Siamo ciò che scegliamo di essere

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Siamo ciò che scegliamo di essere. Dio non impone niente, ma offre all’uomo la libertà di decidere. Ciò che non possiamo decidere sono le cosneguenze delle nostre scelte, quelle sono programmate.

Evvero abbiamo preferito gioielli, automobili, vie facili. Ci sono sentieri per tutti i tipi di desideri e di sfumature, ma ci sono cose che la ruggine non corrode: gli ideali nobili, il bene, la fraternità, la gioia ed il Vangelo.

Perché è tanto difficile preferire la pace alla guerra; l’amore all’odio; la generosità all’egoismo; la fiducia all’orgoglio; il perdono all’invidia; la bontà alla soddisfazione; il cuore di bambino alla vanità?

Perché è tanto difficile scegliere il Creatore invece della creatura; il sacrificio, la rinuncia, la cosa giusta, la cosa umana, il dovere, invece del piacere?

Non fatevi tesori sulla terra

«Non fatevi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola e né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano e non rubano» (Matteo 6:19-20)


Per fare questo passo è importante ricordare che ogni cosa che faremo o possederemo passerà, noi stessi abbiamo fissato un giorno, forse oggi, in cui cesseremo di essere come siamo....

Ma partiamo dalla fine, dalla croce, per scegliere oggi....
Continua qui..

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri