Spezzando il cuore di Gesù

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Nel tempo che Gesù stava camminando su questa terra, era pienamente Dio e pienamente uomo! L'uomo che i discepoli videro ascendere nelle nuvole, era lo stesso Gesù con il quale camminarono insieme, mangiarono insieme, dal quale impararono – lo stesso uomo che aveva lavato loro i piedi. Ed Egli ascese nello stesso corpo che ebbe a stendere le mani sugli ammalati e tenne in braccio i piccoli fanciulli.

Quando Gesù fu assunto in cielo, Egli non svanì come uno spirito. No, Egli era proprio come te e me . aveva un corpo di uomo, faccia, capelli, naso, occhi, denti, braccia, gambe, mani e piedi di un uomo, Egli era carne ed ossa, ed aveva visibili le ferite sulle mani e sul fianco.

Dopo che Egli ascese, due angeli dissero ai discepoli: "Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù, che vi è stato tolto, ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo."m( Atti 1:11).

In altre parole, Egli salì come un uomo, Egli si trova ora nella gloria come uomo e ritornerà nella medesima maniera – sia come Dio che come uomo. E quando ritornerà, noi Lo riconosceremo come anche i Suoi discepoli fecero – sia come essere umano che come Dio!

Ora nella Sua dimora celeste, Gesù ha qualcosa di solido dove camminare, governare e regnare. Infatti Egli sta costruendo una città come dono per la Sua sposa. Anch'essa scenderà dal cielo e sarà altrettanto tangibile e reale come la terrà sulla quale camminerà, avrà strade, mura, porte, case qualunque cosa potrà essere toccata e palpata. E sarà composta da un materiale eterno!

Quando saremo nella gloria, noi potremo vedere una luce incredibile tutto intorno a noi. Ma nessun angelo ci verrà a dire: "Gesù è solo spirito – Egli è la luce che stai vedendo tutto intorno a te". No noi Lo vedremo faccia a faccia! Lo potremo toccare, abbracciare, parlarGli. Egli camminerà tra noi per sempre perché è Dio in carne ed ossa. Egli giocherà con i bambini. E sarà il nostro maestro per l'eternità, rivelandoci i segreti di tutta la Sua creazione!

Noi abbiamo un Uomo nella gloria ed Egli è venuto tra noi con tutti i suoi sentimenti umani. Non ha cacciato via la Sua umanità quando è asceso. No – Egli è ancora un uomo che sensibile nel profondo ed è toccato dai nostri sentimenti e dalle nostre infermità. Egli ride, prova dolore, gioisce, canta, piange!

Potreste dire: "Non credo sia possibile che Gesù possa piangere in cielo. Non puoi spezzare il cuore a Dio. È ridicolo!"

Eppure Gesù pianse mentre era sulla terra. Ed ora nell'eternità, Egli è lo stesso Gesù che guardò verso Gerusalemme e con il cuore rotto, pianse: "Quando fu vicino, vedendo la città, pianse su di essa, dicendo: «Oh se tu sapessi, almeno oggi, ciò che occorre per la tua pace! Ma ora è nascosto ai tuoi occhi»." (Luca 19:41-42).

La voce che Saulo udì sulla strada per Damasco fu la voce di Gesù, che parlava dalla gloria. Quanto Gesù disse prova che Egli è influenzato da tutto quello che diciamo e facciamo: "…Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?" (Atti 9:4).

Egli stava dicendo a Saulo: "Tu Mi stai ferendo! Io sento la tua avversione – Io sento il dolore di tutti quei Cristiani cui stai dando la caccia. Tu stai perseguitando Me!" Gesù si mostra a Saulo come un uomo – un uomo perseguitato da un altro uomo!

Paolo ebbe a dire ai Giudei: "Io risposi: "Chi sei, Signore?" Ed egli mi disse: "Io sono Gesù il Nazareno, che tu perseguiti".( Atti 22:8).

Gesù si fa conoscere da Paolo non come il Re dei re o il Signore dei signori, ma come il Nazareno! In altre parole: "Io sono lo stesso uomo che ha predicato nella tua nazione. Mio padre, Giuseppe, fece la nostra casa in Nazareth di Galilea. Tu conosci tutto dei Miei miracoli". Gesù stava parlando a Saulo dal cielo come uomo – Egli stava enfatizzando la Sua umanità!

Diletti, Gesù prova dei sentimenti, anche ora nella gloria. Ed Egli viene ancora ferito – il Suo cuore viene ancora spezzato – proprio dai Suoi figlioli!

"Gli si domanderà: "Che sono quelle ferite che hai nelle mani?" Egli risponderà: "Sono ferite che ho ricevuto nella casa dei miei amici"." (Zaccaria 13:6).

Anche lo scrittore agli Ebrei mette in guardia dai cristiani che "vogliono" allontanarsi da Gesù. Queste sono persone che allo stesso tempo sono: "… quelli che sono stati una volta illuminati e hanno gustato il dono celeste e sono stati fatti partecipi dello Spirito Santo…" (Ebrei 6:4). Essi hanno gustato la buona Parola del Signore e la potenza del mondo a venire – ma ora "…crocifiggono di nuovo per conto loro il Figlio di Dio e lo espongono a infamia."(Ebrei 6:6).

Lasciate che vi parli di questa infamia. Poche settimane fa stavo guardando una ragazza andarsene da Hannah House (la nostra missione per donne in difficoltà), trascinando la sua valigia. Se ne stava andando via dal Signore – tornava ai suoi peccati! Era stata salvata ed era una testimonianza della Sua grazia. Ma ora stava rigettando tutto quanto – esponendo Gesù ad infamia!

Più avete conosciuto il Signore – più avete gustato la Sua misericordia e grazia – peggiore è l'infamia a cui l'esponete. È come se diceste al mondo: "Ho assaporato la pace e la gioia di Gesù. Conosco cosa significhi lasciarsi alle spalle la colpa e la condanna. Ho gioito della presenza dello Spirito Santo. I miei occhi furono aperti ed ho compreso le cose della Bibbia. Ho esperimentato amore e fratellanza che non conoscevo prima. Ho compreso il sacrificio di Gesù sulla croce per me.

"Ma nonostante tutto questo, Gesù non era sufficiente! Ciò che il diavolo mi offre è più grande di qualunque cosa Gesù mi possa offrire. Ho provato Gesù, ma non mi soddisfa – non mi riempie veramente. Sto cercando qualcos'altro."

Questa è la testimonianza dell'infamia! Qualcuno sta dicendo, in effetti: "La Croce fu vana. Crocifiggetelo ancora, ed ancora, ed ancora! Lasciatecelo appeso. Egli non mi da quanto io vado cercando!"

Stanno ferendo Gesù, mostrando chiaramente il loro disprezzo verso di Lui. Ma non ne provano vergogna – Lui si! Le Scritture dicono: "Così parla il SIGNORE: «Quale iniquità hanno trovato i vostri padri in me, che si sono allontanati da me, e sono andati dietro alla vanità, e sono diventati essi stessi vanità?" (Geremia 2:5). "Popolo mio, che ti ho fatto? In che cosa ti ho stancato? Testimonia pure contro di me!" (Michea 6:3).

Oggi ci sono molti che si definiscono credenti e vanno in chiesa regolarmente. Di se stessi pensano di essere veramente salvati. Invece, le nostre chiese sono gremite di certi cristiani che continuamente spezzano il cuore di Gesù!

Credevo di ferire Gesù, principalmente con i miei errori, peccati e mancanze. Avevo sempre paura di essere colpevole di fornicazione, adulterio, materialismo, di nominare il Suo nome invano, ecc. – i peccati che la chiesa disapprova.

Senza alcun dubbio, noi fuggiamo dalla fornicazione e da tutti i peccati della carne. Dio afferma che giudicherà che commette tali peccati. Ma questi sono in primo luogo peccati contro i nostri stessi corpi: "Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta, è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo." (1Corinzi 6:18).

Questi peccati hanno il loro immediato giudizio direttamente sulla terra:

  • senso di colpa,
  • smascheramento,
  • perdita di reputazione,
  • divorzio,
  • dolore,
  • AIDS,
  • finanche la morte.

Tutto finisce in crepacuore, solitudine, condanna. E tutto ciò ferisce il tuo corpo.

Certamente un Cristiano può sedere in una chiesa senza aver commesso alcuno di questi peccati – ed ugualmente spezzare il cuore di Gesù! I peccati che rompono il Suo cuore hanno a che fare con l'amore. Potrei definirli "peccati contro l'amore".

Sappiate che ogni credente è un membro della sposa di Cristo. La Bibbia ci paragona ad una promessa sposa e siamo impegnati a sposarci con Gesù Cristo. Paolo afferma: "Infatti sono geloso di voi della gelosia di Dio, perché vi ho fidanzati a un unico sposo, per presentarvi come una casta vergine a Cristo." (2Corinzi 11:2).

Tu sei fidanzata, promessa, impegnata ad un marito – Cristo! "Poiché il tuo creatore è il tuo sposo; il suo nome è: il SIGNORE degli eserciti; il tuo salvatore è il Santo d'Israele, che sarà chiamato Dio di tutta la terra." (Isaia 54:5). Questo meraviglioso fidanzamento sta per essere perfezionato nella gloria nella cena delle nozze dell'Agnello. Saremo sposi di Gesù per tutta l'eternità!

Tuttavia siamo anche paragonati ad una donna abbandonata, senza speranza, non desiderata: "Poiché il SIGNORE ti richiama come una donna abbandonata, il cui spirito è afflitto, come la sposa della giovinezza, che è stata ripudiata», dice il tuo Dio." (Isaia 54:6).

Gesù ti ha trovata, ripulita, messo nuovi vestimenti, chiesto di dare la tua vita ed il tuo amore a Lui – e tu hai risposto si! Quindi Gesù ha messo un anello al tuo dito – lo Spirito Santo. Hai lasciato alle spalle i tuoi vecchi amore e le tue vecchie vie. Hai detto: "Gesù, tu sei il mio amore, il mio futuro, mio tutto. Ti amo con tutto il mio cuore. Sono sincera e sarò fedele!"

Eppure stai continuamente spezzando il Suo cuore! E Lui sta piangendo per te! Ti stai domandando: "Io spezzare il cuore a Gesù? Ma io lo adoro! Io amo la Sua Parola. Come potrei mai spaccare il Suo cuore?". Vi evidenzierò tre modi per cui potreste spezzare il cuore a Gesù proprio ora:

Gesù prova gli stessi sentimenti di qualunque fidanzato verso la sua promessa sposa. In verità prova lo stesso dolore di ogni uomo, se la sua amata continua a rivolgergli costantemente le parole "Ti amo", ma gli mostra poca o nulla attenzione!

Cosa potrebbe pensare un qualunque uomo se la sua promessa sposa lo invitasse dentro casa, lo facesse sedere nel salotto e poi se ne andasse per i fatti suoi? Magari affaccendandosi in cucina, spazzando la casa, rifacendo i letti, ma senza rivolgergli neanche una parola!

Certamente lei potrebbe affermare: "Ma Lui è sempre nei miei pensieri". Ho sentito più di qualcuno dire a proposito di Gesù: "Egli è tutto il giorno nei miei pensieri, in ogni cosa che faccio". Tu puoi averlo tutto il giorno in mente e trascurarLo ugualmente!

Questo è proprio quanto facciamo – trascurare – ed il cosiddetto amore della sposa è una bugia! Lei può dire al proprio fidanzato che lo ama veramente, ma le sue azioni dimostrano il contrario! Se così non fosse lui sarebbe al primo posto nella sua vita!

Il Signore chiede: "La fanciulla può forse dimenticare i suoi ornamenti, o la sposa la sua cintura? Eppure il mio popolo ha dimenticato me, da giorni innumerevoli" (Geremia 2:32). Anche Davide ricorda ad Israele di non dimenticare il Signore: "Dimenticarono Dio, loro salvatore, che aveva fatto cose grandi in Egitto" (Salmi 106:21).

Il Signore ha mostrato i suoi dolori nelle Scritture, affinché tutto il mondo li veda! Dice apertamente: "Il Mio popolo si dimentica di Me continuamente!". Tutte le generazioni hanno letto di ciò. Eppure perché il Signore vuole mostrare a tutto il mondo questa trascuratezza? Non potrebbero questi dissapori tra fidanzati passare sotto silenzio?

No – Egli vuole che sappiamo quanto è ferito! Egli mostra a tutto il mondo quanto il Suo cuore venga spezzato dai nostri comportamenti!

Fate conto di essere una giovane fidanzata e siete dentro una chiesa con il vostro futuro marito. Stringete la sua mano e dite a chiunque: "Stiamo per sposarci. Io lo amo perché è meraviglioso!"

Ma subito dopo esserne usciti, non gli dite più una parola. State in silenzio! Certamente lui vi dirà: "Cosa era tutto quello che dicevi in chiesa? Era soltanto ipocrisia, una scena? Dov'è ora l'intimità, dov'è l'amore che mi stavi mostrando quando eravamo lì dentro?"

Io non voglio una sposa che esalta le mie virtù, dicendo cose amorevoli su di me quando siamo in pubblico, sembrando così amorevole ai miei occhi ed esprimendo quanto io sia prezioso – e subito dopo diventando fredda, non volendo spendere del buon tempo con me. Questo è prendere in giro – non è vero amore!

Miei cari, se non riuscite a trascorrere del buon tempo con Gesù ogni giorno, se non spendete del tempo in preghiera con Lui, oppure meditando la Sua Parola – tu non Lo ami! Sei un ipocrita ed un bugiardo – e stai spezzando il Suo cuore!

Recentemente ho avuto delle difficoltà nell'avere le parole da parte del Signore per questo messaggio. Ho pregato per giorni, spendendoci delle ore – senza però approdare a nulla. Ho supplicato il Signore di mostrarmi cosa fosse che mi rendeva sordo alla Sua voce.

Qualche giorno dopo, la risposta per il mio messaggio finalmente arrivò: "Il cuore spezzato di Gesù". Ne ero veramente grato – ma pensai: "Signore, perché hai atteso tre giorni? Avresti potuto dirmi la stessa cosa durante la mia prima ora di preghiera. Avevo cominciato quattro diversi sermoni, ma nessuno di essi mi sembrava efficace".

Il Signore rispose: "Si Davide- avrei potuto certamente darti immediatamente questo messaggio. Ma ho atteso semplicemente perché bramavo la tua comunione. Io volevo stare con te, perché tu Mi sei caro. Se ti avessi dato subito questo messaggio, saresti corso sui tuoi libri e non avremmo avuto questo tempo insieme."

"Tu avevi bisogno di stare vicino a Me per queste ore. Sapevo che la Mia presenza ti avrebbe rinforzato. Quindi ho atteso fino a che la nostra comunione fosse completa e che tu fossi entrato nel Mio riposo."

Se tu hai pregato per qualcosa e non hai ricevuto risposta, il Signore può starti dicendo: "Stai tranquillo, stai fermo. Io voglio stare del tempo insieme a te. Non spezzare il Mio cuore!" Abbiamo tempo per gli amici, per le telefonate, feste, lavoro, cene. Ma spezziamo il cuore di Gesù perché non abbiamo tempo per Lui!

"Hai messo il tuo memoriale dietro le porte e dietro gli stipiti; poiché, lontano da me, tu scopri il tuo letto, vi monti, l'allarghi, e fermi il patto con loro; tu ami il loro letto e in esso ti scegli un posto….

Per il tuo lungo cammino ti stanchi, ma non dici: "È inutile!" Tu trovi ancora del vigore nella tua mano, perciò non ti senti esausta." (Isaia 57:8,10).

Questo è il lamento che parte dal cuore rotto del nostro Signore. Lui sta dicendo: "Tu, Mi stai ingannando! Tu hai trovato qualcun altro, per questo motivo sei così stufo di Me".

Conosco un meraviglioso giovane marito cristiano, che adorava sua moglie. Era veramente felice con lei. Ma dopo qualche tempo lei comincio a trascurarlo – ma lui non si lamentava. Ma un giorno ricevette un colpo che scosse la sua vita: lei gli disse che stava frequentando un altro uomo. Gli disse anche: "Voglio andare via – sto per sposare un'altra persona!"

Hanno divorziato circa otto anni fa. Negli ultimi anni, alcune meravigliose donne cristiane hanno interessato la vista di questo giovane. In questi giorni si sta incontrando con una giovane donna che lo ama teneramente e vuole sposarlo. Ma lui continua ad amare sua moglie, e spera che ella ritorni!

Ho usato questo esempio non per richiamare la vostra attenzione sull'adulterio fisico – non è questo tipo di inganno l'argomento di questa predicazione. Sto parlando di ingannare Gesù – l'adulterio spirituale. Coloro che trascurano Gesù, un giorno lo inganneranno! Anche il piccolo amore che Gli portano adesso, un giorno finirà – e l'amore per qualcun altro ne prenderà il posto.

Cos'è questo altro amore? Questo è l'amore del mondo e le sue cose: "Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l'amore del Padre non è in lui." (1Giovanni 2:15).

Puoi rispondermi: "Io non amo il mondo. Non bevo, non fumo, non bestemmio o cerco scuse. Sono una persona di buona famiglia."

Ma il vostro "altro amante" potrebbe essere il vostro lavoro, la vostra carriera. Qualunque cosa sprechi il vostro tempo, i vostri pensieri e le vostre energie è adesso il vostro amore! Non avete tempo per Gesù – e Lo ingannate facendovi assorbire totalmente dal vostro lavoro. Questo ha precedenza su qualunque altra cosa!

Obietterete: "Ma io lo debbo fare per vivere!" D'accordo – ma a quale costo? La vostra anima? Il vostro amore per Gesù?

Volete le cose di questo mondo – ma forse dovreste spendere su loro meno tempo!

Paolo afferma che anche un'altra dottrina può essere un "altro amante". Potreste essere presi in trappola da un falso evangelo, amandolo più di Cristo:

"Infatti sono geloso di voi della gelosia di Dio, perché vi ho fidanzati a un unico sposo, per presentarvi come una casta vergine a Cristo. Ma temo che, come il serpente sedusse Eva con la sua astuzia, così le vostre menti vengano corrotte e sviate dalla semplicità e dalla purezza nei riguardi di Cristo. Infatti, se uno viene a predicarvi un altro Gesù, diverso da quello che abbiamo predicato noi, o se si tratta di ricevere uno spirito diverso da quello che avete ricevuto, o un vangelo diverso da quello che avete accettato, voi lo sopportate volentieri." (2Corinzi 11:2-4).

Fate attenzione a coloro che vogliono indottrinarvi! Questi "predicano un altro Gesù", i quali vogliono farvi innamorare delle loro dottrine. Sono diventate il loro amore. Ma Paolo ci avvisa che dobbiamo seguire solo Cristo e Lui crocifisso! Egli dice: "Non siate traviati dalla semplicità di Gesù e del Suo evangelo!"

In New York City c'è una setta che sta attraendo migliaia di persone. Questa gente non è innamorata di Gesù – il loro amore è rivolto al battesimo in acqua. Loro dicono: "Puoi unirti a noi solo se sei battezzato. Non puoi essere salvato se non vieni nella nostra chiesa e non ti battezzi con il nostro rito." Costoro inviano persone intorno al mondo solo per battezzare una sola persona!

Io credo nel battesimo nell'acqua. E credo anche che ogni Cristiano debba essere battezzato. Ma il vangelo di questa setta non è fondato affatto su Gesù – ma solo sul battesimo in acqua! I loro discorsi non sono impregnate di amore per Gesù. Questo è proprio ciò che si dice un altro evangelo – "un altro Gesù!"

Ci sono ovunque cristiani che vogliono parlare solo della loro chiesa o della loro dottrina preferita. Spesso i loro insegnanti contano per loro più di Gesù. Hanno lasciato Cristo in un angolino da qualche parte. E Lo stanno ingannando – perché hanno sposato qualche dottrina!

Conosco mariti e mogli cristiani che sostituiscono Gesù con i propri compagni non salvati. È il loro "altro amore". Sono così talmente infatuati dai loro compagni da peccare per loro! Vanno a bere ed a ballare con loro – e trascurano la casa di Dio, trascurano la preghiera. Obbediscono ai loro compagni più di quanto obbediscano a Cristo!

Se adori tuo marito o tua moglie, stai ingannando Gesù – mai hai un altro amore! Non dimenticherò mai uno dei primi tossicodipendenti salvati tramite il Teen Challenge (l'opera fondata da D. Wilkerson – N.d.T.). Si chiamava Giuseppe, ed era terribile! Picchiava la moglie e maltrattava suo figlio. Aveva sottratto tutto dalla propria casa per comprarsi la droga.

La moglie di Giuseppe mi implorò di prenderlo nel nostro centro. Lo facemmo, ed egli fu meravigliosamente salvato! Lasciò la droga e tre mesi più tardi, tornò a casa con una Bibbia sotto il braccio ed un sorriso sul suo viso.

Ma dopo una settimana che fu tornato a casa, la moglie di Giuseppe gli disse: "Ti preferivo quando eri un tossicodipendente!" Quindi lei uscì e comprò tre bustine di eroina e le gettò sul tavolo dicendo: "Prendile!". Aveva un altro amore – suo marito non salvato, come lo era nel passato!

Come rompiamo il cuore di Gesù, quando mettiamo in discussione la Sua capacità ed il Suo desiderio di fare quanto è meglio per noi! La Bibbia ci presenta in modo chiaro di come il Signore si prese meravigliosamente e meticolosamente cura di Rut. Ella aveva promesso il suo amore a Dio. E disse a sua suocera Naomi: "… il tuo popolo sarà il mio popolo, e il tuo Dio sarà il mio Dio…" (Rut:1:16).

Dio amava Rut ed aprì ogni porta in suo favore. Ella era povera e doveva andare a spigolare nei campi – ma la scrittura dice: "…per caso si trovò nella parte di terra appartenente a Boaz" (Rut:2:3). Ora non c'è nulla in questo mondo che accada "per caso". Era il Signore che stava compiendo quanto sapeva essere il meglio per Rut!

Lei semplicemente amava il Signore – e metteva tutta la sua fiducia in Lui. E Dio stava preparando un uomo molto ricco per darglielo come sposo! Boaz vide Rut nei campi ed immediatamente comprese: "Lei è differente – veramente differente", il suo cuore ne era stato conquistato!

Che bella storia d'amore – e che incredibili circostanze vi hanno concorso. Rut sposò questo pio uomo. E se il Signore ha voluto fare tutto questo per Rut, non lo farebbe Egli per la Sua sposa, in qualunque circostanza?

Noi abbiamo Qualcuno che è più ricco e più potente di Boaz. Egli possiede tutto il bestiame sparso sui mille monti. Egli conosce tutto e può tutto – ed Egli ama la Sua sposa! Si, il Signore adopera ogni cosa nella tua vita per il tuo assoluto bene. Ed egli prende grande piacere nel farlo. Anche durante le sofferenze e le prove, ognuno che è amato da Gesù, riceve la Sua completa attenzione!

Ma, tristemente, noi non riposiamo semplicemente in questa promessa. Noi dubitiamo che Lui sia al lavoro in ogni tempo, facendo quanto è meglio per noi. Noi guardiamo le circostanze che ci sovvengono e non Lo vediamo mentre sta lavorando.

Miei cari, niente spezza il Suo cuore più di questo! Paolo descrive la sposa di Cristo come : "…gloriosa, senza macchia, senza ruga o altri simili difetti …" (Efesini 5:27). La ruga menzionata corrisponde a quella che appare nelle sopracciglia di una faccia corrucciata. Questo ci parla di preoccupazione, di nervosismo. E Paolo sta dicendo che la sposa di Gesù non deve avere nessuna di queste "rughe"!

La sposa di Cristo riposa nel Suo amore. È sicura che Lui sa dove lei si trova, quello che prova, cosa sta attraversando, quello che è il meglio per lei. Ed il Suo amore le dà pace e calma. Ella sa che Lui non permetterà mai che qualcosa possa separarla da Se oppure possa farle del male. Egli vuole preservarla, perché Lui dice: "Lei è mia!".

Ciò è quanto Gesù sta dicendo per voi proprio ora: "Tu sei mio! E puoi avere fede che farò tutto quanto è il meglio per te!"

Caro santo, stai trascurando Gesù? Stai tu spezzando il Suo cuore perché non hai tempo per Lui? Stai mancando di fiducia verso Lui perché non lo vedi al lavoro per il tuo beneficio?

Fai questa preghiera dal tuo cuore:

"Signore perdonami. Fa che questo messaggio diventi reale per me. Fa che la Tua Parola penetri nel mio cuore, in modo che quando finisco di leggere io non dimentichi il Tuo grande amore per me."

"Io non voglio più trascurarti, Gesù. Non voglio ingannarti mai più. Non voglio più preoccuparmi od innervosirmi – non voglio più che alcuna ruga sfiguri la Tua sposa. Ho fede che Tu hai cura di me, che mi preserverai perché io sono promesso a Te!"

Amen!

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta