La Bibbia, un libro che consola

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Gioisco della tua parola, come chi trova un grande bottino.
Salmo 119:162
Le mie parole non sono forse favorevoli a chi cammina rettamente?
Michea2:7

Il filosofo Immanuel Kant (1724-1804) disse:"una sola riga della Bibbia mi ha consolato più di tutti gli altri libri che ho letto. La Bibbia messa alla portata di tutti è il beneficio maggiore che l'umanità abbia poruto conoscere".

Da quanto afferma comprendiamo che il brillante filosofo si era reso conto che la Bibbia risponde, in modo unico, ai nostri bisogni più profondi. Ma come mai la Bibbia ha il potere di consolare? Perchè ci mette in contatto con Dio. Però, leggerla superficialmente, come se si leggesse una rivista o un'opera scientifica, equivale a mettere da parte il suo messaggio.

Cosa si potrebbe pensare di un giovane che leggesse una lettera della sua fidanzata come se fosse un articolo scientifico? Bisogna leggere la Bibbia per quello che essa è: Parola di Dio. È questo il solo modo onesto di leggerla per capire il suo messaggio che è sempre attuale.

Quando la leggiamo siamo messi in presenza di Dio, dei suoi pensieri e della sua volontà. Dobbiamo accogliere le sue parole con fede, rispetto, umiltà e fiducia, e con il desiderio di applicarle alla nostra vita.

La Bibbia presenta Gesù Cristo come il Figlio di Dio che ci ama e lo ha dimostrato morendo sulla croce per cancellare il peccato che ci tiene lontani da Dio. Essa ci invita a conoscerlo come il solo che possa veramente comprenderci e accompagnarci tutti i giorni della nostra vita.

Bisogna credergli. Con Lui saremo felici per sempre.

IL BUON SEME

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri