Conversioni per i convertiti

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

"Se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese" (2 Cronache 7:14)

CONVERTIRSI DALLE VIE MALVAGIE

È mai possibile che il popolo del Signore abbia bisogno di convertirsi dalle sue vie malvagie? Eppure questo verso dichiara questa condizione. Notiamo che qui il Signore non parla del Suo popolo dichiarandolo malvagio, ma dice che ha bisogno di convertirsi dalle sue vie malvagie. Ovvero tutti quei pensieri, progetti ed azioni che non onorano il Signore, che danneggiano la nostra comunione con Lui, tutte quelle cose che, pur essendo lecite, non sono utili e tanto meno ci edificano (1 Corinzi 10:23). Insomma tutte quelle "vie" che non ci conducono più vicini al Signore, ma che ci allontanano da Lui, sono vie malvagie da cui bisogna convertirsi (Isaia 1:16-20). Non sono soltanto i peccati visibili o cose apertamente malvagie di cui bisogna guardarsi, ma anche tutto il male che può introdursi nei nostri cuori. Diciamo come il Salmista: "Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore. Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri. Vedi se c'è in me qualche via iniqua e guidami per la vita eterna" (Salmo 139:23,24).

Oggi è necessario che tu rifletta e prenda una saggia decisione!

 

paroledivita.org

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri