Michea 7

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

  7:1 Ahimè! io mi trovo come dopo la raccolta dei frutti,

come dopo la racimolatura, quando è finita la vendemmia;

non c'è più grappolo da mangiare;

io desidero invano un fico primaticcio.

  7:2 L'uomo pio è scomparso dalla terra;

non c'è più gente retta fra gli uomini;

tutti stanno in agguato per spargere il sangue,

ognuno dà la caccia con la rete a suo fratello.

  7:3 Le loro mani sono pronte al male, per farlo con ogni cura;

il principe ha delle pretese,

il giudice si lascia corrompere,

il potente manifesta la sua ingordigia

e ordiscono così le loro trame.

  7:4 Il migliore di loro è simile a un rovo;

il più retto è peggiore di una siepe di spine.

Il giorno annunziato dalle tue sentinelle, il giorno della tua punizione viene;

allora saranno nella costernazione.

  7:5 Non fidatevi del compagno,

non riponete fiducia nell'amico intimo;

sorveglia la porta della tua bocca

davanti a colei che riposa sul tuo petto.

  7:6 Perché il figlio offende il padre,

la figlia insorge contro la madre,

la nuora contro la suocera

e i nemici di ciascuno sono quelli di casa sua.

 

Speranza e promessa per Israele

La 3:21, ecc.

  7:7 Quanto a me, io volgerò lo sguardo verso il SIGNORE,

spererò nel Dio della mia salvezza;

il mio Dio mi ascolterà.

  7:8 Non ti rallegrare per me, o mia nemica!

Se sono caduta, mi rialzerò;

se sto seduta nelle tenebre,

il SIGNORE è la mia luce.

  7:9 Io sopporterò lo sdegno del SIGNORE,

perché ho peccato contro di lui,

finché egli difenda la mia causa e mi faccia giustizia;

egli mi condurrà fuori alla luce

e io contemplerò la sua giustizia.

  7:10 Allora la mia nemica lo vedrà e sarà coperta di vergogna;

lei che mi diceva: «Dov'è il SIGNORE, il tuo Dio?»

I miei occhi la vedranno,

quando sarà calpestata come il fango delle strade.

 

Is 19:18-25 (Gr 50:19; Ez 34:11-15)

  7:11 Verrà il giorno in cui le tue mura saranno ricostruite;

quel giorno saranno allargati i tuoi confini.

  7:12 Quel giorno si verrà a te,

dall'Assiria fino alle città d'Egitto,

dall'Egitto sino al fiume,

da mare a mare e da monte a monte.

  7:13 La terra sarà ridotta in un deserto a causa dei suoi abitanti,

come conseguenza delle loro azioni.

  7:14 Pasci il tuo popolo con la tua verga, il gregge della tua eredità

che sta solitario nella foresta, in mezzo al Carmelo.

Esso pascoli in Basan e in Galaad,

come nei giorni antichi.

  7:15 «Come nei giorni in cui uscisti dal paese d'Egitto,

io ti farò vedere cose meravigliose».

  7:16 Le nazioni lo vedranno e saranno confuse,

nonostante tutta la loro potenza;

si metteranno la mano sulla bocca

e le loro orecchie saranno assordate.

  7:17 Leccheranno la polvere come il serpente,

come gli animali che strisciano sulla terra.

Usciranno spaventate dai loro ripari,

verranno tremanti al SIGNORE, nostro Dio,

e avranno timore di te.

 

Sl 85; Lu 1:68-75

  7:18 Quale Dio è come te,

che perdoni l'iniquità e passi sopra alla colpa

del resto della tua eredità?

Egli non serba la sua ira per sempre,

perché si compiace di usare misericordia.

  7:19 Egli tornerà ad avere pietà di noi,

metterà sotto i suoi piedi le nostre colpe

e getterà in fondo al mare tutti i nostri peccati.

  7:20 Tu mostrerai la tua fedeltà a Giacobbe,

la tua misericordia ad Abraamo,

come giurasti ai nostri padri, fin dai giorni antichi.

 

Michea - Indice

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri