L'una e mezza di notte, non riesco a dormire, le lacrime mi soffocano non riesco a respirare

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Ore 1.30 di notte, dovrei essere a dormire, ma...

... ma come fare quando ricordi che credevo lontani riaffiorano, quando ferite che credevo guarite, sanguinano, quando sensi di colpa che credevo sopiti riaffiorano, come fare ?

Mi ricordo quando mi parlavi di Dio, e ti parlavo di Big Bang, quando mi portavi in chiesa ma il mio sguardo volgeva alle gambe dell'amichetta seduta li, chissa perchè è seduta la, forse la mamma è come la mia, na pizza...... mi ricordo di quando mi accarezzavi le mani cercavi conforto ma i miei pensieri erano di ritornare in cameretta a programmare il vic 20, e tu, e tu morivi.

Mi ricordo quando ti vidi li, nel bagno, sembravi sveglia, eppure quella corda era troppo stretta per respirare, non piansi, mi arrabiai, piango ora mamma, piango ora, ora che non ti ho più...... ora che vorrei condividere con te ... Dio, si mamma Dio, la speranza di rivederti però ce l'ho, il comune amore per il "nostro" Dio ci farà rivedere di nuovo, non lascerò più la tua mano, non lascierò più la tua mano... non lascierò più la tua mano.....

...... perche ho lasciato la tua mano ?..... aiutami Dio...... ora prima che soffochi nelle mie lacrime, sorregimi come sempre ........ "sono qui" ....

Alex

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri