Che giova all'uomo se guadagna tutto il mondo e perde l'anima sua?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Un piccolo bambino, eludendo la sorveglianza dei genitori, si mise a giocare con un vaso di grande valore e vi lasciò scivolare dentro una moneta. Nell'intento di recuperarla vi infilò la manina, e subito si rese conto di non riuscire più a tirarla fuori. Così chiese aiuto ai genitori, ma ogni tentativo fu vano: la mano rimaneva incastrata! Allora si cominciò a discutere sull'opportunità di rompere il vaso, finchè il padre ebbe l'idea di dire al bambino di aprire la mano e di allungare le dita. "Non posso farlo" gridò il bambino, "dovrei lasciare andare la mia moneta!". Era evidente che stringendo la moneta nel pugno la mano non poteva passare attraverso la stretta apertura. Il prezioso vaso aveva rischiato di essere distrutto a causa di una moneta che valeva molto molto meno!

Questo racconto ci può far sorridere... Ma non ci comportiamo forse allo stesso modo quando rischiamo di perdere la felicità eterna per non rinunciare ai piaceri di questa vita? Quanti di noi tengono stretta la loro "moneta"! Chiunque non vuole abbandonare i piaceri del peccato non può essere liberato dalla schiavitù del peccato e ottenere la vita eterna.

Ognuno di noi dovrebbe riconsiderare seriamente le cose alle quali, fino ad ora, ha dato più valore che alla fede in Cristo. Che cosa mi trattiene dal confessare a Dio le colpe della mia vita e accettare il suo perdono?
Le parole del Signore "che giova all'uomo se guadagna tutto il mondo e perde l'anima sua?" non devono rimanere semplicemente un detto proverbiale, ma uno spunto per una seria riflessione.


IL BUON SEME
Fonte: La Bibbia è la Parola di Dio, il nostro pane quotidiano.
 
Fonte: 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Sempre più soldi: è ciò che molti desiderano. Mentre gli uni parlano di crisi, altri continuano a fare degli affari d'oro. Vi è purtroppo molta disoccupazione e alcune famiglie sono in serie difficoltà. Ma per chi lavora, non c'è da lamentarsi; l'operaio di oggi, nei paesi industrializzati, anche con una paga mediocre, ha più cose a disposizione di quante ne avesse un ricco nei secoli scorsi. l soldi circolano abbondantemente; e finché circolano tutto va bene, pensano i managers....

  • 1Re 14:21-31 - E' più difficile vivere la libertà che la persecuzione - Nel raccontare la missione a cui da li a poco è stato chiamato Emanuel Besleaga il caro fratello romeno predica su Roboamo una storia tratta da 1° Re.

     

  • Come poveri, eppure arricchendo molti. 2 Corinzi6:10

    A me... è stata data questa grazia di annunziare le insondabili ricchezze di Cristo. Efesini 3:8

    Quando l'apostolo Paolo parla di sè e dei suoi collaboratori dice che erano poveri, umanamente parlando. E così è stato nel corso del tempo per quasi tutti i servitori del Signore che sono andati per il mondo ad annunciare il Vangelo. "Non avevano nulla" nel mondo, ma potevano dire di possedere ogni cosa.

  • "Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l'uno e amerà l'altro, o avrà riguardo per l'uno e disprezzo per l'altro. Voi non potete servire Dio e Mammona." (Gesù in Matteo 6:24 - Nuova Riveduta)

    La parola traslitterata nell'italiano Mammona corrisponde al greco μαμωνα dell'originale che a sua volta riprende un termine aramaico che intende personificare la ricchezza.

  • Molto spesso si dice, anche tra chi non ha ancora fatto di Dio il proprio scopo di vita. "Forse i soldi non fanno la felicità, ma tranquillizzano". Scopriamo insieme, indagando la storia di alcune persone famose, se è veramente così.
     
    Il denaro non basta per rendere felici; ma tranquillizza?


    Se la miseria procura preoccupazione e tristezza, la ricchezza non basta a rendere felici. Citeremo alcuni fatti a conferma di questo.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta