Qualche domanda ai Testimoni di Geova

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

I Testimoni di Geova, li incontro spesso alla fermata della corriera, il pullman blu dell'ACOTRAL che ogni giorno mi accompagna da Finocchio fino alla stazione metro Anagnina, linea A.

L'incontro è sempre piacevole poiché acconsento sempre a parlare con loro e a ricevere le loro riviste.
Proprio mentre ricevo le loro riviste mi donano un sorriso smagliante e, sono certo, sincero.

Li ascolto, poi cerco di ribadire, non con spirito contraddittorio ma per capire meglio e, se possibile, far capire meglio. Purtroppo a questo punto il sorriso si spegne e a talune domande non ricevo risposta, piuttosto si cambia discorso.

Ho trovato molto utile questo opuscolo che raccoglie appunto quelle domande che cerco di porre, spesso inutilmente, agli amici TdG che incontro per la strada.
Il problema, però, è che non ricevono il materiale che cerco di regalargli, mentre insistono per distribuire le loro riviste, cosa che non rifiuto mai, come detto, la procedura inversa è pressoché impossibile.
Hanno precise disposizioni sul rifiutare il materiale che viene definito "apostata".

Non mi arrendo e distribuisco gli opuscoli lasciandoli nei luoghi che frequentano, la speranza è che leggano e si possa avviare così un confronto sereno e a doppio canale. Lo pubblico anche qui, augurandomi che qualche TdG legga e rifletta.
Ovviamente resto a disposizione per confronti e meditazioni.
Alex

qui in pdf

_____
 
- Leggi questo libro (pdf)  - Crisi di Coscenza. Fedeltà a Dio o alla propria religione? di Raymond Franz
 

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Testimoni di Geova, un popolo molto dedito alla dottrina che hanno abbracciato. Molto tempo dedicano alla sua divulgazione, allo studio, alla meditazione. Numerose, però, le differenze che ci separano, lecito quindi analizzarle.

    Uno studio del fratello Giuseppe Martelli dedicato alla “fratellanza” e, forse ancor di più, agli amici Testimoni di Geova che con cuore sincero hanno il "coraggio" di analizzare e meditare tesi confutatorie.

  • Ho ritrovato questi documenti conseganti ad un vecchio amico, purtroppo perso di vista, quando abitavo nel comune di Labico, in provincia di Roma (anno 2005)

     

    Al mio amico aspirante TdG:

    - Lo Spirito Santo è Dio ?

    - Divinità di Cristo, Come saremo, 144.000

    - Prima di ogni cosa, la piena conoscenza del Signore Gesù

  • I Testimoni di Geova affermano che Gesú Cristo non è morto in croce, ma bensí su un palo di tortura. Inoltre tutte le volte che ricorre la parola "croce", la loro Bibbia traduce "palo di tortura". Come stanno veramente le cose?

  • Caro Alex, come mi hai chiesto voglio raccontarti la mia esperienza. Sono nato in una famiglia cosiddetta cattolica. Un giorno una mia cugina decise di diventare tdG. All inizio non sapendo di che si trattasse pensai che fosse impazzita. Poi fui spinto dalla curiosita a iniziare uno studio biblico. Non conoscevo affatto le scritture e i loro insegnamenti mi sembrarono verita. Tra l'altro in quel periodo si faceva uno studio sul libro Rivelazione e le spiegazioni date sembravano una grande luce.

  • Ancora un video e una piccola riflessione sulla dottrina di Russel, fondatore dei Testimoni di geova

    ---------------

    Anno 1914. Una delle date in cui i Testimoni di Geova, il loro Corpo Direttivo, aveva fissato la fine del mondo.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta