Quello che ha cambiato la mia vita

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
"Quanto è importante avere una relazione personale con Dio! Non basta parlare di Dio, avere una pratica religiosa, bisogna incontrarlo personalmente.
È possibile quest'esperienza al giorno d'oggi? Io vi posso assicurare di sì, perché l'ho vissuta personalmente.
 
A 24 anni ero professore di filosofia al King's College a Cambridge. Arruolato nell'esercito britannico durante la seconda guerra mondiale, avevo messo una Bibbia nel mio bagaglio con l'intenzione di studiarla, come si fa con un'opera di filosofia.
 
In realtà, man mano che la leggevo, scoprivo molto più di quello che m'aspettavo. Sono stato confrontato con la realtà di Gesù Cristo. Improvvisamente mi sono reso conto che egli è vivente e che mi amava. Non posso spiegare come sia capitato, ma posso testimoniare che quell'incontro ha trasformato la mia vita in modo duraturo. Da quel momento, non ho avuto più timore, ma solo pace, anche nei momenti più difficili! Non ho avuto altro desiderio che quello di condividere, con tutti coloro che ho incontrato, la ricchezza che avevo scoperto leggendo la Bibbia.
 
Ho avuto il privilegio di bere a una sorgente nei cui confronti tutte le altre mi sembrano inquinate. Oggi, dopo più di cinquant'anni, ho sempre nell'anima la stessa sete di Dio. Lui solo può saziarla. Ed è per me una felicità enorme, quando leggo la Bibbia, scoprirvi Gesù, il mio Salvatore, e imparare così a conoscerlo e ad amarlo sempre meglio".

D. Prince

Tratto dal calendario "IL BUON SEME"
edizioni "il Messaggero Cristiano"
Via Santuario, 26
15048 Valenza (AL)

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri