Aiuto convenevole. Che significa?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
In Genesi 1:18, leggiamo: Poi Dio il SIGNORE disse: «Non è bene che l’uomo sia solo; io gli farò un aiuto che sia adatto a lui»
-----
Vi siete mai chiesto, quale ragazza, sognando del suo futuro matrimonio, pensa, ‘Uau! Un giorno sarò un aiuto adatto a mio marito!’? Quando leggiamo “aiuto” in Genesi 1:18, tendiamo a pensare che ciò implica un’inferiorità di Eva ad Adamo. È veramente così?

Le parole rese “aiuto che sia adatto a lui” in italiano vengono dalle parole ebraiche EZER KENEGDO. Come spiega Rabbino David Freedman, EZER è una combinazione di due parole. La prima, -Z-R, significa “salvare” e “soccorrere” e Gesenius aggiunge che l’idea primaria qui è “proteggere,” “circondare,” e “difendere.” La seconda, G-Z-R, significa “essere forte”.

Se leggiamo l’Antico Testamento e cerchiamo la parola EZER, troveremo che viene usata in riferimento ad Eva ed un’altra volta in contesto femminile e poi in tutte le altre occorrenze, EZER riferisce o a Dio o alle forze militari. Quando viene usata per Dio, significa “potenza” o “forza” e quando viene usata per gli altri, significa “alleato”. In tutti questi ultimi casi, l’EZER, colui che dà l’aiuto è sempre superiore a colui che riceve l’aiuto. Lo avete letto bene? L’Ezer è sempre superiore a colui che riceve l’aiuto quando viene usata per Dio o per gli alleati. E quando si riferisce ad Eva?

Ed ecco l’importanza della presenza della parola KENEGDO che significa “corrispondente a,” “complemento a,” “uguale a,” e “stando di fronte o davanti a”. Aggiungendo la parola KENEGDO ad EZER, essa viene modificata per significare uno stato di uguaglianza piuttosto che di superiorità. EZER KENEGDO.

Possiamo ora vedere il vero significato di “aiuto che sia adatto a lui”-
uno che è uguale all’altro, che lo circonda, lo protegge, lo aiuta, lo soccorre, e lo supporta, sostiene e regge.
Dio Stesso È il nostro EZER (senza kenegdo !!), il nostro AIUTO. Ecco l’esempio da seguire per le mogli.

Lo sapevi che la parola EZER occorre 21 volte nell’Antico Testamento (14 volte in riferimento a Dio!).
1. Genesi 2:18 (EZER KENEGDO)
2. Genesi 2:20 (EZER KENEGDO)
3. Esodo 18:4
4. Deuteronimo 33:7
5. Deuteronimo 33:26
6. Deuteronimo 33:29
7. Salmi 20:2
8. Salmi 33:20
9. Salmi 70:5
10. Salmi 89:19
11. Salmi 115:9
12. Salmi 115:10
13. Salmi 115:11
14. Salmi 121:1
15. Salmi 121:2
16. Salmi 124:8
17. Salmi 146:5
18. Isaia 30:5
19. Ezechiele 12:14
20. Daniele 11:334
21. Osea 13:9

Fonte: Mariti e Mogli

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Riflessione sul testo di Giovanni 8: 1-11.

    In questo brano ci viene raccontato l’incontro di Gesù con l’adultera. Alcuni scribi e farisei avevano intenzione di lapidare questa donna, ma il Messia dice agli accusatori: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

    Possiamo analizzare questo evento sotto tre aspetti:

  • Nel cap.8.2 di Luca, troviamo scritto: “E certe donne, che erano state guarite da spiriti maligni e da infermità: Maria, detta Maddalena, dalla quale erano usciti sette demoni,“. Il primo giorno della settimana, la mattina presto, Maria di Màgdala va verso la tomba, mentre è ancora buio, e vede che la pietra è stata tolta dall’ingresso. Allora corre da Simon Pietro e dall’altro discepolo, il prediletto di Gesù, e dice:

    – Hanno portato via il Signore dalla tomba e non sappiamo dove l’hanno messo!

  • Mogli, il modo migliore di amare i nostri figli è di amare i nostri mariti.  Sheila, l’autrice del blog “To Love, Honor, and Vacuum”, ha un post dove parla dell’importanza di prioritizzare la relazione fra marito e moglie.

  • Ho una compagna molto sgradevole, me stessa....

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri