Le meraviglie del testo Biblico

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Le meraviglie del testo biblico
Nei primi due libri della Bibbia, Genesi ed Esodo, partendo dalla prima tau del primo versetto dopo 49 lettere (7x7) troviamo la lettera vau, dopo altre 49 la lettera resh e, dopo altre 49, la lettera he. Queste quattro lettere formano la parola torà = legge.
I primi cinque libri della Bibbia sono detti “Libri della Legge”, in ebraico Torà.

In Levitico, partendo dalla prima iod del versetto 1, dopo 7 lettere, troviamo la lettera he, dopo altre 7 la lettera vau e, dopo altre 7, la  lettera he. Queste quattro lettere formano la parola Iavè = l’Eterno.

In Numeri e Deuteronomio, sempre ogni 49ma lettera (7x7), troviamo ancora la parola torà, ma questa volta in senso contrario, verso Levitico, dove troneggia Iavè.

Nel primo versetto del Vangelo di Giovanni in ebraico, partendo dalla prima alef del primo versetto, ogni 7 lettere si legge la parola ahavà = amore. Giovanni è appunto il Vangelo dell’Amore.

La Bibbia è piena di queste meraviglie! Nel libro Hamemad Hanossaf di Doron Witztum (230 pagine) ne sono riportate centinaia.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri