Testimonianza ed etica cristiana

"O uomo, ti è stato insegnato ciò che è buono e ciò che richiede il Signore da te: praticare la giustizia, amare la pietà, camminare umilmente con il tuo Dio" (Michea 6:8).
Secondo la Parola di Dio enunciata da Michea, l'etica cristiana si interessa del corretto atteggiamento dell'uomo nei confronti di Dio del prossimo e del proprio percorso di vita.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

L'amore di Ebed-Melec

Un oscuro servo etiope illumina, al tempo del profeta Geremia, la storia d’Israele immersa nelle tenebre della disubbidienza e dell’idolatria. La sua attenzione nell’ascoltare il messaggio del profeta, la sua piena fiducia nel Signore e l’amore che lo porta ad intervenire per salvare Geremia, non curandosi di prevedibili conseguenze negative per la sua persona, fanno di questo personaggio poco conosciuto un esempio limpido da imitare.

Lettura biblica

Si consiglia di leggere, oltre ai brani sotto riportati, i testi di Geremia 38:1-13 e 39:15-18.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

La veglia del missionario

«Vegliate meco» (Matteo 26:38)
"Vegliate con Me", esclusivamente con Me, senza la compagnia di nessun vostro punto di vista particolare.

Agli inizi della nostra vita cristiana noi non vegliamo con Gesù, ma per Gesù.
Non vegliamo con Lui quando la Bibbia ci espone la rivelazione, o nel mezzo delle circostanze della vita.

Il Signore cerca di portarci all'identificazione con Lui in un Getsemani particolare, ma noi non siamo disposti ad andare e diciamo: "No, Signore, non ne vedo la ragione, è troppo difficile".

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Il cammino nel deserto - Paolo Ricca

Esodo 15:22 - 18:27 - Tre capitoli della Bibbia che raccontano la liberazione d'Israele dalla schiavitù dell'Egitto. Tuttavia essi non vengono subito introdotti nella Terra Promessa ma nel deserto. Il fratello Paolo sviluppa le interessanti argomentazioni così riassunte: Non basta essere liberati per essere liberi. Cioè si può essere schiavi fuori ma liberi dentro, ed il Nuovo Testamento ci parla molto di cristiani liberi dentro anche se schiavi, e si può essere liberi fuori ma schiavi dentro. Nel deserto il popolo di Dio si pone una domanda che, in ordine di importanza, è la seconda per l'inquietudine che essa porta con se: "Dio è con noi oppure no?".
 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Ma che differenza c'è tra cattolici ed evangelici?

Ciò che maggiormente distingue i cristiani evangelici è l'insistenza con cui si afferma che ognuno deve conoscere Dio in modo personale, e poi che deve avere un rapporto continuo con Lui, personalmente. Vieni a trovarci, ne parleremo con la Sua parola tra le mani e la preghiera della Sua presenza. (qui alcuni indirizzi utili)

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Signore non mi abbandonare

SIGNORE:
Non mi abbandonare
Nei momenti di difficoltà
Non ceda alla sua abilità
Ho disogno di Te
Mio Salvatore mio Re
Nelle fasi di cadute
Solo da me volute
Sollevami dal fango lordo
Al mio pianto non sarai sordo
Nettami dai tarli mentali
Suoi dardi abituali
Vorrei curare altri malati
Contro il male disarmati
Non mi accorgo del peggior infermo
E divengo io suo scherno
Signore nettami lavami
Taglia gli sterili rami
Affinchè porti frutto in abbondanza
Con Te Signore mia sapienza

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Un testo senza contesto diventa un pretesto

Giovanni 6:54,55 "Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha vita eterna...  la mia carne è vero cibo e il mio sangue è vera bevanda".
Questo testo è oggetto di appassionate controversie. In che modo il contesto ci aiuta ad interpretarlo?

L'interpretazione Cattolica

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Front page feed