle spalle Lei canticchia
Sfiorirà la mia bellezza
Nei movimenti non più destrezza
Verrà meno la mia forza
Il tempo ancora sferza
Se pur vecchio e cadente
Sentirò Dio in me presente
Del sole sottil luce fioca
Alla mia vista gioca
I miei arti le mie giunture
Avrann bisogno di cinture
Il tempo in volto rughe scolpisce

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pericolo Halloween

Questo è un periodo di diversioni visto che il sistema del mondo ce lo ha fatto credere in questo modo; ci si presta a gioire, godere di una festa tra amici, partecipare ad una gara di travestimento e l’opportunità di convertirsi in streghe, fantasmi, folletti, che in questa notte bussano alle porte di persone sconosciute e chiedono dolci e frutta, dicendo Trick o Treat (maledizione oppure regalo). I più audaci visitano case incantate, altri vedono film di terrore e altri visitano a mezzanotte cimiteri o riunioni spiritiste con l’intenzione di contattare con gli spiriti dei morti.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Steve McQuenn - Prima della fine del viaggio

 “…voglio una vita come Steve McQueen”  –  A chi ha desiderato una vita e a chi ha vissuto come il noto attore americano, auspichiamo possa fare lo stesso percorso spirituale di Steve McQeen. Incontrare Cristo prima della fine del viaggio.  Leggi qui l'interessante testimonianza.

Si dice fosse in grado di recitare anche con la nuca, non necessitava di dialoghi o fronzoli, perché la sua sola presenza incombeva in modo straordinario ad ogni fotogramma. Anche se recitava insieme agli attori più belli dello show business, Steve riusciva a metterli in ombra semplicemente venendo inquadrato dalla telecamera. I suoi penetranti occhi azzurri erano incastonati in una viso rude ma affascinante che raramente faceva trasparire forti emozioni. La sua scarsa gestualità era calcolata con precisione e allo stesso tempo eseguita con grazia. Nessuno era meglio di lui, nessuno poteva ingaggiarlo, nessuno poteva toccarlo. Lui era il carismatico Steve McQueen. 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Front page feed