Emozioni o sentimenti? - Vagabondare dietro il proprio cuore

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Non andrete vagando dietro ai desideri del vostro cuore - Numeri 15:39.
Il versetto su cui riflettiamo oggi si riferisce alle emozioni. Ma perchè non dobbiamo andare dietro alle emozioni?

Le emozioni sono delle risposte soggettive e, sopratutto, momentanee agli stimoli che l'ambiente in cui viviamo ci da.

Esse sono di breve durata ma, se non vengono controllate in quel corto lasso di tempo, possono fare molti danni e lasciare dentro di noi delle ferite che davvero non valeva portare, spesso per il resto della vita, per quel fugaci momenti.

Altra cosa sono i sentimenti che, pur essendo anch'essi delle risposte soggettive, sono stabili perchè scaturiscono da legami profondi che si creano nel tempo tra le persone.

Inoltre, mentre le emozioni dipendono dal divertimento, lo "sballo" e il piacere i sentimenti crescono e si costruiscono con impegno nelle relazioni durature e hanno, perciò, bisogno di essere anche difesi.

Il consiglio di Dio in questo versetto è di non sprecare energie dietro alle emozioni perchè durano solo il tempo dello stimolo da cui dipendono e lasciano un vuoto terribile quando vanno via e tante ferite.

Invece dobbiamo impegnarci affinchè i sentimenti profondi di amore, pace e gioia che il SIgnore ha messo dentro di noi crescano e diventino parte della nostra vita.

Concentrando la mente sul SIgnore, aspettandoci cose buone da LUi, qualunque esse siano, meditandolo, cercando la Sua faccia, sostituendo le cose del mondo con le cose di Dio (musica, lettura, etc).... si può! Lui può!

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Diceva inoltre: «È quello che esce dall'uomo che contamina l'uomo; perché è dal di dentro, dal cuore degli uomini, che escono cattivi pensieri, fornicazioni, furti, omicidi, adultèri, cupidigie, malvagità, frode, lascivia, sguardo maligno, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive escono dal di dentro e contaminano l'uomo».
    da Marco 7

  • "Il cuore è ingannevole più d'ogni altra cosa e insanabilmente maligno; chi potrà conoscerlo? (Geremia 17:9)

    MARE INQUINATO
  • ,
    Va dove ti porta il cuore?????
    Quanto volte sentiamo e leggiamo questa frase, ma per un credente non è più così!
    Lettura: Proverbi 3: 5-7
    La parola cuore in ebraico non si riferisce solo alle emozioni, ma più spesso si riferisce all’intelletto, inteso come comprensione, al discernimento, inteso come riflessione ed alla volontà.
    • emozioni - Proverbi 12:25/ 13:12/ 14:10, 13.
    • intelletto - Proverbi 10:8/ 15:14
    • discernimento - Proverbi 15:28
    • volontà - Proverbi 5:12
  • ,
    Che cos'è il cuore?
    La tua identità. Il tuo cuore è la componente più importante di chi tu sei. È il centro del tuo essere in cui risiede il tuo ''vero io". "Il cuore dell'uomo si riflette nell'uomo" (Proverbi 27:19). "Come pensa nel suo cuore {l'uomo], così egli è" (Proverbi 23:7, versione Nuova Diodati).
  • Uno studio sul concetto di "cuore" nella Parola di Dio... che cosa può esservi di nuovo, o almeno di interessante, in uno studio di tal genere?

    Se ami la Scrittura e se ami il Suo Autore, sono certo che troverai meraviglioso considerare, insieme a me, qualche aspetto di quella straordinaria ricchezza contenuta nella rivelazione biblica su questo tema così vasto e affascinante...

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri