Finchè morte non ci separi?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

qui il libro in pdf

Carissimi,  Novità dalla tenda Cristo è la Risposta!

Dopo tanto lavoro per completare la revisione possiamo finalmente offrirvi in PDF il libro "Finché morte non ci separi?" di Joseph A. Webb.

Fonte:  Tenda itinerante "Cristo è la risposta"

Il matrimonio, il divorzio, le seconde nozze. Argomenti che creano confusione, scompigli, a volte divisioni nelle chiese. Allegato un libro che dimostrerebbe, secondo le intenzioni degli autori, come il matrimonio sia in ogni caso indissolubile. Vi sono anche alti testi che abbracciano questa tesi come questo libro:

- Sono lecite le seconde nozze?

Altri libri, sempre di fratelli apprezzati e stimati, propongono delle eccezioni e la possibilità, quindi, in taluni casi delle seconde nozze, vedi:

- Seconde nozze, cosa dicono le Scritture?

- DIvorzio e nuove nozze - MARTELLA Nicola

Alex

 


Al riguardo aggiungo le mie brevi impressioni.

Personalmente ritengo che la questione sia complicata e non definitivamente chiarita nella Bibbia. Per questo su questo argomento molte discussioni vengono affrontante all'interno delle varie relatà evangeliche locali giungendo, purtroppo, anche alla divisione all'interno delle stesse.

L'autore del testo del libro allegato tenta di dimostrare  e per molti ci riesce, che la questione è chiara e senza appello.
Personalmente, convinto dalle Scritture, ritengo che sia giusto formarsi un'idea su tali insegnamenti e sull'importanza del matrimonio, certamente da difendere estrenuamente soprattutto tra quanti si definiscono credenti. Ma nel contempo evitare delle rigidità che non trovo nella Bibbia, tanto che Dio permise il divorzio e, per Israele, anche la poligamia.
Penso ad esempio ai doppi e tripli matrimoni di quanti poi, magari avendo figli, si convertono a Gesù, oppure a quanti hanno dei coniugi che si macchiano di delitti efferrati quali la pedofilia e/o altro. Cioè in tutte quelle situazioni in cui, essendo già in corso le seconde nozze, ci si converte al vangelo...

Questi testi approcciano in maniera diversa, giungendo a conclusioni opposte, su questo delicato argomento rispetto all'allegato libro di questo post:
- Seconde nozze. Cosa dicono le scritture?

- DIvorzio e nuove nozze - MARTELLA Nicola

 

Alex

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ciao Alex, anche io sono uno di "quelli" che, già precedentemente convinto dalla Parola di Dio, ha trovato nel libro del fratello Webb (che tra l'altro mi risulta che adesso svolga un ministero di riconciliazione rivolto alle coppie lacerate dalle separazioni, permesse dagli uomini), un'ulteriore conferma che il divorzio viola palesemente i piani di Dio per il matrimonio, soprattutto fra i cristiani! Comprendo la tua posizione dubbiosa al riguardo e ti assicuro del mio amore per te, nonostante tu la veda in modo differente. Posso dirti che il dubbio, non favorisce la Pace di Dio nei cuori, mentre invece "noi" che siamo convinti dalle Scritture e da quanto affermò il Signore Gesù: "Ciò che Dio ha unito l'uomo non separi", abbiamo trovato pace e stabilità nelle Sue autorevoli parole. Per questo e altri motivi che sarebbe lungo citare (che se vuoi ti elencherò), trovo le tue aggiunte che tu fai precedere dal termine "personalmente" in grassetto, e che probabilmente scaturiscono da esperienze personali fors'anche dolorose, MOLTO PERICOLOSE E DESTABILIZZANTI, in quanto inficiano e gettano discreto sul chiaro e accurato studio biblico che leggiamo nel suddetto libro di J. Webb. Fare entrare la piaga del divorzio fra il popolo dei Santi, così com'è già nel mondo, significa aprire la porta al mondo e ragionare come ragionano nel mondo (parte innocente, vittimismo, parte colpevole, ecc...). Vedi come hanno fatto scempio del Matrimonio che Iddio Santo istituì in Eden? Vedi cosa accade, che basta una piccola discussione e immediatamente si invoca il divorzio come soluzione? Vedi la poligamia diffusa nel mondo, con persone che vantano due e tre matrimoni e con miriadi di figli da sfamare sia emotivamente che materialmente? Vedi certuni che fanno anche carte false per farsi "mantenere" dal coniuge che lavora? Vedi quando (spesso e volentieri) i divorziati usano i figli come "strumenti" per fare del male, sfregi o ripicche all'altro coniuge? Vedi la psiche distrutta di tutti quei figli (innocenti!) che crescono con una delle due figure mancanti nella loro educazione, con conseguente vuoto emotivo che si fa di tutto per rimpiazzare con quello (quando c'è) di un perfetto estraneo? Inoltre, sapresti dire come mai tutti coloro (anche cristiani) che hanno divorziato e hanno in mente di risposarsi, raccontano storie angosciose e angoscianti suscitando (o cercando di suscitare) pietà e compassione in chi li ascolta? Hai mai sentito dire a un divorziato/a (anche credenti) con l'idea di risposarsi, che lui/lei è responsabile o colpevole di quanto è accaduto, cioè assumersi parte o buona parte della responsabilità? Io francamente no (e permettimi di dire che la mia non è un'esperienza di neofita)! Tutto questo dovrebbe indurci a fare una seria e attenta riflessione, perché non credo proprio che Iddio abbia permesso tutte queste cose che INEVITABILMENTE sono consequenziali a un divorzio e ri-matrimonio. Anche per questo, ma principalmente per tutto ciò che sta scritto nella Parola, per la storia dei primi fratelli cristiani, perché nell'intero corpo del Nuovo Testamento non è MAI incoraggiata la pratica del divorzio (così com'è messa a punto da taluni "esperti dell'ultim'ora" che sostengono di rifarsi alla Bibbia), sono fermamente convinto dalla Parola di Dio e ho pace in questo, che il divorzio non è la soluzione al matrimonio! Il matrimonio, così come fu inventato da Dio in Eden, è il mattone fondamentale della società umana, e distruggendo quello, tutto l'edificio crolla irrimediabilmente e rovinosamente...basta osservare quanto accade intorno a noi per averne contezza, figurarsi a pensare a nuove nozze. A quelli che pensano come te, cioè che ritengono che nella Bibbia non vi siano "rigidità", ovvero che ci debba essere elasticità e flessibilità nel vivere gli statuti e le parole ispirate dallo Spirito Santo, mi permetto di far osservare che Iddio ha stabilito degli assoluti per la creazione e per l'uomo, e rimuovere gli assoluti di Dio dalla vita individuale del credente e dalla chiesa che dovrà essere presentata come una casta vergine a Cristo, significa spalancare la porta a  confusione, impurità, ribellione, distruzione e desolazione. Che Dio ci guidi!

Ritratto di alex

Ciao Anthos, grazie per le tue parole.
Quel post, non ricordo bene, risale a quattro o cinque anni fa, forse più.
Devo dire che da all'ora sono sempre più convinto dell'importanza fondamentale del matrimonio, nei piani di Dio, nella vita di coppia. Verità scritturali e, sopratutto, verità sotto attacco, in mille modi.

Ciò nonostante non potrò mai dire ad un fratello oppure ad una sorella, di continuare a rimanere con una moglie o un marito continuamente adultero, o che picchia a sangue, o è coinvolto nella pedofilia.... questo non lo leggo nella scrittura.

E' verò aver aperto, nella chiesa, a queste possibilità favorirà il momento in cui un uomo o una donna ci dirà che non ne può più del marito/moglie, è vicino/a al collasso se non al suicidio, e quindi trova in questo il motivo di lasciare e poi, quando non si ricuce, scivolare sempre più.

Io non so caro fratello,
ammiro la tua fermezza,
però una cosa sò..

Ma riguarda la mia vita, non quella di altri...

Da tra anni porto una fede al dito preso in giro da colleghi e parenti, eppure mia moglie è nelle mie preghiere, prima fra tutte la sua riconciliazione con il Padre...

Una sola vita, un solo matrimonio...

Un affettuoso abbraccio in Lui, il Re!

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri