Limbo o non Limbo

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Oggi leggevo questa notizia sull'ansa:

Appello del Pontefice contro consumismo, distacca dai valori
(ANSA) - CITTA' VATICANO, 7 ott - Al limbo non crede piu' nessuno, ma e' rimasto per il momento deluso chi si aspettava che il Papa lo abolisse formalmente. Benedetto XVI infatti non ha fatto parola dell'argomento nell'udienza alla Commissione teologica internazionale, e cosi' bisognera' attendere il documento sul limbo, verosimilmente nel 2008. Oggi nuovo appello del Pontefice contro le insidie della secolarizzazione e contro il consumismo:'distacca dai valori familiari, civili e politici'.

-------------------

La notizia già circolava da ieri.
"Finalmente la Chiesa si pronuncia su i bambini morti senza battesimo".
Così titolavano, più o meno, ieri alcune testate giornalistiche, seppur ridotte ai minimi termini per lo sciopero.

E così ci viene raccontata la storia di questa grande tradizione che voleva i bambini morti non battezzati destinati non al paradiso ne all'inferno ma appunto al "Limbo".

Subito mi sono venuti in mente i versetti che contraddicono questa "tradizione". "AH la tradizione !!!!" mi sono detto.

Certo la stessa è qualcosa di molto importante per il cattolicesimo, troppo importante.
"Non è mai divenuta una verità di fede", hanno commentato alcuni teologi.
Pronti chiaramente e aggiungo giustamente ad adeguarsi al "cambiamento dei tempi".
Mi è sembrato di scorgere uno dei frequenti cambiamenti di intendimento della WTS.

Tradizione che non è mai divenuta verità di fede, si è detto.
Ho sorriso dentro di me. Molto comodo.
Ho immaginato a quando nel passato, anche recente, il battesimo ai bambini era praticamente cosa imposta. La paura della loro morte e del limbo era cosa molto, troppo, assecondata dalla Chiesa Cattolica Romana.
Lo scopo ?
Evidente... fare proseliti nel modo più facile... dai bimbi.

"Tot milioni sono i cattolici", si dice, ci si vanta.
Perchè ? Per quel battesimo..... che ora si scopre inutile (per molti lo era già da un pezzo).

Il battesimo ai neonati è inutile. Perchè il bimbo che muore non finisce all'inferno ne al limbo
Ma pensate a quanti hanno provato a dire questo nel medioevo e anche più tardi, pensate cosa gli è successo o gli poteva succedere.

Le mie piccole non hanno ricevuto il battesimo cattolico.
Vi posso garantire che non è stato facile spiegarlo ai miei parenti.
Mi hanno accusato con gravi parole di non aver cura delle loro anime.

Ora ai miei cari parenti potrò dire ...alt avete capito male... non è così, almeno non più.


A DIO SIA LA GLORIA

alex

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Le confessioni di un prete cattolico

  • 15 agosto 2007, mi trovo al mare, qualche giorno di ferie a Nettuno. Uno dei possibili luoghi di vacanze vicino Roma, città dove vivo. Un po' di mare per le mie due piccole, dono del Signore.

    Abbiamo parenti a Nettuno. Veniamo invitati ad una festa ritenuta molto importante la sera del 15 agosto. SI tratta dell'assunzione in cielo di Maria madre di Gesù, detta anche Madonna.

    C'è stato un tantino di imbarazzo, abbiamo dovuto spiegare il nostro punto di vista in merito alla questione.

  • Libro molto interessante che descrive il piano delle apparizioni che il nemico sotto le vesti della "Madonna" che sta ingannando i popoli della terra con il progetto diabolico di unificare le religioni sotto il dominio dell'imperatore dello Stato del vaticano che sarà il precursore dell'Anticristo e della fine dei tempi che verranno....

  • L`adorazione alle immagini e` molto comune a molte religioni. Cosi è  anche nella pratica cattolica, vediamo cosa dice la catechesi cattolica al riguardo  "Dato che il culto reso ad`un immagine  va alla persona che ne` e` rappresentata e ricade su di essa, lo stesso tipo di culto che aspetta alla persona puo` essere reso all`immagine che la rappresenta.

    (New Catholic Encyclopedia,1967. Vol. 7, pag.372 ).

    Insegnamento biblico? Assolutamente no!

    Apriamo la Bibbia.

  • Il Signore vietà l'uso di statue che possono rappresentare cose sacre perchè conosce la propensione dell'uomo ad affezionarsi a ciò che vede ed è tangibile. Il rischio era, ed è, che l'oggetto diventi oggetto di culto, venerato ed adorato, un idolo. Non è cosa buona

    Salmi 115:3 Il nostro Dio è nei cieli; egli fa tutto ciò che gli piace.

    Salmi 115:4 I loro idoli sono argento e oro, opera delle mani dell'uomo.

    Salmi 115:5 Hanno bocca e non parlano, hanno occhi e non vedono,

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri