Matteo - 4

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tentazione di Gesù

=(Mr 1:12-13; Lu 4:1-13) Ge 3:1-6 (Sl 27:2; Eb 4:15) 1Gv 2:16

- 4:1 Allora Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo.

- 4:2 E, dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame.

- 4:3 E il tentatore, avvicinatosi, gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, ordina che queste pietre diventino pani».

- 4:4 Ma egli rispose: «Sta scritto: "Non di pane soltanto vivrà l'uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio"».

- 4:5 Allora il diavolo lo portò con sé nella città santa, lo pose sul pinnacolo del tempio,

- 4:6 e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gettati giù; poiché sta scritto:

"Egli darà ordini ai suoi angeli a tuo riguardo,

ed essi ti porteranno sulle loro mani,

perché tu non urti con il piede contro una pietra"».

- 4:7 Gesù gli rispose: «È altresì scritto: "Non tentare il Signore Dio tuo"».

- 4:8 Di nuovo il diavolo lo portò con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria, dicendogli:

- 4:9 «Tutte queste cose ti darò, se tu ti prostri e mi adori».

- 4:10 Allora Gesù gli disse: «Vattene, Satana, poiché sta scritto: "Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi il culto"».

- 4:11 Allora il diavolo lo lasciò, ed ecco degli angeli si avvicinarono a lui e lo servivano.

Inizio dell'attività di Gesù a Capernaum

=(Mr 1:14-15; Lu 4:14-15) Is 8:23; 9:1

- 4:12 Gesù, udito che Giovanni era stato messo in prigione, si ritirò in Galilea.

- 4:13 E, lasciata Nazaret, venne ad abitare in Capernaum, città sul mare, ai confini di Zabulon e di Neftali,

- 4:14 affinché si adempisse quello che era stato detto dal profeta Isaia:

- 4:15 «Il paese di Zabulon e il paese di Neftali,

sulla via del mare, di là dal Giordano,

la Galilea dei pagani,

- 4:16 il popolo che stava nelle tenebre,

ha visto una gran luce;

su quelli che erano nella contrada e nell'ombra della morte

una luce si è levata».

- 4:17 Da quel tempo Gesù cominciò a predicare e a dire: «Ravvedetevi, perché il regno dei cieli è vicino».

Chiamata dei primi discepoli

=(Mr 1:16-20; Lu 5:1-11) 1R 19:19-21; Gv 1:35-51

- 4:18 Mentre camminava lungo il mare della Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone detto Pietro, e Andrea suo fratello, i quali gettavano la rete in mare, perché erano pescatori.

- 4:19 E disse loro: «Venite dietro a me e vi farò pescatori di uomini».

- 4:20 Ed essi, lasciate subito le reti, lo seguirono.

- 4:21 Passato oltre, vide altri due fratelli, Giacomo di Zebedeo e Giovanni, suo fratello, i quali nella barca con Zebedeo, loro padre, rassettavano le reti; e li chiamò.

- 4:22 Essi, lasciando subito la barca e il padre loro, lo seguirono.

Missione di Gesù in Galilea

Mt 9:35; 8:16-17; Mr 1:32-39; Lu 4:43-44; =6:17-20

- 4:23 Gesù andava attorno per tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe e predicando il vangelo del regno, guarendo ogni malattia e ogni infermità tra il popolo.

- 4:24 La sua fama si sparse per tutta la Siria; gli recarono tutti i malati colpiti da varie infermità e da vari dolori, indemoniati, epilettici, paralitici; ed egli li guarì.

- 4:25 Grandi folle lo seguirono dalla Galilea, dalla Decapoli, da Gerusalemme, dalla Giudea e da oltre il Giordano.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri