La conversione di Saulo da Tarso

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Certa è quest'affermazione e degna di essere pienamente accettata: che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori, dei quali io sono il primo. 1Timoteo 1:15

(Atti capitoli 9, 22 e 26)
La conversione di quell'uomo che diventerà Paolo è notevole. La troviamo raccontata tre volte nel libro degli Atti. Essa mostra tutto l'amore di Dio verso quell'uomo che ha poi riconosciuto di essere stato un bestemmiatore e un persecutore dei cristiani, il più grande dei peccatori (1 Timoteo 1:13-15).

Paolo, che allora si chiamava Saulo, aveva assistito alla lapidazione di Stefano, il primo martire cristiano, e approvava quell'omicidio (Atti 8:1). "Spirante minacce e stragi" (Atti 9:1), era partito per Damasco con l'intenzione di condurre legati a Gerusalemme altri cristiani per rinchiuderli in prigione. Ma Dio lo ha fermato.

Con una luce sfolgorante, gli fa udire una voce: "Saulo, Saulo, perchè mi perseguiti?" Saulo cade a terra, cieco, e domanda: "Chi sei, Signore?" "lo sono Gesù, che tu perse­guiti", gli risponde il Signore. Dunque Gesù era vivo e gli parlava dal cielo! Poi il Signore aggiunge: "Alzati, entra nella città". Saulo fa cosi, e per tre giorni digiuna e prega.

In quei giorni il Signore chiama uno dei suoi discepoli, Anania, e gli dice: "Alzati, va' nella strada chiamata Diritta, e cerca in casa di Giuda uno di Tarso, chiamato Saulo". Anania ha paura e vorrebbe declinare l'incarico, ma il Signore gli dice: "Và", perchè egli è uno strumento che ho scelto per portare il mio nome davanti ai popoli" (Atti 9:15).


(L'apostolo Paolo scrive:) "Prima ero un bestemmiatore, un persecutore e un violento; ma misericordia mi e stata usata". 1Timoteo 1:13

(Atti capitoli 9, 22 e 26)
Che incontro quello tra Saulo, un Giudeo zelante che perseguitava i cristiani, e Anania, un fedele discepolo di Gesù. Forse sulla lista di coloro che Saulo voleva arrestare figurava anche il suo nome! "Fratello Saulo - gli dice -il Signore mi ha mandato perchè" tu riacquisti la vista". E Saulo torna a vedere!

Una tale concatenazione di circostanze non poteva essere diretta che dalla mano di Dio: Gesù che dal cielo lo chiama, lo rende cieco e lo fa condurre a Damasco in una casa dove Anania è inviato per rendergli la vista e per battezzarlo! Ciò è sufficiente per convincerlo: Gesù il crocifisso è veramente il Messia, il Figlio di Dio. A quella conversione radicale si unisce un sincero pentimento.

Saulo si mette subito a predicare Gesù. Il persecutore dei cristiani diventa l'apostolo Paolo, l'inviato di Cristo alle nazioni. A Gerusalemme, davanti a una folla ostile, Paolo ricorda con forza come Gesù ha trasformato la sua vita; lo ripete poi anche a Cesarea, davanti alle autorità romane. Incarcerato a causa della sua fede, Paolo testimonierà ancora a Roma davanti al terribile imperatore Nerone. In ogni situazione ha reso testimonianza "del vangelo della grazia di Dio" (Atti 20:24).


IL BUON SEME

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Una delle tante possibilità per studiare con profitto la Bibbia, il Libro che Dio ha lasciato per far conoscere Sé stesso dall'umanità, è quella di esaminare uno dei sessantasei libri in cui essa è composta, e di meditare sul suo contenuto.

  • Una capitolo doloroso, (Atti 15:36-41) purtroppo vissuto anche in molte realtà evangeliche. La separazione tra fratelli. Dissensi, litigi, dissapori, carnalità. Gruppi di uomini e donne che con molta fatica, preghiere, servizio, vedono, per grazia, aggiungersi i salvati all'assemblea che frequentano si trovano, frutto di logorii interni, separati, litigati!
  • Quando Daniele seppe che il decreto era firmato, andò a casa sua; e, tenendo le finestre della sua camera superiore aperte verso Gerusalemme, tre volte al giorno si metteva in ginocchio, pregava e ringraziava il suo Dio come era solito fare anche prima (6:10).
    Daniele prosperò immensamente nelle cose materiali, ma prosperò anche la sua anima. Spesso l'avanzamento esteriore coincide con una decadenza interiore. Decine di migliaia di uomini sono stati contaminati dal successo.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri