Diario di una bambina mai nata

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

1 maggio - Per amore, oggi i miei genitori mi hanno chiamata alla vita.

15 maggio - Compaiono le mie prime arterie e il mio corpo si forma molto rapidamente.

19 maggio - Ho già la bocca.

21 maggio - Il mio cuore comincia a battere.Chi potrebbe dubitare che io viva ?

22 maggio - Non so perchè la mamma si preoccupa tanto.

28 maggio - Le mie gambe e le mie braccia cominciano a crescere. Mi stendo e mi tiro.

8 giugno - Dalle mie mani spuntano delle piccole dita. Com`è bello! Fra poco potrò prendere in mano le cose.

16 giugno - Oggi la mamma ha saputo con certezza che ci sono anch`io. Come mi ha fatto piacere!

20 giugno - E` certo: Sono una bambina.

24 giugno - Tutti i miei organi si formano. Posso sentire il dolore.

6 luglio - Ho dei capelli e dei sopraccigli. Sto diventando carina.

8 luglio - I miei occhi sono finiti da molto tempo, anche se le mie palpebre sono ancora chiuse. Ma presto potro vedere tutto: il mondo così grande e così bello e, sopratutto, la mia cara mamma, che mi porta sempre con sè.

19 luglio - Il mio cuore batte magnificamente. Mi sento protetta e sono così contenta.

20 - Oggi la mia mamma mi ha fatto morire.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

scusate ma e un aborto voluto????????

Cara Helen_Perugina, come gia ai letto, questo diario è stato scritto da un ginecologo tedesco. per quando riguarda il diario , è un aborto voluto.

Cosa ne pensi tu sull`aborto? Mi farebbe piacere leggere un tuo commento al riguardo. un abbraccio

Ritratto di alex

Non conosco la storia, aspettiamo gianni cosa ci dice... ma dal punto 20 credo si possa capire che sia così

Alex

BELLISSIMA DONNA SEC ME SE E VOLUTO

Ritratto di alex

Una tragedia, un fallimento, una resa.
Certamente un dramma, per chi non nascerà mai, per chi invece è già nato. Un segno forse indelebile anche per i probabili genitori, certamente per la mamma. Spesso errori commessi da giovani...
In questi giorni in Italia succede qualcosa di particolare, sembra che siano divenuti tutti buoni religiosi, che hanno a cuore gli aspetti spirituali dei propri elettori, la morale, in questo contesto nasceranno liste elettorali, vedi Giuliana FERRARA, la cui bandiera sarà la moratoria sull'aborto (strano sentirgli dire queste cose dopo che per anni l'ho sentito giustificare la guerra in Iraq, e quanti feti sono morti insieme alle loro madri e ai loro bimbi in quella guerra Tristezza)

Personalmente sono antiabortista, quando mi è capitato di consigliare, anche parenti stretti, ho sempre tentato di tutto per impedire la resa.

Non sempre l'ho pensata così, da giovane consigliai a mia madre di non far nascere quella che sarebbe stata, ed è, la mia ultima sorellina.
Ma il crescere e, sopratutto, l'incontro con Dio ha cambiato il mio modo di vedere certe cose.

Antiabortista dicevo, al momento stiamo crescendo due piccole e non cerchiamo il terzo, ma se dovesse arrivarci di certo lo terremo, antiabortista quindi, convinto, ma...

Non me la sento di accusare le donne come assassine e certamente ritengo che la legge sull'aborto sia stato qualcosa di positivo, mi spiego..
Di certo gli aborti esistevano anche prima della legge che l'ha disciplinato, c'erano "mammarie" che si arricchivano e donne che spesso morivano per infezioni o altro...

Oggi è giusto sensibilizzare, incentivare le donne a portare avanti la gravidanza ma abolire la legge non risolverebbe il dramma ma ne aggiungerebbe altri.
E questo, cambiando discorso, credo si possa applicare anche alla droga .
Libera e gratuitamente somministrata in centri controllati. Questo sarebbe il più grande colpo mortale a questo flagello. Oggi chi vuole drogarsi lo fa. Liberalizzarla o comunque controllarla significherebbe che non ci sarebbero spacciatori, crimini, illegalità dovuta a questo male. E non vi sarebbero, perché non più remunerati, quei miserabili che davanti alle scuole o altrove cercano di convincere i ragazzi a drogarsi, non avrebbero il loro guadagno .... ma questo è un altro discorso..

Caro Alex, grazie per il tuo commento. Vedi non è mia intenzione accusare qualcuno e sopratutto giudicare, perche il giudizio sta solo a Dio. Io penso che le cose debbono essere chiamate per nome. Certo spesso la colpa non è solo della donna che abortisce, anzi di coloro che non vogliono prendersi la responsabilità e che quella poverina non vedento altra via d`uscita va ad`abortirsi, oppure viene consigliata dai famigliari o del giovane , addirittura viene costretta ad`abortirsi. Se il giovane si prenderebbe la sua resposabilità, come anche i genitori e sopratutto lo stato, dovrebbe aiutare le giovane mamme a risolvere i problemi finaziarie.

Conosco una donna che aveva avuto 3 figli, 2 maschi e una femmina. Questa donna desiderava avere un`altra bambina, cosi sarebbero stati 2 maschi e 2 femmine. Essento incinta per la quarta volta, mise alla luce un altro bambino. La donna ne fu triste , perche desiderava una femminuccia.

Successe che la donna fu di nuovo incinta, una gravidanza non voluta, allora decise di abotirsi. Quando si aborti, quella donna vedendo che erano 2 gemelli femmine, si penti fortemente, per lei cadde tutto il mondo.

Dopo questo aborto, questa donna ha avuto altri 5 figli, tutti maschi, in tutto 8 maschi e una femminuccia.

Oggi questa donna è una credente, come pure suo marito e figli.

Questa è una storia vera!

Comunque nessuno ha il diritto di interrompere una gravidanza e di impedire che una creatura fatta ad immagine di Dio , possa vedere la luce di questo mondo. un abraccio a tutti

 

 

questo Diario è stato colpilato da un ginecologo tedesco. Ricordo che è stato stampato per la prima volta in lingua tedesca e propio nella ditta dove lavoravo e ho avuto il privilegio di lavorare quel opuscolo dov`era questo Diario.

Ho scritto questo diario qui nel sito con le lacrime agli occhi .

Veramente ogni volta che leggo questo diario mi vengono le lacrime agli occhi, pensando a tutti quei migliaia di bambini che non anno avuto quella gioia di vedere la luce di questo mondo. Sono convinto che l`aborto è un omicidio, nessuno per qualsiasi motivo ha il diritto di togliere la vita ad un suo simile. Un giorno saranno propio questi bambini a giudicare i loro assassini, quando si troveranno davanti alla presenza di Dio.

Dio disse: E certamente io ridomanterò conto del vostro sangue, per le vostre persone; io ne ridomanterò conto ad ogni bestia, ed agli uomini; io ridomanterò conto della vita dell`uomo a qualunque suo fratello. Il sangue di colui che spargerà il sangue dell`uomo sarà sparso dall`uomo; percciocchè Iddio ha fatto l`uomo alla sua immagine.  Genesi 9:5,6

ciao ragazzi/e, io sono nuova, e ho letto solo alcuni commenti qua e là su questo argomento e vedo che sono sempre gli stessi.

Io ho 34 anni e ho abortito 5 anni fa..conducevo una vita non da cristiana ma dissoluta, in tutti i sensi, e quando ho saputo di aspettare sinceramente ne ero felice ma purtroppo lui (il padre) non lo era quanto me anzi era disperato..

tutti i giorni mi chiamava e mi diceva che la sua vita era rovinata che si sarebbe ucciso e che io l'avrei avuto sulla coscienza ecc. ecc.

insomma io ero in quelle condizioni, spaventata da questi discorsi, in più non mi sono sentita amata anzi mi sentivo un incomodo, un peso e quindi alla fine dopo un mese di violenze psicologiche sommate alla mia paura e vigliaccheria è successo..

ora io non so spiegarvi come ci si sente dopo so solo dirvi che questo dopo dura per sempre, non te lo levi di dosso è come quando tenti di far venir via una macchia che regolarmente rimane, ti senti vuota, portatrice di morte anzichè di vita..

insomma bisogna provarlo..non ci sono parole adatte..dopo il fatto ho passato molti mesi con un odio e un rancore nei confronti di tutti e di tutto e della vita in generale, odiavo dio, ma una notte, in particolar modo, mi ricordo che ero nel letto e bestemmiavo a più non posso ma più lo facevo e più mi sentivo perdonata, sentivo come un amore e una pace che non sapevo di dove venissero..e dopo invece capii di che e di chi si trattava..

era Gesù che mi aveva già perdonato e che aspettava solo quel pianto per farlo perchè senza un vero pentimento e riconoscimento di un vero bisogno di aiuto lui non può aiutarci..e da lì..con il tempo..sono quasi guarita..mi sono riavvicinata alla chiesa..ma quella cattolica perchè era l'unica che conoscevo fino al maggio dell'anno scorso

ho conosciuto fratelli cristiani di una chiesa evangelica e ho lasciato tanti idoli e riti inutili e fasulli e ho conosciuto che gesù vive adesso oggi ora..e che non è più appeso ad una croce ma è risorto ha vinto la morte anche per noi..

che dire..il percorso è stato lungo ma l'importante è esserci arrivati..a volte mi chiedo..se non mi fosse successo nulla forse adesso non conoscerei il mio dio..per capire ciò che voglio dire..nella bibbia c'è un versetto che dice..li darò in mano a satana perchè si salvino nel giorno del giudizio..non so dirvi dov'è..ma il senso è quello..

a volte dio permette che succedano certe cose a noi incomprensibili..ma tutto ha un senso..

lui trasforma il male in bene...quindi....gloria a dio sempre....conosco una canzone che dice..il dio della cima è lo stesso della valle..lodiamolo sempre...anche quando non capiamo....e siamo confusi....

Ritratto di alex

Grazie Monika per aver condiviso la tua storia di dolore qui, e grazie per aver condiviso anche la tua nuova nascita, la conversione, non a una religione ad un rituale, ma al Dio vivente.....

Scrivi: Lui trasforma il male in bene...quindi....gloria a Dio sempre....

dico "AMEN !!!!"

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri