Malachia - note

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Autore: Malachia (= “messaggero dell’Eterno”).
Data di composizione: metà del V secolo a.C.
Parola chiave: “Voi dite”.
Versetto centrale: 3:8
Messaggio: Ricordate il Suo amore, pentitevi dei vostri peccati, tornate a Lui, consolatevi considerando la Sua grazia, il Suo amore e la promessa del Suo ritorno.

Note varie: Il versetto 1:11 è stato interpretato dagli “ecumenici” come se indicasse che Dio accetta i culti pagani e idolatri quando sono sinceri. “Questo “universalismo” è in conflitto stridente con gli insegnamenti della Bibbia ... è senza senso ... Questo brano (vedi Gv 4:23, seg.) si riferisce all’unico vero popolo di Dio, la comunione dei santi, dispersi tra le nazioni del mondo, i cui membri sono giunti a conoscere Dio per mezzo della fede nel vangelo di Cristo. Attraverso Lui, per mezzo dello Spirito di Dio, essi Lo adorano in modo puro” (U. Saarnivaara)

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri