La Bibbia: un libro miracoloso

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
La Bibbia è un libro unico.
I suoi autori sono uomini, ma tutto ciò che scrissero fu loro dettato dallo Spirito di Dio. Quindi ogni parola è divina e perfetta.

La Bibbia è composta da 66 libri, scritti in uno spazio di 1600 anni. Fu scritta da circa 40 autori diversi che, a parte pochissime eccezioni, non si conoscevano tra loro. Tra questi troviamo dei re, dei pastori, dei poeti, dei pensatori, dei pescatori, un medico e altri ancora. Ciò nondimeno, v'è in questo libro un'unità sorprendente.

Esiste forse un altro libro che sia stato composto in quel modo? Immaginiamo di prendere le 66 migliori pubblicazioni degli ultimi 15 secoli, scritte da quaranta noti medici. Riuniamole in un solo volume e proviamo a curare un malato seguendo le sue istruzioni! Possiamo facilmente pensare che il risultato sarebbe un fallimento completo, anche perché le migliori terapie sono sorpassate già dopo pochi anni.

Solo la Bibbia rimane immutabile. Uomini anche molto colti la studiano e la investigano senza però poter raggiungere le infinite profondità della sua sapienza. La sua lettura riempie di gioia anche persone semplici e per nulla istruite. Come si può spiegare questo fatto?

Migliaia di persone potrebbero confessare di essersi trovate in uno stato miserevole, senza pace e privi di speranza; e che, solo leggendo la Bibbia, hanno conosciuto la potenza della grazia divina nel Cristo Gesù. Questa lettura ha trasformato il loro modo di vivere, il loro cuore e i loro sentimenti, poiché leggendo hanno trovato scritto: «Non v'è alcuno che pratichi la bontà, no, neppure uno.» Ma, continuando a leggere, hanno scoperto la bontà di Dio che è venuto in soccorso dei peccatori col dono del suo Figlio Gesù Cristo. «Poiché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù» (Romani 6:23).

«.eppure la scienza ha dimostrato che.»
Il vecchio messaggio biblico, che Dio fa tuttora annunciare nel mondo, ha sempre incontrato la resistenza del cuore dell'uomo, superbo e ostinato. L'uomo è pertanto contento di poter appoggiare il suo rifiuto su una ragione scientifica, che lo tranquillizza, soddisfa il suo orgoglio e gli procura, nello stesso tempo, una certa stima presso gli altri.

Se si riuscisse a dimostrare, sulla base di osservazioni scientifiche, che le dichiarazioni bibliche, in un punto importante, non corrispondono ai fatti, si potrebbe considerare tutta la "Sacra Scrittura" come incerta e sorpassata, e metterla da parte. Non bisognerebbe più prendere sul serio i suoi avvertimenti. Le profezie che annunciano un giorno di giudizio e di perdizione per l'empio, non sarebbero che delle fiabe.

Il rifiuto dell'Evangelo e la negazione di un Dio Creatore, davanti al quale l'uomo è responsabile, sarebbero comprensibili.

Molti credono di trovare uno di questi pretesti già nella prima pagina della Bibbia, nella descrizione della creazione. Secondo tale narrazione, Dio è il Creatore di tutte le cose. Ha formato i mondi e preparato la terra per nostra dimora. Creò le piante, gli animali secondo le loro specie, e l'uomo a Sua immagine.

«Le perfezioni invisibili di Lui, la sua eterna potenza e divinità, si vedono chiaramente sin dalla creazione del mondo, essendo intese per mezzo delle opere sue» (Romani 1:20). Molti naturalisti, anche dell'epoca attuale, hanno scoperto, sia nell'immensità dello spazio come al microscopio, tantissime meraviglie della potenza divina e, stupefatti, hanno dato gloria al Creatore.

Alcuni studiosi, invece, particolarmente dell'Ottocento (tra questi Lamarck e Darwin), hanno respinto il racconto biblico della creazione. Si sono fatto un altro concetto, secondo il quale i mondi esistenti si sarebbero formati senza l'intervento di un Dio Creatore. Ed è in questa direzione che hanno spinto ricerche in grande stile.

Non dimentichiamo però che ogni passo fatto in questa direzione è un passo di disubbidienza, è un allontanamento dal Dio che ha creato ogni cosa, è un rifiuto della Parola di Dio, della Bibbia. Questa teoria dell'evoluzione (secondo la quale il mondo attuale si sarebbe formato, nel corso di milioni o miliardi di anni, da una nuvola di polvere o da una cellula primitiva) è forse incontestabile?

Assolutamente no! Centinaia di noti scienziati della nostra epoca sono convinti del contrario. Essi dimostrano che l'evoluzione è basata su ipotesi che non reggono perché non si possono provare.

Ciò però non impedisce agli evoluzionisti di continuare le loro ricerche e mantenere la loro teoria. L'evoluzione è la loro credenza, la loro fede. Preferiscono vivere senza Dio. Ma ciò che è molto triste è che gran parte della gente accetta ingenuamente o almeno si lascia influenzare da tali teorie errate. Gli scienziati che concentrano le loro ricerche sull'evoluzione sono poco numerosi. Ma le loro asserzioni vengono riconosciute da milioni di persone che non hanno alcuna possibilità di verificarla. Nel mondo, chi crede all'evoluzione è una persona moderna e colta. Per alcuni, questo è molto importante!

Quali sono le conseguenze di una tale apostasia, del rifiuto della Parola di Dio e della salvezza che Dio offre all'uomo tramite il Suo Figlio Gesù Cristo? Purtroppo, non esiste nessun'altra salvezza; anzi, rimane «una terribile attesa del giudizio e l'ardore d'un fuoco che divorerà gli avversari»! (Ebrei 10:27)

Che ne pensi, caro lettore? Quale strada scegli? Ciò che ci viene presentato nel nome della scienza è sovente un veleno pericoloso. Solamente Cristo può liberarti dalle conseguenze del peccato e dalla sua potenza, e darti la vera pace del cuore. Gesù Cristo è la Via che conduce a Dio, è la Verità e la Vita. Nessuno arriva a Dio se non per mezzo di Lui
(Giovanni 14:6).

Dio ha parlato e ci parla ancora oggi per mezzo della Bibbia.

Nel corso di più di 15 secoli, sotto l'ispirazione divina, 40 autori differenti hanno partecipato alla sua redazione.

Tradotta in circa 2300 lingue, s'indirizza anche a voi all'inizio di questo nuovo secolo.

Il suo messaggio non ha invecchiato: ci presenta Gesù Cristo morto per i nostri peccati e risuscitato; il solo mezzo di salvezza per ottenere la pace con Dio e la vita eterna.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta