Costume/morale... "omoaffettività" e...

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Pace...

Tempo fa, mi trovai a rispodere ad un post che un "travestito"(uomo) ha publicato in un forum "evangelico"...

Per tali situazioni, le scritture ci  vengono in soccorso onde "quagliare" uno Spirito secondo Dio.

In I Corinzi 6:9-11, quella situazione, viene trattata e viene anche dato il rimedio.

Per la delicatezza dell'argomento e per la sensibilità della persona, non ho citato quella scrittura ma  mi sono limitato a dare il benvenuto nel forum ed al tempo stesso, l'ho invitato a munirsi di bibbia dalla quale, in seguito, avremmo potuto trovare una traccia da seguire per giungere a Gesù... nel dialogare con quella persona, mi sono sempre rivolto ad un uomo anche se si presentava al femminile con il nome da travestito... nel proseguire la discussione, si dichiarava essere genitore e "tri-divorziato"... Maschio dunque!..

Questa situazione, gli ho fatto rilevare, non è secondo Gesù ma che Gesù, può accoglierlo nella propria figliolanza, solo che lui(lo scrivente), decida di dedicarsi a Dio e a Lui soltanto... solo che lo accetti nella propria vita per una vera vita...  Apriti cielo!...

Tuoni e fulmini a mio indirizzo... non da quella persona ma dal proprietario del forum... (un "pastore"). 

Da quel momento, la discussione proseguì nella direzione della messa alla berlina del sottoscritto, ad opera di quel "pastore"... Nel mio dialogare, con molta propabilità, manco di sensibilità... da ciò, a dire che io sono fuori della parola però, di strada ne corre!...

Non sarò un "illuminato" ma da semplice genitore e nonno, so riconoscere cos'è moralmente sostenibile  e cosa non lo è, se poi, le situazioni le raffrontiamo con le scritture, il "gioco" è fatto!...Non siamo più noi a parlare ma le scritture per noi...lo scagliarsi contro a chi ti porge la parola, non è da cristiano.

Pensa se questi, si dice pastore. Per sua cultura (molta), mi ha rimproverato di non aver mai usato la parola omosessualità (mirando a qualificarmi bigotto) e in alternativa, mi proponeva di intavolare una discussione sulla "omoaffettività" (giochiamo con le parole).

Non ne abbiamo fatto nulla, nulla per abbandono del campo da parte mia... si trattava di far passare per normale (visto i tempi), quello che normale non è, anche e sopratutto agli occhi di Dio. "Omoaffettività", non rende l'idea di omosessualità...

L'omosessuale, non nutre un sano affetto dell'altro ma mira a soddisfare le sue voglie nella sua sfera sessuale...

Chi invece nutre un sano affetto per l'altro, lo ama dell'amore sincero e senza tornaconto alcuno, mi viene in mente un "tizio" che per la sua omoaffettività, per esso( per noi tutti), ha donato la Sua stessa vita, senza speranza di contropartita... omoaffettività, non è sinonimo di omosessualità e affetto, non è sinonimo di sesso! ( "Torre di Babel?")

Fracesco

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

La pace del nostro Signore e salvatore sia con tutti voi :-)

Salve a tutti visto i vostri commenti forse vi piacerebbe leggere queste mie poche righe x testimoniarvi che pur essendo omosessuale vivo una vita puiena con il Signore.E' difficile spiegarvelo o farvelo capire e non è mia intenzione farlo nè tantomeno convincervi citando le scritture voglios solo sensibilizzarvi dicendovi che dietro lìomosesualità c'è molta sofferenza e il Signore gurad anche il cuore non per questo mi ha battezzato nel Suo Santo Spirito e dato diversi doni a prò dei fratelli.Pensate che un omosessuale non legga la Bibbia o che non sappia tutti i versi sembrano rivolgersi contro?Vi chiedo solo di meditare molto attentamente e profondamente sui passi bibblici e di prendere in considerazione il fatto che molte persone non conoscono le varie sfaccettature della sessualità umana e di come mai non si citi mai di una "guarigione" forse cosi vi piacerà il termine di un omosessuale.Vi parlo con la pace nel cuore xchè ora ho trovato la mia PACE con il Signore Gesù e sono felice di essere un Suo Figliolo :-) Dio vi benedica

M.S.

GESU dice :.....a chi vince......non penso si riferisse a qualche lotteria...ma a chi vince la propria natura....non si puo andare a compromessi con la parola di DIO...dovremmo fare acrobazie semantiche per poter giustificare l omosessualita...per trovare  come fanno certi teologi moderni sostegno nella bibbia per questo comportamento o inclinazione...paolo dice in romani 1 --24.DIO  LI HA ABBANDONATI SECONDO I DESIDERI DEI LORO CUORI...SEGUENDO L IMPURITA.......
Ritratto di alex

Cari fratelli concordo pienamente con quanto detto, però mi assale un dubbio pernicioso.

Credo che possano esistere due tipi di omosessualità.
- Una per vizio, per piacere, frutto dell'abbisso che chiama un'altro abisso,Sodoma e Gomorra appunto.
- Un'altra per "natura" ovvero per nascita, per predisposizione.

Mi chiedo, vi chiedo, con umitlà e senza voler portare nessuna "nuova dottrina", la condanne bibliche che giustamente riportiamo sono valide per entrambi ?

Dio ci illumini nella Sua parola.

Alex

anni  fa avevo conosciuto  un tossicodipendente ..con 3 figli..mi sono preso a cuore la sua situazione..e venuto a lavorare con me..mi sono messo in mezzo anche con firme in banca..pur di dargli fiducia e vederlo rinascere  con la sua famiglia..lo ho amato  veramente in CRISTO..gli ho voluto bene  come a un figlio..alla fine non sono riuscito  nel mio intento....per lui e la sua famiglia ho passato notti insonni, ho pianto....quello che voglio dire e che si puo amare anche un uomo ..come GESU amava i suoi apostoli...MA IN SENSO SPIRITUALE!!...ANZI GESU NON CI CONSIGLIA..O SUGGERISCE...MA CI COMANDA DI AMARCI  GLI UNI E GLI ALTRI..ANZI  CI DICE DI AMARE ANCHE I NOSTRI NEMICI..e questo lo trovo veramente difficile..
Ritratto di alex

Veramente un esempio. Grazie per questa testimonianza e questo esempio di virtù cristiana.
Sai la vita del tossicodipendente mi ricorda quella del genere umano. Infatti è intossicato dal peccato tanto da non accorgersi della gravità. Come per la tossicodipendenza è necessario, per uscirne, la volontà di uscirne. la consapevolezza che si è nell'oblio. Non vi sono medicine, tecniche, terapie o altro se non matura questa volontà.

All'ora tutto quello che vi può essere potrà tornare utile.

Così è per ogni uomo. Gesù è alla porta e bussa, i cardini sono oliati, apriamo la porta, provvederà Lui a pulire la casa!!!

Amare i propri nemici, e come fare? Certo a volte, anzi sempre, il Signore ci chiede cose che vanno al di là delle nostre umane possibilità. D'altronde, in campo spirituale, Gesù è chiaro "senza di me non potete fare nulla".

E quindi?

21 Or colui che con voi ci fortifica in Cristo e che ci ha unti, è Dio; 22 egli ci ha pure segnati con il proprio sigillo e ha messo la caparra dello Spirito nei nostri cuori.
2° Corinzi

13 Io posso ogni cosa in colui che mi fortifica
FIlippesi

Ecco, come per la nuova nascita, anche per la santificazione, per il cammino, Cristo è la risposta!

https://www.evangelici.info/un-ex-tossicodipendente

Ritratto di R_Francesco

Pace...alex

Il patema d'animo che ti coglie, è legittimo ma infondato... secondo quello che le scrittura ci riportano (ad esse ci dobbiamo attenere), il problema dell'omosessualità, non sta tanto nella persona ma del suo comportamento in seno alla comunità... 

in I° Corinzi  6:9 - 12 possiamo vedere che la cosa viene trattata con semplicità e viene pure in soccorso a quanti in questo momento, si trovano in questa condizione... "6:11- E  tali(omosessuali-effeminati) eravate alcuni; ma siete stati lavati, ma siete stati santificati, ma siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo, e mediante Lo Spirito dell'Iddio nostro...

Il problema non è l'omosessuale ma tutto quanto gravita in quel campo...vedi le varie organizzazioni che difendono e promuovono il "modello"  omosessuale, con scherno verso chi non lo è! Vale lo stesso come per l'organizzazione cattolica che per il suo operare, è fuori dalla parola, mentre il singolo cattolico, ha una opportunità di salvezza. Pertanto, se il singolo omosessuale, si avvicina al Signore, Gesù gli può dire e dare una soluzione che le organizazioni di "categoria" non gli daranno mai!!! Ben venga il singolo omosessuale, in seno alle chiese... Gesù lo sta aspettando... ti sta aspettando...amen. Gesù venne per il Suo popolo fatto di singole anime... NON venne per i gruppi o le associazioni!

Francesco

Ritratto di alex

Grazie Francesco per la risposta.
Alex

Ritratto di R_Francesco

Pace...

E' sabato sera, mia moglie mi ricorda che i limoni nel frigo sono terminati pertanto, andando al supermercato, dovrò  prenderne un pò. Ecco, sono davati al bancone frutta e verdura, chiedo: Dei limoni?... Guardi lì, scelga tra quelli rimasti. Per la verià, somigliano a tutto fuorchè a dei limoni... non c'è scelta da fare e ne prendo giusto due per il tè.  Io non ho potuto operare una scelta tra quei limoni però ho memoria di quel bel giallo limone e del profumo intenso della scorza, pertanto, ho un termine di paragone!... Che scelta comportamentale può fare un bambino o una bambina se nel crescere, ha come modello due mamme o due papà?.. Parlo di quelle "famiglie" composte da due omosessuali  e bimbo/a adottato/a oppure da due "femmine" con altrettanto piccolo o piccola in adozione!... quei piccoli, con quale "imprinting" si ritroveranno da adolescenti?... Sapranno elaborare il modo di sentirsi in relazione al sesso della loro natura o metteranno in discussione le loro fattezze fisiche?... Comunque, la società che ci ospita, va verso quel di Sodoma e Gomorra, il tutto, nella più rigorosa legalità!.. Quella degli uomini! 

Matteo 10:15 -- In verità io vi dico che il paese di Sodoma e di Gomorra, nel giorno del giudizio, sarà trattato con meno rigore di quella città. 

Io aggiungo: Di ogni città del presente secolo!... La storia si ripete ma noi, non apprendiamo mai nulla... Che pazienza nostro Signore Gesù....

Pace

Francesco

 


 

Pace... Ho letto il "trattato" sull'omosessualità, mentre invece, non ho letto quello che riguarda Davide e Gionatan...

La giustezza di una relazione omosessuale, mi è stata dimostrata appunto, citandomi quello tra Davide e Gionatan, sempre ad opera di quel "pastore"... quello scritto, l'ho poi letto nella bibbia e se non fosse stato per l'allusione di quel "pastore", non avrei scorto alcun sintomo di un rapporto anomalo tra Davide e Gionatan...

quello che voglio dire, è che taluni sedicenti pastori, compiono la loro opera in modo egreggio ma non al servizio di Dio bensì al servizio di un'altro dio, un dio che non si chiama Gesù... quella visione distorta dell'episodio di Davide, mi è stata pasciuta per giustificare o almeno, tollerare certi facili costumi. Il Signore Gesù, non è mai passato di moda, tantomeno ora che è prossimo a rivisitarci...un ragionamento investigativo, è plausibile da parte di una persona del mondo ma, da un "pastore", assume una valenza terribile!... Un cieco a guida di ciechi, da accapponare la pelle!.. Voglia Iddio folgorare la loro mente e indurli a più sani pensieri, a più santi pensieri... Guardiamoci dai pastori che sono accondiscendenti, che mascherando il loro fare e che ripongono tutto sotto l'amore di Dio, tralasciando di dire che Dio, oltre che infinitamente buono e pieno d'Amore, è anche Dio di giustizia. Amen. Francesco

Ritratto di alex

Benedica Dio ogni anziano/pastore delle chiese locali nella Sua parola....

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri