Cosa ha fatto di sbagliato Adamo? - Una parola per i mussulmani

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

L'opinione musulmana
Allah disse ad Adamo e sua moglie di vivere nel Giardino e di mangiare tutto quello che volevano dei tanti e lussureggianti alberi che c'erano.

Specificò, però, che c'era un albero dal quale non dovevano mangiare
nulla. Satana sussurrò ad Adamo e sua moglie di essere un consigliere sincero che poteva mostrare loro come vivere per sempre in un regno
che non sarebbe mai finito. Essi furono ingannati da Satana: mangiarono il frutto dell'albero, così divennero consapevoli della loro nudità. Allah li chiamò perché · dessero una spiegazione della loro azione. Essi confessarono il loro sbaglio e, riconoscendo di aver rovinato le loro anime, si appellarono alla misericordia di Allah. Egli li mandò sulla terra per un periodo dì tempo e disse loro che, siccome erano stati derubati dei loro abiti da Satana, dovevano rivestirsi di giustizia obbedendo

Allah. Solo in questo modo essi avrebbero potuto riguadagnare l'accesso al Giardino dopo la morte.

La risposta cristiana
Nel racconto biblico Dio creò prima Adamo e poi Eva. Egli li creò a Sua immagine e somiglianza e diede loro dominio su tutta la terra. Il Giardino dell'Eden era parte del mondo, a differenza di quanto è scritto
nel Corano. Dio disse ad Adamo ed Eva di non mangiare dell'albero della conoscenza del bene e del male. Adamo non fu ingannato: egli mangiò del frutto semplicemente perché Eva gli diede il frutto, nella piena consapevolezza del male che stava commettendo. Allora essi si resero conto di essere nudi. Dio passeggiava nel giardino di sera e chiamò Adamo.

Egli accusò Eva ed Eva accusò Satana. Dio pronunziò il suo giudizio su loro e punì le Sue creature: Eva fu maledetta con le doglie del parto ed il dominio dell'uomo; la maledizione di Adamo portò la morte, i problemi, le malattie e il lavoro con il sudore della fronte in tutta la creazione. Infine Dio cacciò Adamo ed Eva dal Giardino dell'Eden.

Continua qui

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Gli autori dei due dirottamenti di bus avvenuti qualche tempo fa in Germania sono stati due giovani musulmani cresciuti in quella nazione. Il loro obiettivo: attirare l’attenzione della gente sulla causa palestinese. Poco tempo dopo in un night-club di Tel Aviv è stato perpetrato un attentato terroristico i cui colpevoli erano giovani musulmani provenienti dalla Gran Bretagna.

  • Milioni di visualizzazioni su Facebook, destinate ad aumentare, per il video che prende in giro la cruenta e disumana propaganda dei jihadisti di Isis. I comici, manco a dirlo, sono israeliani.

  • Il caso contro Rimsha Masih, la ragazzina pakistana accusata di blasfemia, è stato chiuso dalla corte di Islamabad con un'assoluzione. La piccola Rimsha fu arrestata in agosto per aver dissacrato dei testi islamici, finendo per questo davanti a una corte per adulti con l'accusa di blasfemia (per questo tipo di reato in Pakistan si rischia l'ergastolo).
  • Con tante grida da parte dell'Islam che cercano di attirare la nostra attenzione, al mondo d'oggi dobbiamo essere molto attenti. Dobbiamo analizzare le prove, e dobbiamo farci delle domande difficili per conoscere la verità. Una di queste domande è: "Il Corano e la Torà affermano che lsmaele fosse profeta?"

  • Sopravviverà il cristianesimo in Medio Oriente?
    Dopo i fatti in Egitto, pubblichiamo l’estratto di un articolo di John Graz, direttore del dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa della Chiesa avventista mondiale e dell’Associazione Internazionale per la Libertà Religiosa. - Fonte: notizie avventiste

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri