Daniela e il suo 60° compleanno

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Leggevo in un forum:
freeforumzone.leonardo.it/viewmessaggi.aspx?f=47801&idd=4468
E questo è ciò che mi è salito in cuore per Daniela:

Buon compleanno Daniela il 17 agosto è stato il tuo 60 compleanno, il regalo più bello è il sorrisino di tuo figlio, dono prezioso.......

sai che abbiamo molto in comune ?

scrivi di avere:
" difetti di contraddizioni e anche di rabbia che a volte non riesco a controllare "

Probabilmente queste sono le cose che più ci accomunano, in molti.... tutti ?

E questo mi fa meditare, pensare. E trovo il modo ancora di ringraziare il nostro comune Dio. Il quale ci ama non per ciò che siamo, ma nonostante ciò che siamo.

D’altronde cosa potremmo portare a Lui, che non abbia. Cosa potremmo fare che non abbia già fatto. Eppure gradisce la nostra attenzione tanto da prometterci qualcosa che va oltre la nostra immaginazione e senza il bisogno di affiliarsi a questa o all'altra religione infatti è scritto:

1Giovanni 1:9
Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità.

Possiamo quindi tranquillamente avvicinarci a Lui senza bisogno di mediazione o intercessione poiche proprio Lui intercede per noi:

Romani 8:34
Chi li condannerà? Cristo Gesù è colui che è morto e, ancor più, è risuscitato, è alla destra di Dio e anche intercede per noi.

Perdonami non voglio predicare ma di fronte al dolore di esperienze come la tua, vissute a "causa di Dio", ritengo possa essere confortevole e balsamo per l'anima riproporre in maniera semplice pochi versetti che, a differenza di quanto l'uomo voglia e riesca a imbrigliare al suo volere e ai suoi pensieri, ripropongono in maniera semplice e inequivocabile, al lettore interessato, la "semplice" volontà di Dio che ci vuole tutti a Lui a prescindere le divisioni che nel Suo nome si perpetrano.

Lui che ci ama nonostante ciò che siamo, poichè Lui e solo Lui è FEDELE.

Giovanni 1:12
ma a tutti quelli che l'hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d'uomo, ma sono nati da Dio.

Tutti quelli che l'hanno ricevuto.

Ecco ciò che mi piacerebbe sussurrare di notte a tuo marito quando magari nel sonno la sua mente è libera finalmente da pregiudizi fondamentalisti, comune, a livelli diversi, in tutte le religioni, sussurrargli "Chiunque lo riceve", chi riceve Gesù coLui che ha preso le nostre malattie per guarirci, che ha sofferto la croce, o il palo, poco importa, per sollevarci. Sollevare CHIUNQUE LO RICEVE. Ricevere Cristo è salvezza, non ricevere una religione, quandanche parlasse di Cristo.

Ciò che mi chiedo all'ora è: L'ho ricevuto ?
a volte vedo ciò che penso, che dico, che faccio, potrei giurare di non averLo, di certo mi consola pensare che ormai non posso più vivere senza pensarLo almeno una volta al giorno, ricordarmi di Lui, ringraziarLo pregarLo all'ora mi accorgo che ormai, Gloria a Dio, è in me, nonostante non lo meriti.
-----
Ti imploro mio Dio parla con il Tuo Spirito al marito di Daniela, non lasciare che i servi che ti cercano con cuore sincero siano smarriti e continuino erranti a cercarti, senza trovarti. Mostrati e soffia con il Tuo Spirito su lui, a Tua gloria Eterna e nel nome dell'unigenito Tuo figlio Gesù, il Cristo..... amen..... il tuo servo inutile.......

----------
Ti abbraccio,

alex.kirk

Vedi anche questo documentario sui Testimoni di Geova.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri