L'inganno che dobbiamo evitare

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
"Ma esortatevi gli uni gli altri tutti i giorni, finché si può dire: «Oggi», onde nessuno di voi sia indurito per inganno del peccato" (Ebrei 3:13)  
Qualcuno ha detto: "se non vuoi comprare la merce del diavolo non entrare nel suo negozio", indicando con queste parole il grande pericolo della superficialità. Il cuore dei credenti dovrebbe vigilare e cercare la guida del Signore per ogni decisione che è chiamato a compiere.
 
E' molto facile essere ingannati e doversi pentire di non aver preso maggior tempo per riflettere, molto spesso, infatti, quello che ci viene proposto nasconde un vero e proprio inganno. Pochi sanno perché l'erede al trono d'Inghilterra porti il titolo onorifico di "Principe di Galles". Si racconta che Edoardo I (1239-1307) allora Re d'Inghilterra, si rivolse ai nobili Gallesi, che non volevano assolutamente saperne di essere soggetti ad un Re inglese, con queste parole: "Vi dispenserò dall'essere sottomessi a me, ma a una condizione, che accettiate di essere sudditi di un principe del vostro paese, un nobile senza macchia, che non sappia neppure una parola d'inglese e che io nominerò".
 
Fonte: paroledivita.org

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Proverbi 4,1.14-15

1 Figlioli, ascoltate l'istruzione di un padre,
state attenti a imparare il discernimento;
14 Non entrare nel sentiero degli empi
e non t'inoltrare per la via dei malvagi;
15 schivala, non passare per essa;
allontanatene, e va' oltre.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri